Carole Montillet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carole Montillet
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Altezza 164 cm
Peso 73 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante
Squadra Villard de Lans 38
Ritirata 2006
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 0 0 1
Coppa del Mondo - Supergigante 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Specialità Rally
Statistiche aggiornate al novembre 2010

Carole Montillet (Grenoble, 7 aprile 1973) è una pilota automobilistica ed ex sciatrice alpina francese. Specialista delle gare veloci in attività tra la fine degli anni novanta e gli inizi del decennio successivo, fu una delle atlete di punta dalla Nazionale di sci alpino della Francia. In carriera conquistò otto vittorie in Coppa del Mondo e la Coppa del Mondo di supergigante nel 2003. Riuscì anche a salire sul gradino più alto del podio nella discesa libera ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, negli Stati Uniti.

In seguito al matrimonio assunse anche il cognome del coniuge[senza fonte] e gareggiò come Carole Montillet-Carles.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1991-1998[modifica | modifica wikitesto]

Carole Montillet debuttò in campo internazionale ai Mondiali juniores di Geilo/Hemsedal 1991, senza ottenere risultati di rilievo. In Coppa del Mondo ottenne il primo risultato di rilievo il 15 dicembre 1991 a Santa Caterina Valfurva, piazzandosi 30ª in supergigante. Ai Mondiali di Morioka 1993, sua prima partecipazione iridata, si classificò 8ª nella discesa libera. Nella stessa stagione conquistò il suo primo podio in Coppa del Mondo: 3ª nella discesa libera di Kvitfjell del 13 marzo.

Dopo alcune stagioni durante le quali alternò presenze in Coppa del Mondo a gare di Coppa Europa, nel 1996 partecipò ai Mondiali della Sierra Nevada, classificandosi 20ª nella discesa libera e 11ª nel supergigante. Si migliorò l'anno dopo nella rassegna iridata di Sestriere, dove nelle stesse specialità si piazzò rispettivamente 7ª e 4ª. Ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, sua prima presenza olimpica, si classificò al 14º posto sia nella discesa libera sia nel supergigante.

Stagioni 1999-2006[modifica | modifica wikitesto]

Fu al cancelletto di partenza della discesa libera e del supergigante anche ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 1999, dove ottenne rispettivamente il 22º e il 15º posto. Due stagioni dopo arrivarono la prima vittoria in Coppa del Mondo, il 16 febbraio 2001 nel supergigante di Garmisch-Partenkirchen, e la partecipazione ai Mondiali di Sankt Anton, dove arrivò 10ª nella discesa libera e 5ª nel supergigante. L'anno dopo ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, dopo esser stata portabandiera della Francia durante la cerimonia di apertura, vinse la medaglia d'oro nella discesa libera e si classificò 7ª nel supergigante e 18ª nello slalom gigante.

Nella stagione 2002-2003 vinse la Coppa del Mondo di supergigante, anche grazie a due successi di gara nella specialità (oltre ai tre in discesa libera), e partecipò ai Mondiali di Sankt Moritz (7ª nella discesa libera, 14ª nel supergigante, 19ª nello slalom gigante). Nella stagione seguente ottenne il suo miglior piazzamento in carriera sia nella classifica generale di Coppa (5ª), sia in quella di discesa libera (3ª), mentre in quella di supergigante non riuscì a ripetere il successo dell'anno prima e chiuse 2ª.

A Bormio 2005, sua ultima partecipazione iridata, vinse la medaglia d'oro nella gara a squadre, si classificò 21ª nella discesa libera e non concluse il supergigante. L'anno dopo ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 fu 28ª nella discesa libera e 5ª nel supergigante. Diede l'addio alla Coppa del Mondo il 15 marzo 2006 a Åre, in Svezia, dopo aver concluso la sua ultima discesa libera; si congedò definitivamente dall'attività agonistica il 1º aprile successivo partecipando a una gara FIS nel suo paese d'origine, Villard-de-Lans.

Carriera automobilistica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro si è dedicata alle competizioni rallistiche insieme all'ex compagnia di squadra Mélanie Suchet[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo[modifica | modifica wikitesto]

Sci alpino[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Località Paese Specialità
16 febbraio 2001 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania SG
7 dicembre 2002 Lake Louise Canada Canada DH
13 dicembre 2002 Val-d'Isère Francia Francia SG
15 gennaio 2003 Cortina d'Ampezzo Italia Italia SG
5 dicembre 2003 Lake Louise Canada Canada DH
6 dicembre 2003 Lake Louise Canada Canada DH
18 gennaio 2004 Cortina d'Ampezzo Italia Italia DH
1 febbraio 2004 Haus Austria Austria SG

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante

Campionati francesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Pierre Orlac'h, Carole Montillet: "Le Rallye Aïcha des Gazelles est plus dur que le Dakar" in Les dessous du sport, 8 marzo 2009. URL consultato il 12 luglio 2010.
  2. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali). URL consultato il 5 agosto 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere della Francia ai Giochi olimpici invernali Successore
Philippe Candeloro Salt Lake City 2002 Bruno Mingeon