Bud Powell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bud Powell
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Periodo di attività 1943 – 1965
Strumento pianoforte
Studio 53
Raccolte 109

Bud Powell (New York, 27 settembre 1924New York, 31 luglio 1966) è stato un pianista e compositore statunitense jazz.

Insieme a Thelonius Monk, Powell fu il più importante pianista Be Bop. Trasferì con originalità lo stile di Charlie Parker al pianoforte, introducendo un nuovo virtuosismo al di fuori della tradizione stride, incidendo come sideman con i più grandi solisti della sua epoca, come solista e con formazioni proprie.

Gravi problemi psichici ne minarono la salute e ne compromisero il talento artistico e portandolo ad una morte prematura. Il suo malinconico soggiorno parigino ispirò nel 1986 il film 'Round Midnight, interpretato da Dexter Gordon e accompagnato dalle musiche di Herbie Hancock.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Earl Rudolph “Bud” Powell nacque il 27 settembre 1924 a New York. Iniziò giovanissimo lo studio del pianoforte classico per innamorarsi poi del jazz di Art Tatum e James P. Johnson. Nei primi anni quaranta cominciò a suonare con diverse formazioni, ma fu con Cootie Williams che, nel 1944, registrò le prime incisioni. Fin d’allora una figura importante per lui fu quella del pianista Thelonius Monk che apprezzò le doti del giovane Bud e lo introdusse nel giro della Minton's Playhouse, storico locale dalle cui jam sessions sperimentali stava nascendo proprio in quegli anni il Be Bop. Dal 1945 Powell iniziò ad esibirsi con le prime formazioni bop: prima con il trombonista J.J. Johnson, poi col batterista Kenny Clarke e infine con Charlie Parker, dal 1947. Cominciò anche a suonare come leader di diverse formazioni, spesso insieme a Max Roach.

Già in quegli anni Powell soffriva di gravi disturbi mentali. Sembra che la sua instabilità derivasse da uno scontro avuto con la polizia nel 1945. Quell’anno Powell e Monk, entrambi ubriachi, vennero fermati una sera da alcuni poliziotti che dopo una risposta irriverente cominciarono a picchiare selvaggiamente Powell, il quale riportò un grave trauma cranico e da allora soffrì di violente emicranie, convulsioni ed amnesie e cadde nell’abuso di alcool. Nel 1947 la sua scontrosità e i suoi comportamenti instabili lo portarono al primo internamento in un ospedale psichiatrico dove fu sottoposto ad elettroshock e cure violente che ne minarono per sempre la salute.

Nonostante questi gravi problemi registrò tra il 1947 e il 1951 una serie di sessions per Blue Note, Verve e Roost durante le quali gettò le basi di uno stile pianistico moderno: e dal punto di vista solistico, importando e adattando i fraseggi tipici di Parker e Gillespie, e dal punto di vista dell’accompagnamento, utilizzando accordi scarni ed incisivi. Dance of the Infidels, Hallucinations, Un Poco Loco, Bouncing with Bud, Tempus Fugit testimoniano, oltre alla grandezza stilistico-esecutiva, anche un notevole talento compositivo.

Nel 1951 venne arrestato per possesso di marijuana ed in seguito reinternato per altri 11 mesi; venne poi trasferito in un altro ospedale fino al 1953. In quel periodo subì un nuovo trattamento a base di elettroshock che lo rese ancor più instabile e lo indebolì anche fisicamente. Riuscì ugualmente a suonare ad alti livelli per qualche tempo, prova ne è lo storico concerto alla Massey Hall in compagnia di Dizzy Gillespie, Max Roach, Charles Mingus e Charlie Parker. A partire dalla metà del decennio tuttavia i problemi di salute si fecero sempre più gravi e i risultati artistici risultarono sempre meno convincenti.

Nel 1959 Powell decise di trasferirsi a Parigi dove riuscì a recuperare un po’ di tranquillità e di ispirazione. Con Kenny Clarke e Pierre Michelot al contrabbasso registrò alcune sessions e ricominciò ad esibirsi, ma nel 1963 si ammalò di tubercolosi e venne più volte ricoverato in ospedale. Nel 1964 tornò a New York per delle date al Birdland e vi rimase. Ormai la sua salute era definitivamente compromessa e il suo alcolismo ad uno stadio finale; continuò ad esibirsi, ma divenne presto semicieco ed incapace di muoversi.
Morì il 31 luglio 1966 a 41 anni.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Oltre ad essere un ottimo pianista, Powell fu anche (finché la sua salute glielo consentì) un prolifico compositore, che ha lasciato molti standard alle generazioni che lo seguirono. Queste sono alcune tra le sue composizioni più note.

  • Un Poco Loco
  • Tempus Fugue-It (anche noto come Tempus Fugit)
  • Dance of the Infidels
  • Bouncing with Bud
  • Cleopatra's Dream
  • Hallucinations
  • Celia
  • Budo

Discografia parziale su CD[modifica | modifica sorgente]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

  • Tempus Fugue-It - Proper Records, cofanetto di quattro dischi, a partire dalle registrazioni del 1944 con Cootie Williams fino alle sessioni con la Blue Note e Clef del 1949-50.

Con Blue Note Records[modifica | modifica sorgente]

  • The Amazing Bud Powell, Volume One - sessioni del 1949 and 1951.
  • The Amazing Bud Powell, Volume Two - sessioni del 1953.
  • The Amazing Bud Powell, Volume Three - Bud! - sessioni del 1957.
  • Time Waits - 1958.
  • The Scene Changes - 1958.
  • The Complete Blue Note and Roost Recordings - cofanetto di quattro dischi, comprende tutte le sessioni elencate sopra più la sessione del 1947 per la Roost e un'altra del 1953. Esiste anche in dischi sciolti, di miglior qualità (ma il materiale della Roost è mancante).

Con Verve Records[modifica | modifica sorgente]

  • The Complete Bud Powell on Verve - Cinque dischi, sessioni dal 1949 al 1956.
  • The Best of Bud Powell on Verve - antologia dei brani migliori incisi per Verve.

Controllo di autorità VIAF: 197369 LCCN: n81146628

jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz