Dibarione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I dibarioni sono una grande famiglia di particelle ipotetiche che sarebbero costituite di sei quark di ogni sapore. Essi sono previsti come abbastanza stabili, una volta che si sono formati. Nel 1977 Robert Jaffe ha proposto l'esistenza di un dibarione H possibilmente stabile (con composizione di quark udsuds), costruito combinando due iperoni uds.[1]

Sono stati suggeriti un certo numero di esperimenti per rilevare i decadimenti del dibarione e le interazioni. Negli anni '90 molti decadimenti di dibarione candidati sono stati osservati ma non confermati.

Secondo una certa teoria, le particelle strane come gli iperoni e i dibarioni H potrebbero formarsi all'interno di una stella di neutroni, modificando il suo rapporto massa/raggio in modi che potrebbero essere rilevabili. Al contrario, le misurazioni delle stelle di neutroni stabiliscono dei vincoli sulle possibili proprietà del dibarione. La teoria suggerisce che una grande frazione di neutroni potrebbe trasformarsi in iperoni e fondersi nei dibarioni durante la prima fase di una stella di neutroni per il collasso del buco nero. Questi dibarioni si dissolverebbero molto rapidamente nel plasma di quark e gluoni durante il collasso, o finire in qualche stato della materia attualmente sconosciuto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) R.L. Jaffe, Perhaps a Stable Dihyperon? in Physical Review Letters, vol. 38, 1977, p. 195, DOI:10.1103/PhysRevLett.38.195.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]