Ecce Homo (Nietzsche)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ecce homo
Titolo originale Ecce homo: Wie man wird, was man ist
Autore Friedrich Nietzsche
1ª ed. originale 1888
Genere saggio
Sottogenere filosofico, autobiografico
Lingua originale tedesco
Peter Gast soleva "correggere" gli scritti di Nietzsche anche dopo il collasso del filosofo e senza la sua approvazione - il che viene pesantemente criticato dagli studiosi odierni.

Ecce homo, titolo completo Ecce homo. Come si diventa ciò che si è, è un'opera filosofica autobiografica di Friedrich Nietzsche, considerata uno dei più acuti e disperati ritratti autobiografici nella letteratura moderna[senza fonte]. In Ecce homo, Nietzsche ripercorre le sue opere passate, di cui molti capitoli ne riportano il titolo, e corregge molte delle idee espresse in passato, rivendedole anni dopo.

Qui Nietzsche, si fa portatore del valore dicotomico che contraddistingue la sua intera opera filosofica: descrive e rivede la sua vita sotto i brucianti chiaroscuri dello spirito dionisiaco e del nichilismo passivo. In questo senso finirà l'autobiografia con una domanda: "Cristo o Dioniso?", vedendo nel cristianesimo la negazione dei valori vitali dell'Oltreuomo (Übermensch).

Paradossale, Ecce homo è il tentativo di scardinare, con le sue iperboli, la mentalità più prettamente puritana dell'Europa di quel periodo. Infatti, per evitarne una "scandalosa" esegesi, dai più venne semplicemente scartato come opera di un folle, nonostante abbia avuto tra i suoi estimatori anche Sigmund Freud, che esortò i suoi colleghi, in una delle riunioni della neo-nata società di Psicologia, a non trascurarlo e a non considerarlo semplicisticamente l'opera di un pazzo, ma al contrario a vederne la profonda e sconvolgente lucidità.

Indice[modifica | modifica wikitesto]

  1. Prologo
  2. Perché sono così saggio
  3. Perché sono così accorto
  4. Perché scrivo libri così buoni
  5. La nascita della tragedia
  6. Le considerazioni inattuali
  7. Umano, troppo umano. Con due continuazioni
  8. Aurora. Pensieri sui pregiudizi morali
  9. La gaia scienza
  10. Così parlò Zarathustra. Un libro per tutti e per nessuno
  11. Al di là del bene e del male. Preludio di una filosofia dell'avvenire
  12. Genealogia della morale. Uno scritto polemico
  13. Crepuscolo degli idoli. Come si filosofa col martello
  14. Il caso Wagner. Un problema di musicisti
  15. Perché sono un destino

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]