Cave Story

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Cave Story
Cave Story.gif
Sviluppo Studio Pixel, Nicalis
Pubblicazione Nicalis
Ideazione Daisuke Amaya
Data di pubblicazione 20 dicembre 2004
Genere Avventura dinamica, Piattaforme
Tema Fantascienza
Modalità di gioco giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Mac OS X, Linux, Playstation Portable, Xbox, Amiga, Nintendo 3DS, GP2X, GP2X WIZ
Distribuzione digitale WiiWare, Steam
Periferiche di input tastiera, joystick

Cave Story (洞窟物語 Dōkutsu Monogatari?) è un videogioco realizzato da Daisuke Amaya detto "Pixel" in cinque anni di lavoro[1]. Si tratta di una avventura dinamica/platform, ispirato per modalità di gioco ai celebri Metroid e Castlevania. È stato inizialmente pubblicato sotto licenza freeware per Microsoft Windows in lingua giapponese, in seguito tradotto e portato per Mac OS X, Linux, Playstation Portable, Xbox, Amiga OS e GP2X; sono state inoltre realizzate versioni a pagamento per Wii (ottenibile attraverso il canale WiiWare), una versione "plus" (Cave Story+) scaricabile a pagamento da Steam per Mac OS, Windows e Linux, e un remake intitolato Cave Story 3D per Nintendo 3DS.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista, chiamato Quote ("Citazione" in Inglese), si risveglia in una caverna sotterranea (Start Point) senza ricordare chi è ne come è arrivato lì. Poco dopo si imbatterà in un villaggio di creature antropomorfe simili a conigli chiamati Mimiga, perseguitati da uno scienziato malvagio che ha mandato due dei suoi scagnozzi, Misery e Balrog, a rapire un Mimiga di nome Sue per svolgere degli esperimenti. All'inizio i nostri scopi saranno vaghi, poi dovremo trovare Sue, sconfiggere il Dottore, salvare più Mimiga possibili e fuggire dall'isola volante dove il gioco è ambientato, terminati i quali sarà possibile vedere uno dei tre finali differenti. Sono molti gli eventi precedenti a Cave Story, che scopriremo durante il corso del gioco.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco riprende le due dimensioni in stile 8 bit, e ci catapulta nel pieno dell'azione. Il ritmo della partita è rapido e non troppo impegnativo, ma con un'impennata incredibile nelle parti finali. Proprio in questa parte tutte le scelte che abbiamo fatta durante la trama si ripercuotono sul finale, che vanta tre diverse varianti: una drammatica, una meno drammatica della precedente ed il classico lieto fine.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Quote: è il robot protagonista del gioco. Fu inviato sull'isola 10 anni prima degli eventi di Cave Story con il robot Curly Brace per distruggere la Demon Crown. All'inizio di Cave Story si sveglia senza ricordare niente di se stesso e della sua missione.
  • Curly Brace: anche Curly, come Quote perde la memoria. Decide di proteggere i Mimiga bambini nella Sand Zone.
  • Sue Sakamoto: la sorella di Kazuma e figlia di Momorin Sakamoto che è alla ricerca di un modo per sventare i piani del Dottore di dominio del mondo, ma lungo la strada è stata trasformata in un Mimiga da Misery.
  • Kazuma Sakamoto: scienziato a capo della ricerca dell'isola Mimiga e il fratello di Sue.
  • Momorin Sakamoto: madre di Sue e Kazuma, è anch'essa una scienziata.
  • Balrog: uno scagnozzo del dottore, quello che incontreremo più di tutti nel corso del gioco e che presto si rivelerà di buon cuore, ha la forma di una valigia.
  • Misery: una strega al servizio del Dottore, figlia di Jenka, una strega più potente.
  • Il Dottore: è l'antagonista principale del gioco; trova la Demon Crown, una corona che dà poteri inimmaginabili. Il suo piano consiste nel costituire un'armata di Mimiga per conquistare la superficie della terra.
  • King: il capo dei Mimiga, è tastardo ma ci tiene a proteggere Toroko per la promessa fatta a suo fratello Arthur prima di morire.
  • Professor Booster: ingegnere e scienziato approdato sull'isola assieme ai Sakamoto.
  • Itho: ingegnere di grande talento, specializzato nella costruzione di razzi.
  • Toroko: Un innocente mimiga, sorella di Arthur. Viene rapita dal Dottore al posto di Sue.
  • Arthur: prode guerriero mimiga, fratello di Toroko. È morto contro un orco prima degli eventi del gioco.
  • Jack: secondo al comando tra i mimiga, guardiano del cimitero.
  • Jenka: potente strega che vive da molto tempo all'interno dell'isola. Adora giocare con i suoi cinque cuccioli.
  • Ballos: fratello minore di Jenka, con un triste passato. Ha una forza magica smisurata.
  • Il Nucleo: grazie a questo mostro enorme l'isola fluttuante resta in cielo, ha l'aspetto di una noce di cocco.
  • Tetsuzou: un armaiolo eremita che ha lavorato per molto tempo alla Stella Polare, che Quote poi prenderà senza il suo permesso.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

  • Stella Polare: l'arma che si trova all'inizio del gioco nella casa dell'armaiolo eremita.
  • Spur: potenziamento della Stella Polare, è l'arma più potente del gioco. La differenza rispetto alle altre armi è che il colpo va prima caricato se si vuole aumentare il danno.
  • Mitragliatrice: l'arma di Curly. Quando la sconfiggi ti propone di scambiare la tua Stella Polare con la sua arma. Sparando verso il basso con quest'arma si può fluttuare.
  • Palla di Fuoco: arma che si ottiene come ricompensa da Santa per aver trovato la chiave della sua casa.
  • Serpente: arma prodotta da Chaba nel labirinto combinando la Stella Polare con la Palla di Fuoco. Quest'arma è interessante e strategica perché i suoi colpi attraversano gli ostacoli.
  • Spada: la spada del mimiga King, che ti consegna prima di morire, ucciso da Misery.
  • LanciaMissili: arma dotata di grande potenza ma con un caricatore limitato (ma che viene ampliato con determinati bonus).
  • Super LanciaMissili: potenziamento del LanciaMissili normale, di cui aumenta la velocità del colpo e il danno inflitto.
  • Bubbler: arma che spara bolle, che possono essere caricate per un attacco di massa.
  • Nemesi: arma per esperti, visto che più sale di livello, più debole diventa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Independent Gaming Source: The PIXEL Interview

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi