Charlie Hunnam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charlie Hunnam

Charles Matthew Hunnam, noto come Charlie Hunnam (Newcastle upon Tyne, 10 aprile 1980), è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I primi passi[modifica | modifica sorgente]

Charlie Hunnam in una recente immagine

Nato a Newcastle upon Tyne (Regno Unito), ha iniziato la sua carriera di attore in giovanissima età, a soli nove anni, in un programma televisivo per bambini in onda su una rete nazionale inglese.

Charlie era il più giovane dei due figli di un padre da lui descritto come duro e forte e di una mamma un po' bohemienne che lasciò il marito quando lui aveva due anni.[1] Si trasferì, a 12 anni, nel Lake District: la madre, intanto, si era risposata. Furono per il ragazzo anni non facili sia nel rendimento scolastico che nei rapporti sociali.[2] Sentendosi portato per le discipline artistiche, si iscrisse al Cumbria College of Art and Design dove conseguì un buon risultato. Fece, al contempo, dei piccoli lavori per rendersi indipendente economicamente, ma saranno la sensibilità artistica e il gradevole aspetto ad aiutarlo nel debutto cinematografico e televisivo. Un manager di produzione dello show per bambini,[3] Byker Grove, notò Charlie vestito da clown in un negozio di calzature: fu subito scritturato nel suo primo ruolo, come Jason, in tre episodi del suddetto programma. Nel 1999 partecipò per la prima volta a un film - Whatever Happened to Harold Smith? - nella parte di Daz.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Divenne poi famoso interpretando Nathan Maloney nella serie televisiva britannica Queer as Folk del 1999. La sua notorietà si estese anche fuori dall'Inghilterra soprattutto con Hooligans, nel ruolo del coprotagonista Pete Dunham. Si recò dunque a Los Angeles, dove decise di stabilirsi, e la sua carriera si espanse con la parte di Gregor Ryder in WB Television Network - Youngs americans.[4] Apparve poi in "Undeclared", dove fu lo studente "Lloyd Haythe". Le critiche rivolte allo short-lived non furono favorevoli tanto da essere cancellato dopo una stagione. Charlie interpretò ancora Abandon, Nicholas Nickleby e Cold Mountain. Dopo aver ricoperto il ruolo di Pete Dunham in Green street, recitò in Children of men (2006) e Sons of Anarchy (2008), che consolidarono la sua fama.[5] La serie televisiva ruota intorno a un club di motociclisti in una piccola immaginaria città della California. Charlie è stato scelto (Jackson "Jax" Teller) dopo che Kurt Sutter, il creatore della serie, lo vide in Hooligans. Nel 2009 Hunnam vendette la sua sceneggiatura Vlad al Summit Entertainment, basata soprattutto sulla giovinezza di Vlad Tepes Dracula, principe di Valacchia.[6]

Charlie ha ricevuto tre nomine come miglior attore in un Drama Series: Ewwy Awards (2011 e 2012), Critic' choice Television Award (2012). La sua versatilità in parti diverse e l'aspetto esteriore (1,85 di altezza, atletico, capelli lisci, lunghi e barbetta biondi, occhi azzurri) lo hanno reso assai noto al grande pubblico non solo inglese e americano. Hunnam, infatti, si è classificato nono nella lista dei 100 uomini più sexy del mondo stilata da Elle Girl.[7]

Il 2 settembre 2013 la scrittrice britannica E. L. James annuncia sul suo profilo Twitter di aver scelto Charlie Hunnam per interpretare il personaggio dell'aitante miliardario Christian Grey nella versione cinematografica del suo romanzo best-seller Cinquanta sfumature di grigio. Ma a pochi giorni dall'inizio delle riprese, Hunnam lascia la produzione del film a causa di impegni televisivi.[8]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Vive negli Stati Uniti dal 2004.

Nel 1999, durante i provini per Dawson's Creek, incontra l'attrice americana Katharine Towne con la quale, dopo un mese, convola a nozze a Las Vegas. La coppia ha divorziato nel 2002. Dal 2007 ha una relazione con Morgana McNelis, creatrice di gioielli.[9]

Nel 2013, dopo aver girato Pacific Rim di Guillermo del Toro, Charlie rende pubblica la propria decisione, presa insieme alla fidanzata, di lasciare Los Angeles per risiedere fuori città, in un ranch, più tranquillo rispetto alla città.[10]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Charlie Hunnam Interview", Stumped Magazine, 28 Gen. 2012
  2. ^ La Times, Retrieved, 16 feb. 2013
  3. ^ "Profile - Charlie Hunnam", USA Today, 16 feb. 2013
  4. ^ "Profile - Charlie Hunnam", Lilith of Sherwood, 16 feb. 2013
  5. ^ "ET - Charlie Hunnam", La Times, 16 feb. 2013
  6. ^ "Story of Vlad", Bloody Disgustind, 15 mar. 2013
  7. ^ "Profile - Charlie Hunnam", Maison de Morgana, 12 apr. 2013
  8. ^ Cinquanta Sfumature di Grigio: Charlie Hunnam lascia la produzione, badtaste.it. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  9. ^ "Profile - Charlie Hunnam", Maison de Morgana, 16 feb. 2013
  10. ^ Just Jared, 02 Au. 2013

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Emily Smith, The Charlie Hunnam Handbook - Everything you need to know about Charlie Hunnam, Emereo Pty Limited, Dayboro, 2011 ISBN 1-74338-262-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 19368443 LCCN: no2003057702