Black Stone Cherry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Black Stone Cherry
Fotografia di Black Stone Cherry
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Heavy metal[1]
Hard rock[2]
Southern rock[2]
Post-grunge[2]
Periodo di attività 2001 – in attività
Etichetta Roadrunner Records
Album pubblicati 5
Studio 4
Live 1
Sito web
BlackStoneCherry.png

I Black Stone Cherry (spesso abbreviati in BSC) sono un gruppo alternative metal statunitense formatosi nel giugno del 2001 a Edmonton nel Kentucky (USA). La loro etichetta discografica è la Roadrunner Records[3].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi (2001-2006)[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo è originario di una contea del Kentucky nella quale gli alcolici non hanno libera vendita (una "dry county"). Non era nemmeno una contea che dava molte opportunità di svago, per cui i futuri membri dei BSC focalizzarono il loro interesse per la musica, cosa normale per la zona: tutti i membri del gruppo hanno tradizioni musicali in famiglia. Il padre e lo zio di John Fred sono membri dei Kentucky Headhunters (vincitori di un Grammy); lo zio di Jon era un batterista jazz; il nonno di Chris costruiva chitarre e ne diede una anche a Chris, mentre il padre gli insegnò i primi accordi.

Chris e John Fred iniziarono a suonare insieme da ragazzini, e poco dopo si unirono Jon e Ben.

La band si formò ufficialmente il 4 giugno del 2001, iniziando a suonare nella sala prove che usavano gli stessi Kentucky Headhunters. Con l'espansione della loro popolarità decisero di registrare le loro canzoni. Al termine della registrazione fecero un concerto nella palestra della scuola dove li attendevano 1500 persone. Non appena l'album uscì il preside della scuola li invitò di nuovo a suonare per celebrare l'evento, dove furono accolti trionfalmente.

Black Stone Cherry (2006–2008)[modifica | modifica sorgente]

John Fred Young (Nova Rock Festival 2014)

L'album di debutto omonimo dei Black Stone Cherry esce il 18 giugno 2006, prodotto da David Barrick e Richard Young sotto l'etichetta Roadrunner Records. Ha un sound molto southern rock, peculiare della zona da cui provengono i giovani musicisti. Acquisisce una discreta popolarità con 110.000 copie vendute fino al 2008. Dall'album vengono estratti 3 singoli "Hell & High Water", "Rain Wizard" e "Lonely Train", l'ultimo di questi viene utilizzato come soundtrack per l'evento WWE The Great American Bash del 2006.

Hanno fatto anche da supporter agli Hinder in Europa prima di partire con il loro tour europeo iniziato a Sheffield, in Inghilterra. Fecero da spalla anche ai Buckcherry nel 2006.

Folklore and Superstition (2008-2009)[modifica | modifica sorgente]

Il 19 agosto 2008 i Black Stone Cherry pubblicano il loro secondo album Folklore and Superstition. Ben quattro singoli vengono estratti dall'album, ognuno accompagnato da un video musicale. L'album riceve delle buone critiche, mantiene il sound originale della band e aggiunge delle note un po' più pop e commerciali. Nel maggio 2009 il gruppo si unisce al tour dei Nickelback come opener durante il loro tour di Dark Horse.

Between the Devil and the Deep Blue Sea (2010-2012)[modifica | modifica sorgente]

I Black Stone Cherry hanno confermato attraverso la loro pagina ufficiale su Facebook di avere un nuovo album in cantiere e hanno continuato a postare immagini e video provenienti dallo studio di registrazione. Il titolo dell'album viene annunciato il 9 marzo Between the Devil & the Deep Blue Sea, la cui uscita è stata stabilita per il 31 maggio. Il primo singolo, White Trash Millionaire, è stato pubblicato alla fine di marzo.

L'album conserva tendenzialmente il loro stile southern rock/hard rock,mischiando però alcuni brani più pop, destinati ad un pubblico generale come "In My Blood", ed alcuni brani molto più cattivi come "White Trash Milionaire", "Killing Floor" o un brano dal testo particolare come "Blame It On The Boom Boom".

Magic Mountain (2013-presente)[modifica | modifica sorgente]

L'8 ottobre 2013 annunciano, attraverso la propria pagina Facebook ufficiale, che verrà pubblicato il loro quarto album in studio nella primavera 2014, a seguito di un mini-tour nel Regno Unito.[4]

Il 5 febbraio 2014, viene annunciato il titolo del nuovo album: Magic Mountain. Nello stesso giorno, il gruppo svela anche che il primo singolo ad essere estratto dall'album è "Me and Mary Jane", e la data di pubblicazione dell'album, prevista per il 6 maggio 2014.[5] Il 12 febbraio 2014 viene pubblicata un'anteprima del singolo "Me and Mary Jane" sul canale YouTube del gruppo,[6] seguita dal video integrale pubblicato il 25 febbraio 2014.[7]

Stile musicale[modifica | modifica sorgente]

John Fred spiegò che "Quando vivi in un'area dove non c'è competizione nel suonare lo stesso tipo di musica, tu puoi creare il tuo stile personale". È per questo che il loro stile è molto vario.

La musica dei Black Stone Cherry è spesso paragonata a quella dei Lynyrd Skynyrd e dei Black Crowes, con influenze dei Led Zeppelin. Alcune canzoni dal sound più heavy ricordano i Soundgarden e gli AC/DC, ma anche i Metallica degli anni '90, con riff di chitarra simili a quelli dei Guns N' Roses ed in altre canzoni ai ZZ Top. Benché le loro influenze si facciano sentire sono riusciti comunque a sviluppare un loro personalissimo stile, molto potente e diretto.

Le loro canzoni sono spesso supportate da ottimi testi con contenuti di qualità. Ad esempio, "Lonely Train" tratta di quello che succede ad una famiglia quando un componente va in guerra. "Rain Wizard", invece, narra di un misterioso saggio che secondo una leggenda locale aveva fatto piovere in un periodo di siccità.

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

In televisione, la canzone Lonely Train era il tema ufficiale del pay-per-view della WWE The Great American Bash del 2006. Poi fu anche inserita nel video game WWE SmackDown vs. Raw 2007. Inoltre, il debutto di Heath Herring nella Ultimate Fighting Championship fu accompagnato dalle note di Lonely Train, il 25 gennaio 2007.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

  • Chris Robertson - voce, chitarra (2001-presente)
  • Ben Wells - chitarra (2001-presente)
  • Jon Lawhon - basso (2001-presente)
  • John Fred Young - batteria (2001-presente)

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Studio[modifica | modifica sorgente]

Live[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

  • 2006 - Hell & High Water
  • 2007 - Rain Wizard
  • 2008 - The Kerrang! Radio Sessions

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Anno Titolo US Main Album
2006 Lonely Train 14 Black Stone Cherry
Hell & High Water 30
2007 Rain Wizard 29
Big City Lights Hell & High Water EP
2008 Blind Man 19 Folklore and Superstition
Please Come In 24
2009 Things My Father Said
Soulcreek
2011 White Trash Millionaire 11 Between the Devil and the Deep Blue Sea
Blame It on the Boom Boom 24
In My Blood 10
2012 Like I Roll 22

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Black Stone Cherry è il nome di una varietà di sigarette, rese famose in Italia dal manga Nana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ allmusic.com - Recensione "Black Stone Cherry"
  2. ^ a b c Profilo dei Black Stone Cherry su All Music Guide.
  3. ^ Pagina dei Black Stone Cherry sul sito ufficiale della Roadrunner Records
  4. ^ La foto con l'annuncio nella pagina Facebook ufficiale
  5. ^ (EN) Black Stone Cherry Ready ‘Magic Mountain’ Album, Loudwire, 5 febbraio 2014. URL consultato il 6 febbraio 2014.
  6. ^  Black Stone Cherry. Black Stone Cherry - Me And Mary Jane (AUDIO). YouTube, 12 febbraio 2014. URL consultato in data 12 febbraio 2014.
  7. ^ (EN) Black Stone Cherry Debut New Single ‘Me and Mary Jane’ in Loudwire, 25 febbraio 2014. URL consultato il 26 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal