Bromuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un bromuro è un anione del bromo, che possiede quest'ultimo con stato di ossidazione −1.[1]

I sali contenenti questo ione sono detti bromuri.

Un indicatore per i bromuri è l'aggiunta di acido nitrico e nitrato di argento: se lo ione è presente, si formerà un denso precipitato, che scomparirà con l'aggiunta di ammoniaca concentrata.

Lo ione bromuro è presente tipicamente nell'acqua marina con una concentrazione di circa 65 mg/L, che è lo 0,2% di tutti i sali dissolti.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Lo ione bromuro è necessario al granulocita eosinofilo, un globulo bianco specializzato nella distruzione dei parassiti multicellulari, che lo usa per generare composti del bromo nocivi per questi parassiti.[2]

Utilizzo medico[modifica | modifica sorgente]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Vari bromuri, specialmente il bromuro di potassio, ma anche derivati dell'urea tra i quali l'acecarbromale, sono stati utilizzati frequentemente come sedativi nel XIX secolo e nei primi anni del XX secolo.[3][4]

Epilessia[modifica | modifica sorgente]

In particolare Sir Charles Locock verso la metà del XIX secolo sperimentò il bromuro di potassio su 14 donne affette da epilessia: i risultati furono molto buoni e da allora venne largamente usato come antiepilettico, fino a quando non fu sostituito dal fenobarbital.

Gastroenterologia[modifica | modifica sorgente]

Il pinaverio bromuro viene utilizzato nei disordini motori dell'apparato digerente, come le discinesie esofagee e biliari, la sindrome del colon irritabile e le altre colonpatie funzionali.[5]

Pneumologia[modifica | modifica sorgente]

Vi sono anche composti ad uso topico, come l'ipratropio bromuro, utilizzati contro l'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. In questo caso viene nebulizzato o somministrato in forma di aerosol, ma la sostanza fondamentale è costituita dall'atropina.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) the bromide ion
  2. ^ AN Mayeno, AJ Curran, RL Roberts e CS Foote, Eosinophils preferentially use bromide to generate halogenating agents in The Journal of biological chemistry, vol. 264, nº 10, 1989, pp. 5660–8, PMID 2538427.
  3. ^ caratteristiche e usi del bromo
  4. ^ Pharmaceutical Manufacturing Encyclopedia, 3ª, William Andrew Publishing, 2007, pp. 26-7, ISBN 978-08-15515-26-5.
  5. ^ Foglietto illustrativo del pinaverio bromuro
  6. ^ Foglietto illustrativo dell'ipratropio bromuro

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]