Coop Svizzera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coop Svizzera
Logo
Stato Svizzera Svizzera
Tipo società cooperativa
Fondazione 1890 come USC, 1969 come Coop Svizzera a Basilea
Sede principale Basilea
Filiali 1.915 punti vendita (di cui 4 nel Liechtenstein)
Persone chiave Irene Kaufmann-Brändli (presidente del consiglio di amministrazione), Hansueli Loosli (presidente della direzione generale)
Settore grande distribuzione organizzata
Prodotti alimentari, beni di largo consumo, non alimentari
Fatturato Green Arrow Up.svg 18,717 miliardi di CHF (consolidato) (2009)
Utile netto Green Arrow Up.svg 430 milioni di CHF (consolidato) (2009)
Dipendenti 52.974 (2009)
Slogan «Per me e per te»
Sito web www.coop.ch

La Coop Svizzera (Coop Schweiz in tedesco, Coop Suisse in francese) è una cooperativa di consumo della Svizzera, il secondo operatore della grande distribuzione elvetica dopo Migros.

Coop Svizzera, pur avendo nome e logo simili, non ha alcun rapporto societario con Coop Italia e con il Sistema Coop italiano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Supermercato Coop a Biberist

La prima cooperativa di consumo svizzera è stata fondata dall'imprenditore tessile Jean Jeny nel 1850. Successivamente diverse società cooperative sono state fondate in numerose città svizzere. Dopo due tentativi infruttuosi nel 1853 e nel 1869, l'11 gennaio 1890 viene fondata ad Olten l'Unione Svizzera delle Società di Consumo.

Questo consorzio raggruppa le cooperative di Zurigo, Grenchen, Bienne, Olten e Basilea, che sarà designata come cooperativa coordinatrice. Alla fine dell'anno l'Unione conta 43 cooperative membre e nel 1892 aprirà un primo magazzino centralizzato di distribuzione all'ingrosso.

Nel 1883 l'Unione si trasforma in società cooperativa, ai sensi del diritto cooperativo presente nel primo Codice federale delle obbligazioni del 1883. Essa pubblica il suo primo bollettino d'informazione rivolto alle società affiliate, seguito, nel 1904, da un giornale popolare chiamato "Cooperazione". Nel 1915, l'Unione riunisce 407 società cooperative. Dalla fine della Seconda guerra mondiale, l'Unione aumenta ancora la sua importanza e, nel 1948 apre un primo magazzino a libero servizio a Zurigo. Dieci anni più tardi, l'Unione ne conterà più di 3200, per 572 cooperative membre, cifre ormai superate.

Gli anni 1960 sono movimentati: l'Unione si lancia nella pubblicità televisiva, ma nel 1967 il suo giro d'affari è intaccato da quello delle cooperative Migros. Nel 1969, l'Unione svizzera delle società di consumo diventa Coop Svizzera e avvia un primo piano di fusioni con l'obiettivo di ridurre il numero delle cooperative a 30-40 dal 1975. Tuttavia nel 1979 erano presenti ancora 67 cooperative, e Coop Svizzera lancerà un secondo piano di fusioni che permetterà nel 1983 di arrivare a 40 cooperative e 18 centrali di distribuzione.

Nel 1980 Coop Svizzera acquisisce la Radio TV Steiner S.A.

Continuano intanto i progetti per razionalizzare il numero di cooperative: nel 1986 si passò da 40 a 18 cooperative e si creò un'unica centrale di distribuzione. 11 anni dopo, nel 1997 si progettò un piano chiamato "RegioForte" al fine di unificare ulteriormente le cooperative presenti in un numero limitato di cooperative regionali (un po' come in Italia), però questo piano non ebbe successo. L'anno successivo si avviò invece un piano ancora più accentrativo, "CoopForte", che concentrò tutte le cooperative esistenti all'epoca (14) nel consorzio Coop Svizzera, che da consorzio si trasformò così in cooperativa unica nazionale, con un'organizzazione decentrata in 5 regioni di vendita (Svizzera Romanda, Berna, Svizzera del Nord-Ovest, Svizzera Centrale-Zurigo, Svizzera Orientale-Ticino).

Nel 2007 Coop Svizzera ha rilevato gli ipermercati svizzeri di Carrefour.

Nel 2010 Coop Svizzera acquisisce dal gruppo Rewe il 50% di TransGourmet, salendo così al 100%. Si consolida così il ruolo di Coop Svizzera nella gestione dei cash and carry e foodservice, in particolare al gruppo TransGourmet fanno capo al le società Howeg (Svizzera), Rewe-Foodservice (Germania) e TransGourmet France (Francia) nel settore dell'ingrosso, Prodega-Growa CC (Svizzera) e Fegro-Selgros (Germania, Polonia, Romania e Russia) in quello del Cash & Carry.

Soci e servizi[modifica | modifica sorgente]

  • Al 31 dicembre 2010 i soci erano 2.666.242.
  • In Coop Svizzera è presente la cassa depositi, un servizio simile al prestito sociale italiano, e offre anche alcuni servizi aggiuntivi, come il cambio valuta direttamente nei punti vendita;
  • Coop Svizzera è operatore mobile virtuale su rete Orange con il marchio CoopMobile.

La rete di vendita (al 31-12-2010)[modifica | modifica sorgente]

La rete di vendita è molto capillare sul territorio e diversificata.

Punti vendita alimentari[modifica | modifica sorgente]

  • 512 superette a insegna Coop;
  • 229 convenience store a insegna Coop Pronto, di cui 178 nelle stazioni di servizio Coop;
  • 182 supermercati a insegna Coop;
  • 90 superstore a insegna Coop;
  • 33 grandi magazzini a insegna Coop City;
  • 31 ipermercati a insegna Coop Megastore.

Punti vendita non alimentari[modifica | modifica sorgente]

  • 70 negozi di prodotti per il fai da te a insegna Coop Edile+Hobby (in tedesco Coop Bau+Hobby);
  • 200 negozi di elettronica ad insegna Interdiscount;
  • 54 negozi di mobili e prodotti di illuminazione a insegna TopTip e Lumimart
  • 103 negozi di profumeria ad insegna Import;
  • 79 negozi di gioielleria ad insegna CHRIST Orologi & Gioielli;
  • 42 farmacie Coop Vitality;
  • 189 stazioni di servizio;
  • 188 ristoranti Coop;
  • 4 ristoranti Da Giovanni
  • 3 alberghi.

Alleanze[modifica | modifica sorgente]

Coop Svizzera aderisce a Coopernic, alleanza europea con sede a Bruxelles a cui aderisce anche il consorzio italiano Conad, il gruppo tedesco Rewe, il gruppo francese E.Leclerc e il belga Colruyt.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sito ufficiale