Caterina d'Asburgo (1507-1578)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Caterina di Spagna)
Caterina d'Austria
Infanta Caterina of Spain.jpg
Regina consorte del Portogallo
In carica 10 febbraio 1525 – 11 giugno 1557
Nascita Torquemada, Spagna, 14 gennaio 1507
Morte Lisbona, Portogallo, 12 febbraio 1578
Padre Filippo I di Castiglia
Madre Giovanna di Castiglia
Consorte Giovanni III del Portogallo
Figli Maria Emanuela, Principessa delle Asturie

Caterina d'Asburgo (Torquemada, 14 gennaio 1507Lisbona, 12 febbraio 1578) , regina del Portogallo, fu l'ultima figlia di Giovanna regina di Castiglia detta la Pazza e del re di Castiglia Filippo I d'Asburgo.

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

Non conobbe mai il padre perché lui morì prima della sua nascita e, in seguito alla morte di Filippo, la madre Giovanna fu rinchiusa, in quanto ritenuta insana di mente, nel castello di Tordesillas. Caterina quindi nacque praticamente in stato di prigionia e condusse una infanzia segregata accanto alla madre. Tra le due si sviluppò un rapporto strettissimo: nel 1518 Carlo, il futuro re di Spagna, visto con i propri occhi lo stato di segregazione in cui viveva la bambina, costretta a guardare i coetanei giocare dall'alto di una torre, la sottrasse di nascosto alla madre. Immediatamente, sia la bambina che Giovanna si lasciarono andare alla disperazione minacciando di lasciarsi morire: dopo pochi giorni furono ricongiunte. Crebbe quindi priva di lussi e di una educazione appropriata per il suo rango. Anzi, le stanze in cui alloggiava erano davvero fatiscenti se paragonate ai palazzi regali in cui erano cresciuti e che tuttora abitavano i fratelli più grandi. Insieme alla madre, dovette subire spesso le angherie dei nobili incaricati di sorvegliarle, nutrendosi male e indossando soltanto miseri abiti di lana grezza.

Tale ambiente quindi influì sulla sua personalità.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il fratello Carlo V la diede in sposa a Giovanni III Aviz. Divenne quindi regina del Portogallo.

La coppia ebbe nove figli ma solo due raggiunsero l'età adulta:

Reggenza[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte dell'ultimo figlio ed erede al trono nel 1554 e poi di quella del marito nel 1557, Caterina divenne per alcuni anni la reggente del Portogallo in nome del nipote Sebastiano I, che successe al trono a soli tre anni.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgarda Ferri. Giovanna la pazza. Milano, Oscar Mondadori,1998. ISBN 88-04-44266-2
  • Guido Gerosa. Carlo V. Milano, Oscar Mondadori,1992. ISBN 88-04-43429-5
  • Altre notizie sono state prese dalla corrispondente voce nella Wikipedia inglese.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Regina consorte del Portogallo Successore
Eleonora d'Austria 10 febbraio 1525 – 11 giugno 1557 Anna d'Austria

Controllo di autorità VIAF: 37725563