Tommy Potter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tommy Potter
Tommy Potter (a sinistra) con Charlie Parker
Tommy Potter (a sinistra) con Charlie Parker
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Bebop
Hard bop
Periodo di attività 1940-1965
Album pubblicati 1 (come leader)
Sito web

Charles Thomas (Tommy) Potter (Filadelfia, 21 settembre 19181 marzo 1988) è stato un contrabbassista statunitense di musica jazz, attivo soprattutto nel periodo bebop.

Noto per aver fatto parte del famoso quintetto di Charlie Parker tra il 1947 e il 1950, assieme a Miles Davis, Duke Jordan e Max Roach, Potter non ebbe mai una carriera di solista indipendente (figura come leader solo in due sessioni per la Metronome e la East West a Stoccolma).

Arrivato al contrabbasso abbastanza tardi, dopo aver studiato il pianoforte e la chitarra e mantenne sullo strumento uno stile piuttosto convenzionale (quattro note per misura), mututato dallo swing, che però riusciva ad adattare bene ai tempi spessi velocissimi spesso adottati da Parker. Prima di unirsi alla formazione di Parker, Potter aveva suonato con John Malachi, Trummy Young, Billy Eckstine, John Hardee e Max Roach.

Negli anni ruggenti del bebop Potter fu spesso in sala di registrazione con diversi gruppi, tra cui quelli di Bud Powell, Fats Navarro e Wardell Gray. Egli continuò ad essere richiesto per tutti gli anni 1950 e a prima parte degli anni 1960, inanellando svariate collaborazioni e registrazioni, tra cui meritano di essere ricordate quelle con Stan Getz, Miles Davis e Sonny Rollins. Fece inoltre parte di diverse formazioni tra cui quelle di Count Basie, Earl Hines, Eddie Heywood, Bud Powell, Tyree Glenn, Harry "Sweets" Edison, Buck Clayton e Charles Lloyd. Il suo stile non si adeguò ai tempi, ed egli si ritirò gradualmente dalla vita musicale attiva.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27252849 LCCN: n82003125