Bromuro stannico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bromuro stannico
Ampolla contenente bromuro stannico
Nome IUPAC
tetrabromuro di stagno
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare SnBr4
Massa molecolare (u) 438,33 g/mol
Aspetto solido trasparente
Numero CAS [7789-67-5]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,340g/cm3 (35 °C)
Solubilità in acqua (20 °C) solubile (decomposizione)
Temperatura di fusione 31 °C
Temperatura di ebollizione 205 °C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
corrosivo

pericolo

Frasi H 290 - 314 - 335 - 412
Consigli P 280 - 273 - 301+330+331 - 304+340 - 305+351+338 - 309+310 [1]

Il bromuro stannico o bromuro di stagno (IV) o tetrabromuro di stagno, è il sale di stagno (IV) dell'acido bromidrico di formula chimica SnBr4. A temperatura ambiente si presenta come solido trasparente, ma data la bassa temperatura di fusione è sufficiente manipolare il contenitore per osservarlo allo stato liquido.

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Si produce per reazione diretta degli elementi Sn + 2 Br2 => SnBr4

La reazione è molto esotermica e, se non adeguatamente termostatata, porta ad una violenta combustione del metallo nell'atmosfera di bromo. Alla sintesi deve seguire un'opportuna distillazione per separare il composto dalle impurità di biossido di stagno.

Reattività[modifica | modifica sorgente]

Reagisce violentemente con acqua e con l'umidità dell'aria, idrolizzando secondo la reazione:

SnBr4 + 2 H4O => 4 HBr + SnO2

che produce vapori corrosivi di acido bromidrico e precipitato di biossido stannico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda del tetracloruro di stagno su IFA-GESTIS