Compagnie Industriali Riunite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
CIR - Compagnie Industriali Riunite S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per Azioni
Borse valori Borsa Italiana: CIR
Fondazione 1976 a Torino
Sede principale Via Ciovassino, 1 - 20121 Milano
Gruppo COFIDE
Persone chiave Rodolfo De Benedetti, presidente esecutivo
Settore holding
Prodotti Energia, Media, Sanità, automobile, finanza
Fatturato 5 miliardi di euro (2012)
Dipendenti 13.940 (gruppo) (2012)
Sito web www.cirgroup.com

CIR - Compagnie Industriali Riunite S.p.A.[1] è una holding italiana quotata in borsa e controllata al 46% dalla COFIDE della famiglia De Benedetti. La società nasce nel 1976, quando Carlo De Benedetti rileva la Concerie Italiane Riunite, azienda conciaria torinese, dalla Famiglia Bocca, storico proprietario[2], e la trasforma in una holding di partecipazioni industriali. La società viene poi ridenominata Compagnie Industriali Riunite. Rodolfo De Benedetti, amministratore delegato di Cir per circa vent'anni, è oggi presidente esecutivo del gruppo. Monica Mondardini è amministratore delegato.

La CIR oggi è a capo di un gruppo industriale attivo nell’energia, nei media, nella componentistica auto, nella sanità e negli investimenti non-core (venture capital, private equity e altri investimenti). Nel 2012 il gruppo CIR ha registrato un fatturato di circa 5 miliardi[3]. I dipendenti del gruppo sono circa 14mila.

Il Gruppo[modifica | modifica sorgente]

L’attività principale del gruppo oggi è rappresentata da Sorgenia, società costituita da CIR nel 1999 grazie a un accordo con l’utility austriaca Verbund e divenuta negli anni uno dei principali operatori italiani nel settore dell’energia elettrica e nel gas. Sorgenia è attiva nella produzione e vendita di energia elettrica e nella vendita di gas naturale con circa 500 000 clienti in tutto il territorio nazionale. Dopo essersi focalizzata per alcuni anni sul segmento delle partite IVA e delle piccole imprese, nel 2011 la società è entrata nel mercato della fornitura di energia elettrica per le famiglie. CIR è azionista di controllo di Sorgenia con una quota del 52,9%. Nel 2012 Sorgenia ha ottenuto un fatturato di circa 2,6 miliardi di euro.

Nel settore dei media CIR controlla il Gruppo Editoriale L'Espresso azienda editoriale quotata in Borsa alla quale fanno capo il quotidiano la Repubblica, il settimanale L’Espresso e altri magazine, 18 giornali locali, tre emittenti radiofoniche nazionali (Radio Deejay, Radio Capital e M2O), due emittenti televisive, una divisione digitale e una concessionaria pubblicitaria. Il gruppo è attivo anche nelle infrastrutture televisive con due multiplex per il digitale terrestre. Nel 2012 il Gruppo Editoriale l’Espresso ha ottenuto un fatturato di 812,7 milioni di euro.

Nella componentistica per autoveicoli opera la controllata SOGEFI, uno dei principali operatori mondiale dei settori sistemi motore (filtrazione e sistemi aria-motore) e componenti per sospensioni (molle di precisione, barre stabilizzatrici). Fondata a Mantova nel 1980, SOGEFI oggi fornisce le più importanti case automobilistiche mondiali e opera in 21 paesi di cinque continenti con 43 stabilimenti. La storia di SOGEFI è caratterizzata da numerose acquisizioni, in particolare in Europa e in Sud America: l’ultima in ordine di tempo è stata quella di Mark IV Systèmes Moteurs (sistemi motore), perfezionata a fine luglio 2011. Nel 2012 Sogefi ha ottenuto ricavi a oltre 1,3 miliardi di euro, record storico del gruppo.

KOS, controllata da CIR e partecipata dal fondo AXA Private Equity, opera nella sanità socio-assistenziale. Costituito nel 2003 con il nome di Holding Sanità e Servizi, KOS è attiva nella gestione di residenze sanitarie assistenziali (attraverso il marchio Anni Azzurri) e di centri di riabilitazione (S.Stefano). La società, inoltre, fornisce e gestisce tecnologie medicali diagnostiche e terapeutiche attraverso la controllata Medipass. Il gruppo KOS è uno dei principali operatori italiani del settore con oltre 63 strutture gestite nel centro-nord Italia. Recentemente il gruppo ha avviato una joint-venture in India nel settore delle tecnologie medicali. KOS impiega circa 4.100 dipendenti per un fatturato annuo di circa 350 milioni di euro.

Il gruppo CIR è inoltre attivo in varie iniziative di investimento come il fondo di venture capital CIR Ventures, una serie di partecipazioni nel settore del private equity e un portafoglio di crediti non performing. Nel corso del 2011, il gruppo CIR ha acquistato una quota di circa il 20% del gruppo SEG (Swiss Education Group), attivo nella formazione nel settore dell’hospitality (hotel, ristorazione, ecc.) con sei strutture e oltre 5.000 studenti provenienti da tutto il mondo.

Principali Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Consiglio di Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il Consiglio di Amministrazione di CIR, nominato il 29 aprile 2011, è composto da tredici membri (rispetto ai precedenti quattordici), sette dei quali sono indipendenti. CIR è una delle società quotate italiane ad avere il più elevato numero di consiglieri donne (quattro su tredici)[4]. L’attuale Consiglio resterà in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2013. I componenti il Consiglio sono i seguenti:

  • Carlo De Benedetti, presidente onorario e consigliere
  • Rodolfo De Benedetti, presidente esecutivo
  • Monica Mondardini, amministratore delegato
  • Giampio Bracchi, consigliere
  • Franco Debenedetti, consigliere
  • Dominique Senequier, consigliere
  • Michael Pistauer, consigliere
  • Franco Girard, consigliere
  • Silvia Giannini, consigliere
  • Maristella Botticini, consigliere
  • Claudio Recchi, consigliere
  • Guido Tabellini, consigliere
  • Stefano Micossi, consigliere

In carica fino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2013

Azionisti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ CIR Compagnie Industriali Riunite: Chi siamo.
  2. ^ MuseoTorino - Scheda: Concerie Italiane Riunite (CIR)
  3. ^ CIR Compagnie Industriali Riunite: Comunicati stampa
  4. ^ Quote, anticipare la legge si può | La ventisettesima ora

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia