Crysis 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crysis 3
Crysis 3 logo.png
Sviluppo Crytek Frankfurt,
Crytek UK
Pubblicazione Electronic Arts
Serie Crysis
Data di pubblicazione Giappone 7 marzo 2013
Flags of Canada and the United States.svg 19 febbraio 2013
Zona PAL 21 febbraio 2013
Genere Sparatutto in prima persona
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360
Distribuzione digitale Origin
Motore grafico CryENGINE 3
Supporto Blu-ray, DVD, Download
Fascia di età ESRB: M
PEGI: 16
Periferiche di input Sixaxis/DualShock 3, Gamepad, Tastiera, Mouse
Preceduto da Crysis 2

Crysis 3 è un videogioco sparatutto in prima persona sviluppato da Crytek e pubblicato da Electronic Arts per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda di Crysis 3 è ambientata nel 2047, 24 anni dopo le avventure di Alcatraz a New York in Crysis 2. Nel lasso di tempo che separa i due capitoli della saga, la città, devastata e spopolata dall'invasione dei Cef e dal loro virus alieno, è stata messa in quarantena dalla C.E.L.L., che vi ha costruito sopra una gigantesca ed avanzatissima cupola chiamata New York's Liberty Dome, progettata per contenere i (pochi) Cef sopravvissuti al virus anti-alieno di Alcatraz e per sfruttarne le tecnologie per produrre energia pulita ed illimitata. La C.E.L.L., oramai indipendente dalla Hargreave-Rush Biochemical, inizia a fornire questa energia a tutto il mondo, a prezzi esorbitanti che l'umanità non può permettersi. La gente si indebita fino al collo ed è perciò costretta ad entrare nel programma "Lavora per il Debito", mettendosi al totale servizio della C.E.L.L., che riesce così ad insediarsi a Washington D.C. ed a controllare tutto il mondo. Prophet ("installato" nel corpo di Alcatraz dalla Nanotuta 2.0 e tornato così in vita al termine di Crysis 2) viene invece (subito dopo gli eventi del precedente capitolo) catturato e mantenuto in animazione sospesa dalla C.E.L.L. Durante il suo lungo sonno, Prophet ha una visione del futuro, indottagli mediante il legame mentale che la Nanotuta ha con il Cef Alfa (il leader dell'alveare Cef, ancora in vita da qualche parte sul pianeta), dalla stessa creatura: in tale visione, Prophet, morente e vagante nello spazio, assiste alla distruzione della Terra per mano di una Nave da Guerra Cef ed alla conseguente fine della razza umana, fine che, dice lui stesso, egli non può impedire in alcun modo. Nel 2047, Prophet viene risvegliato e liberato da Psycho, il suo vecchio compagno di squadra, infiltratosi furtivamente assieme ad una squadra nel laboratorio C.E.L.L. in cui era rinchiuso il suo vecchio amico. Appena sveglio, Prophet apprende che Psycho e tutti gli altri possessori delle Nanotute sono stati catturati dalla C.E.L.L. e "scuoiati", ossia privati delle loro tute mediante un dolorosissimo processo che ha ucciso i più. Prophet e Psycho si infiltra furtivamente nel Dome, utilizzando come diversivo l'esplosione di una nave cargo ad opera della squadra di Psycho, che tuttavia viene scoperta e sterminata dai C.E.L.L. Durante l'infiltrazione, Psycho dona a Prophet l'Arco da predatore, un avanzatissimo arco compound adatto a qualunque tipo di scontro (soprattutto alle azioni stealth) e lo informa di ciò che ha fatto la C.E.L.L. mentre lui "dormiva". Psycho spiega anche che lui fa parte di un movimento di ribellione alla C.E.L.L. con cellule in tutto il mondo. La base di Psycho e dei suoi è all'interno del Dome e opera per distruggere la macchina Cef che costituisce la principale fonte di energia della compagnia, al fine di farne crollare l'impero. Tuttavia Prophet avverte in Psycho (che non crede agli avvertimenti di Prophet sul Cef Alfa, asserendo che gli alieni ormai sono sconfitti) qualcosa di strano. All'interno del Dome, Prophet si ritrova a New York 2.0, ossia la vecchia NY trasformata in una vera e propria giungla dalle emissioni energetiche del macchinario alieno della C.E.L.L. I ribelli vogliono che Prophet li aiuti a portare a termine il loro obbiettivo, ma Prophet oppone resistenza: le sue visioni, le rilevazioni della nanotuta e il legame con il Cef Alfa gli fanno supporre che i Cef siano in uno stato di ibernazione profonda, ma ancora in grado di risvegliarsi e sferrare un attacco. I suoi sospetti si concretizzano quando, nel disattivare la fonte energetica della CELL, questa si rivela essere nientemeno che lo stesso Cef Alfa, che ritorna in libertà e risveglia la sua armata. La CELL, spaventata dall'evento, avvia il protocollo Stella Rossa, ovvero un massiccio attacco laser satellitare abbastanza potente da distruggere totalmente Manhattan. Prophet riesce a disattivare Stella Rossa, ma Claire, colpita dal Cef Alfa, muore, e Psycho, in preda alla sete di vendetta, si coordina con Prophet per abbattere la contraerea nemica e sferrare un potente attacco al Cef Alfa, che sta aprendo un ponte di Einstein-Rosen per far arrivare sulla Terra una nave da guerra Cef. Nel corso di uno scontro finale, Prophet riesce ad uccidere il Cef Alfa, ma viene scaraventato nello spazio insieme a lui, e lì capisce il significato della visione avuta all'inizio del gioco: la risorsa più grande di un soldato non è l'equipaggiamento, né il supporto, ma... sé stesso. Prophet riesce quindi ad usare Stella Rossa per distruggere la nave da guerra Cef, e nella collisione rientra nell'atmosfera, salvandosi per un pelo. Nell'ultima scena prima dei titoli di coda, Prophet si trova in una capanna nelle isole Lingshan (esattamente dove inizia il capitolo "Prime Luci" del primo livello di Crysis): la sua nanotuta ha raggiunto livelli di integrazione con il suo corpo tali da sembrare essa stessa il suo corpo. Il protagonista getta quindi in mare le piastrine dei suoi vecchi commilitoni in acqua, aggiungendo poi: "Mi chiamo Laurence Barmes, un tempo mi chiamavano Prophet, ricordatevi di me.". La scena finale si conclude con Prophet che si allontana della spiagga, occultandosi (grazie alla nanotuta) pochi secondi prima della fine del video.

Livelli[modifica | modifica wikitesto]

Crysis 3 è composto da 7 livelli, che si differenziano per ambientazione e per tempo di superamento degli stessi, anche se rispetto ai precedenti capitoli la tendenza è stata di allungare notevolmente i livelli a discapito del numero degli stessi (in Crysis erano 11 e in Crysis 2 ben 19):

  • Post-Human (Post-Umano);
  • Welcome to the Jungle (Benvenuto nella Giungla);
  • The cause of all evil (La causa di tutti i mali);
  • Via the secure (Via le sicure );
  • Red Star (Stella rossa);
  • Only Human (Solo Umano);
  • Gods and Monsters (Dei e Mostri);

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La Nanotuta 3.0 ha tre diverse modalità d'uso principali: corazza, energia e occultamento. La tuta ha le stesse funzionalità della seconda ma a differenza dell'altra può non far sprecare energia mentre si corre, può far sì che Prophet utilizzi le armi aliene insieme a quelle umane, e può migliorare le proprie abilità raccogliendo dei kit. Inoltre in modalità occultamento, se viene utilizzato il silenziatore sulle armi, l'energia utilizzata è minore rispetto ai precedenti capitoli e questo fa sì che si possa rimanere occultati per un tempo maggiore. Se invece utilizziamo l'arco da predatore resteremo occultati senza utilizzare energia in più.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

  • Pugno
  • Granata flashbang M34
  • Esplosivo al plastico C4
  • Lanciamissili SWARMER, contiene 64 razzi e spara raffiche di razzi molto potenti
  • Pinch , fucile alieno con due modalità di fuoco , strappabile ai fanti Cef
  • Typhoon , ibrido tra fucile d'assalto e un fucile a pompa , può sparare 500 colpi al secondo
  • Arco da Predatore , utile contro i cecchini e i Cef - utilizza quattro tipi di munizioni: classiche a perforamento, elettriche (ottime per stordire nemici di grosse dimensioni o eliminare più bersagli in acqua), a frammentazione (nessun riparo sarà abbastanza per sfuggirvi, utili contro nemici veloci o gruppi di nemici) ed esplosive ritardate (efficaci contro veicoli o gruppi di nemici in movimento).
  • fucile di precisione manuale , la prima arma aliena che troverete durante il gioco la sua capacità offensiva e quella di lanciare un potente raggio al plasma in grado di uccidere più di un'unità di fanti questa arma può essere raccolta dalle truppe shadow uccise con una freccia
  • cannone reaper, l'aspetto di questa arma ricorda il gatling solamente con un elevato rinculo che vi costringerà a prendere meglio la mira, anche questo come il pinch è un'arma ibrida tra un gatling (fuoco primario) e un fucile a dispersione (fuoco secondario) . Questo fucile può essere raccolto dalle truppe devastatrici morte
  • mortaio X-PAC, questa è l'arma più devastante di tutto il gioco essa spara 6 granate al plasma colpendo una vasta area, come fuoco secondario invece carica un singolo colpo al plasma in grado di abbattere un pinger in un solo colpo (attenzione: questo fuoco secondario consumerà buona parte di energia dell'arma ) questa arma può essere raccolta dalle truppe devastatrici morte.
  • lanciafiamme al plasma, questa arma può essere raccolta dalle unità schorcher morte, quest' ultima spara plasma infuocato in grado di fare esplodere le unita ceph dentro le loro stesse armature,l'unico modo per ottenere questa arma è quello di colpirle con le frecce statiche altrimenti se li proverete ad uccidere con le armi convenzionali queste unità esploderanno in mille pezzi.

CELL

La CELL a seguito dell'invasione Cef del 2023, è arrivato a dominare il mondo, l'esercito della CELL è enorme ed è dotato delle migliori tecnologie disponibili.

Le truppe CELL però sono deboli fisicamente e la maggior parte possono essere uccise con un solo colpo alla testa, questa debolezza però viene compensata dalle tattiche delle truppe CELL e dal loro utilizzo di armi pesanti e granate.

  • Soldato - Unità CELL base che compone la maggior parte delle armate, equipaggiati con fucili d'assalto, con vari innesti e granate, la loro tattica è quella di restare coperti e sporgersi per sparare o per lanciare delle granate, sono i nemici base e i più semplici da eliminare dato che basta un colpo alla testa con qualisiasi arma per ucciderli.
  • Ricognitori - Soldati esperti nei combattimenti nel Dome, si riconoscono dalla divisa più leggera, portano una semplice giberna con gli equipaggiamenti più essenziali, in testa hanno un passamontagna e una maschera antigas e sono dotati di vari tipi di occhiali e alcuni portano sopra il passamontagna una semplice bandana e delle cuffie, sono armati di fucili d'assalto e hanno a disposizione le granate EMP che azzerano l'energia e annullano i poteri.
  • Devastatori - Soldati CELL equipaggiati pesantemente, un robisto casco rinforzato e una spessa corazza, per questo motivo sono più difficili da abbattere, dato che, anche colpendoli alla testa, solo poche armi riescono ad ucciderli in un solo colpo e hanno una forza fisica maggiore, sono armati di fucili a pompa e armi pesanti.
  • Cecchini - Armati di fucili di precisione e pistola, questi soldati colpiscono da lontano e possono rivelarsi pericolosi visto che le loro armi sono potenti si possono presentare in due versioni, una con la mimetica tattica da cecchino e l'altra senza tale mimetizzazione, questa seconda versione è molto simile ai Ricognitori, anche se sono completamenti differenti per tattiche e approcci..
  • CBRN - Soldati con tuta anti-radiazioni si incontrano solo nella prima missione e sono analoghi ai soldati per equipaggiamento e tattiche. L'unica differenza è che indossano tute Hazmat e questo li rende molto simili a dei ricercatori.
  • Torretta - Torretta automatizzata in dotazione alle truppe CELL, la torretta è programmata per uccidere ogni soggetto nemico, per sconfiggerla bisogna distruggerla oppure violarla rendendola nostra alleta contro i CELL e gli alieni

I Cef[modifica | modifica wikitesto]

In Crysis 3 i nemici alieni sono praticamente gli stessi visti nel precedente capitolo, con poche differenze che riguardano il colore e l'arsenale. Gli alieni conservano il loro aspetto di creature invertebrate, con una testa avente occhi da cefalopode attaccata ad un piccolo busto con numerosi tentacoli (molteplici sul dorso e quattro nelle zone dove noi possediamo braccia e gambe). In Crysis 3 il corpo gelatinoso dei Cef ha un colore tipicamente rosso scuro, anche se le unità più avanzate lo hanno verdazzurro o viola, mentre nel precedente capitolo il loro corpo era tipicamente arancione e, per quanto riguarda le unità più avanzate, rosso scuro o viola. I loro occhi sono ora invece rossi e luminosi. Come in Crysis 2, sul campo di battaglia indossano avanzatissimi esoscheletri meccanici corazzati, impugnano armi e guidano mezzi che li differenziano nelle varie tipologie. Nel gioco sono presenti queste tipologie di Cef:

  • Cacciatori - I primi nemici alieni in cui ci si imbatte, ma non quelli più deboli e comuni, in quanto saranno una bella spina nel fianco del giocatore e appariranno di rado. Appaiono nettamente diversi da quanto visto in Crysis 2: il loro corpo organico è viola e il loro esoscheletro meccanico ha una fisionomia molto animalesca, poiché si è evoluto per adattarsi all'ambiente di New York 2.0 ed ha eliminato dalla sua struttura le armi da fuoco. Esso gli dona forza, resistenza, velocità ed agilità animalesche e incorpora artigli ed aculei letali. Le loro armi consistono in due enormi e letali lame ricurve (una su ogni avambraccio) ed in una lunga coda appuntita utilizzabile come frusta, pungiglione o appendice tentacolare. Attaccano in gruppi numerosi emergendo dalle zone più fitte della giungla per cogliere di sorpresa il nemico, per poi ucciderlo e cibarsene.
  • Fanti - I membri standard dell'alveare dei Cef e quelli più deboli e comuni, sono rimasti praticamente immutati da Crysis 2. Differiscono infatti dai nemici visti in nel precedente capitolo solo per quanto riguarda il loro corpo organico, ora rosso scuro. Il loro esoscheletro meccanico ha una fisionomia umanoide e gli conferisce forza, resistenza, velocità ed agilità metaumane, oltre ad incorporare artigli letali. Il loro arsenale è costituito da Pinch (di cui sfruttano solo la modalità di fuoco automatico) e granate al plasma. Attaccano in gruppi numerosi e utilizzando ogni copertura che l'ambiente offre.
  • Reaver - Una versione più pericolosa dei normali Fanti. Sono all'apparenza uguali a quest'ultimi, ma il loro corpo organico è viola e utilizzano solo la modalità di fuoco semiautomatico del Pinch. Inoltre, a differenza dei Fanti, non fanno uso di granate al plasma e non usano le coperture, scagliandosi a testa bassa sul nemico e arrivando spesso ad attaccarlo fisicamente.
  • Shadow - I tiratori scelti dei Cef, sono simili ai Fanti, ma il loro corpo organico è verdazzurro ed il loro elmo leggermente diverso. Come arma utilizzano il Fucile di Precisione Manuale e non fanno uso delle granate al plasma. Attaccano tirando di precisione da luoghi nascosti e sopraelevati.
  • Pesanti - I soldati di fanteria più pericolosi tra le fila dei Cef, anch'essi praticamente immutati da Crysis 2. Il loro corpo organico è molto grande e di colore viola, ed il loro esoscheletro meccanico è gigantesco, seppur mantenendo fattezze umanoidi. Esso è reso praticamente impenetrabile dalla pesantissima corazza e non gli dona artigli ed aculei letali come ai Cacciatori, ai Fanti, ai Reaver o agli Shadow e li rallenta e li rende goffi, ma gli dona al contempo forza e resistenza sovrumane. Impugnano un Cannone Reaper ed un Mortaio X-PAC e non fanno uso di granate al plasma. Attaccano avanzando imperterriti e devastando tutto sul loro cammino.
  • Pinger - Il veicolo di terra standard delle truppe Cef, rimasto anch'esso praticamente immutato da Crysis 2. Hanno l'aspetto di enormi tripodi meccanici rivestiti da una corazza virtualmente indistruttibile: il loro unico punto debole è infatti il nucleo energetico posizionato dietro alla "testa". Sono armati con una pesante arma a ripetizione al plasma e con un devastante cannone al plasma. La loro arma principale è un generatore di impuli "Ping" a corto raggio in grado di disattivare qualunque attrezzatura elettronica vicina al Pinger, incluse le nanotute. Sono pilotati dall'interno dai Cef, ma in caso di morte del pilota possono essere riattivati mediante i nuclei energetici degli alieni, ritornando operativi come droni (ad un certo punto della storia sarà possibile infatti utilizzare questa loro caratteristica per controllarne uno e rivolgerlo contro i suoi stessi creatori). Il Pinger è anche l'unico veicolo pilotabile (ma solo in determinate mappe) in multigiocatore.
  • Mastermind - l'unità di fanteria più potente di tutto l'arsenale Cef, esso infatti è in grado di raccogliere parte degli esoscheletri dei fanti per utilizzarli come armatura o per formare dei piccoli cannoni al plasma devastanti (consiglio: utilizzare ,se ne avete la possibilità, la modalità occultamento per poi comparirgli alle spalle e colpirlo mortalmente) inoltre ci saranno dei momenti in cui vi cercherà di catturare(2) con un raggio attraente per uccidervi, qui non vi rimane che spingere ripetutamente il tasto che comparirà sotto di voi. Questo sarà il vostro primo boss alieno.
  • Ceph alpha - questo sarà il boss finale del gioco, non che l'unità Cef più potente che abbiate mai incontrato in tutti e tre i giochi di Crysis, è gigantesco e inoltre vi colpirà con 3 torrette al plasma pesanti che si trovano sui suoi bracci e come se non bastasse vi colpirà con la sua potente trivella che consiglio caldamente di evitare correndo , l'aspetto ricorda quello di un verme ma in realtà quella che vedete è una semplice armatura, questa stessa armatura la potete vedere mentre viene assemblata durante gli eventi di Crysis 1
  • Schorcher - questi sono droni dei Cef in grado di sparare plasma infuocato col quale provocano ingenti danni, c'è la possibilità di inabilitarli per un periodo breve così da consentirvi un'azione per ucciderli, il metodo più semplice per metterli fuori uso è quello di utilizzare una freccia statica dell'arco da predatore.

Multiplayer[modifica | modifica wikitesto]

Al Gamescom 2012 è stata poi svelata una nuova modalità multigiocatore vfgc chiamata Hunter[1]: 2 predatori con la nanotuta e l'arco compound dovranno uccidere 14 C.E.L.L. entro 2 minuti. Ogni volta che un C.E.L.L. verrà ucciso, rinascerà tra le file degli Hunters (player con la nanotuta).

Motore grafico[modifica | modifica wikitesto]

Il CryENGINE 3, non è stato migliorato particolarmente rispetto a Crysis 2. Come al solito la versione PC rimane la più performante sia a livello grafico sia a livello di framerate (computer permettendo). Fa uso delle librerie DX11, tassellazione e texture ad alta risoluzione.

Per quanto riguarda le versioni PlayStation 3 e Xbox 360 del gioco hanno le stesse particolarità di Crysis 2: la versione PlayStation 3 ha una risoluzione nativa di 1024x720 pixel; la versione Xbox 360 di 1152x720 pixel. Il problema di framerate che si presentava su Xbox 360, durante le situazioni più caotiche, è stato risolto, ed ora su entrambe le console, il gioco ha una media di 24-25 fps. Difficilmente (come accaduto in Crysis 2, contrariamente a quanto promesso da Crytek) il gioco riesce a mantenersi a 30 fps stabili.

Su Xbox 360 lo screen tearing raggiunge l'1,7%.

Gli effetti volumetrici di luminosità e HDRI, che in Crysis 2 erano migliori su PS3, sono ora stati portati ad un livello praticamente identico su entrambe le console. Tuttavia le approfondite conoscenze e i continui studi di Crytek hanno permesso alla versione PlayStation 3 di mostrare (nonostante la risoluzione nativa più bassa) texture a risoluzione più elevata, rispetto alla versione Xbox 360.[2]

Il gioco utilizza un tipo di antialiasing noto come SMAA, sviluppato appositamente da Crytek.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 febbraio 2013 EA ha annunciato due edizioni speciali del gioco[3]:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Crysis 3 ha ottenuto una nomination all'Italian VideoGame Awards 2012.
  • Girando per la città si trovano dei cartelloni della Crytek, ovvero la ditta produttrice del gioco.
  • Nella scena finale nella capanna si vede la foto "originale" della Squadra Raptor. Gli elementi sono sei (da sinistra a destra): Jester, Aztec, Prophet, Psycho, Sean O'Neill e un "sesto soldato". Probabile che il "sesto soldato" sia il soldato caduto durante la missione di cui si sentono le registrazioni in Crysis Warhead. È altrettanto probabile che questo soldato sia il nipote del Comandante Lockhart di Crysis 2 (questo spiegherebbe l'odio che prova nei confronti di Prophet, che è il capo della squadra, e della nanotuta). Nomad non è presente nella foto perché (come si capisce dai discorsi tra Psycho e O'Neill durante Crysis Warhead) è subentrato a O'Neill dopo quell'incidente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]