Buick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Buick Motor Company
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1903 a Flint (Michigan)
Fondata da David Dunbar Buick
Sede principale Detroit
Gruppo General Motors
Settore Autoveicoli
Sito web www.buick.com
Il bouchon de radiateur della Buick negli anni trenta

La Buick Motor Company è una casa automobilistica americana fondata da David Dunbar Buick nel 1903 a Flint (USA) ed ora facente parte del gruppo General Motors.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fondazione della Buick nel 1904 la casa venne acquisita da James H. Whiting e affidata alle cure di William C. Durant per la sua gestione. In breve tempo la Buick divenne la più grossa fabbricante di automobili degli Stati Uniti e Durant riuscì ad acquisire vari altri marchi presenti sul mercato, creando un grande agglomerato industriale a cui diede il nome di General Motors.

Se nei primi tempi le aziende del gruppo si facevano concorrenza l'un l'altra, la gestione di Durant pose fine a questo stato di cose assegnando ad ogni marchio una fetta specifica di mercato.

La Buick fu designata a produrre vetture di alta gamma, il secondo marchio più lussuoso dell'intero gruppo, secondo solo alla Cadillac; questa posizione è rimasta invariata sino ad oggi.

Modelli storici[modifica | modifica wikitesto]

Il primo modello prodotto fu un due cilindri contrapposti con testa a L che non ebbe successo, così come il secondo, una Double Phaeton con motore a valvole in testa.

Subentrarono quindi nuovi modelli a sei cilindri da 3.100 e 5.400 cm³, e nel 1931 arrivarono pure motori a otto cilindri.

Buick Century del 1939

Dopo la crisi del 1929 che interessò la casa per i primi anni trenta, ci fu una netta ripresa con l'entrata in produzione delle vetture Special, Century, Roadmaster, Limited e Super.

Dopo l'interruzione per il conflitto mondiale la casa presentò nel 1948 la prima auto americana con cambio automatico e convertitore di coppia.

Un passo significativo avvenne con l'introduzione del nuovo marchio nel 1959 con le LeSabre, Invicta e Electra, uniche tre serie in produzione, richiamate dal Trishield, emblema rappresentante tre stemmi della famiglia Buick leggermente sovrapposti tra loro e attraversati da una linea in diagonale. Un altro tratto distintivo nel design' delle Buick di quegli anni è la presenza, nella carrozzeria al di sopra delle ruote anteriori, di una serie di feritoie chiamate Portholes; il fatto che le stesse fossero in numero di tre o quattro per diverso tempo vennero considerate un segno della classe di appartenenza della vettura, il numero più alto si riferiva al modello di classe maggiore.

Il marchio Buick è stato utilizzato perlopiù per i mercati del Nordamerica con uniche eccezioni per la Cina (ove vengono costruite su licenza) e Israele.

Modelli principali[modifica | modifica wikitesto]

Concept car[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]