Beretta Serie 81

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beretta Serie 81
La Beretta 87 Target
La Beretta 87 Target
Tipo Pistola semiautomatica
Origine Italia Italia
Produzione
Date di produzione 1976 - oggi
Varianti 81, 82, 84, 85, 86, 89, 87
Descrizione
Peso
  • 685 g (81)
  • 660 g (84FS)
  • 620 g (85FS)
  • 660 g (86)
  • 570 g (87 Cheetah)
  • 1160g (89 Standard)
  • 835 g (87 Target)
Lunghezza
  • 172 mm
  • 185 mm (86)
  • 240 mm (89 Standard)
  • 225 mm (87 Target)
Lunghezza canna
  • 97 mm
  • 111 mm (86)
  • 135 mm (89 Standard)
  • 150 mm (87 Target)
Calibro
Azionamento Chiusura a massa
Velocità alla volata 295 m/s(.32 ACP),300 m/s(9mm corto),295 m/s(.22 LR)
Tiro utile utile 20-80m
Alimentazione Caricatori da
  • 12 colpi (81)
  • 13 colpi (84)
  • 9 colpi (82, 85, 87 Cheetah)
  • 8 colpi (86, 89 Standard)
  • 10 colpi (87 Target)

Worls Guns.ru[1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Le Beretta Serie 81 (Cheetah) sono pistole semiautomatiche compatte progettate e costruite dalla Beretta Italia. Furono introdotte nel 1976 e includono i modelli in calibro .32 ACP o 7,65mm Browning (modello 81 e 82), in .380 ACP o 9mm corto (modello 84, 85 e 86) e in .22 LR (modello 89 e 87 nella foto).

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Modelli FS. I modelli attualmente disponibili sono gli FS (81 e 82 in 7.65 Browning - 84 e 85 in 9 corto, rispettivamente versioni bifilari e monofilari per ciascun calibro). Già dalle varianti F, i modelli integrano nello stesso comando la sicura e la leva abbatticane, che permette di caricare il colpo in camera, abbattere il cane in sicurezza e portare così l'arma pronta al fuoco, sparando il primo colpo in doppia azione ed i successivi in azione singola. Le caratteristiche estetiche e di finitura, oltre che la sicura automatica al percussore, ricalcano quelle del modello 92 F/FS in 9 parabellum, che però ha chiusura stabile e non, come nei modelli qui descritti, a massa (o labile, che dir si voglia).

81 e 82[modifica | modifica sorgente]

Questi due modelli furono dotati di camera di scoppio per proiettili .32 ACP. La 81 aveva un caricatore bifilare con una capacità di 12 proiettili, mentre la 82 aveva un caricatore monofilare con una capacità di 9 colpi, risultando quindi più sottile e maneggevole.

84 e 85[modifica | modifica sorgente]

Questi due modelli furono dotati di camera di scoppio per proiettili .380 ACP (9mm corto). La 84 aveva un caricatore bifilare con una capacità di 13 proiettili, mentre la 85 aveva un caricatore monofilare con una capacità di 8 colpi, risultando essere la versione sottile della mod. 84, quindi più portabile sotto gli abiti in modo occulto.
Per questo motivo, nella versione 85F, venne data in dotazione durante la fine degli anni '90 agli agenti di sesso femminile della Polizia di Stato italiana che dovevano operare in abiti civili. Il modello è ancora in dotazione alla Guardia di Finanza (Italia), che ha recentemente distribuito anche il più moderno modello 84F.
A partire dal 2002 il modello Beretta 84 FS è divenuta l'arma di ordinanza del corpo di polizia municipale della città di Roma in circa 4.000 unità.

86[modifica | modifica sorgente]

Nel 1986 la Beretta introdusse il modello 86, calibro 9 corto (.380 ACP), che differisce significativamente dagli altri modelli della serie, perché presenta un anteriore ridisegnato con una canna ribaltabile, incardinata di fronte alla sicura del grilletto. Questo permette all'operatore di caricare un solo proiettile direttamente nella camera di scoppio nel caso non volesse utilizzare l'oscillazione del carrello.

Dati tecnici versione 9 mm. corto[2]:

  • Lunghezza 185 mm
  • Altezza 23mm
  • Spessore 35 mm
  • Canna 111 mm, con 6 rigature destrorse
  • Caricatore monofilare, 8 colpi
  • Peso 660g
  • Linea di mira 127 mm


89[modifica | modifica sorgente]

La Beretta 89 Standard nasce nel 1985 sullo stile della 76, in sua sostituzione ma con una meccanica nuova ed una forma squadrata,[3] che le dona un aspetto poco piacevole ma molto tecnico; è dotata di contrappeso, tacca di mira regolabile, mirino intercambiabile in 3 misure e caricatore da 8 colpi.

87[modifica | modifica sorgente]

Ci sono due distinti modelli della serie 87, entrambi con camera di scoppio per proiettili .22 LR. Il modello standard (introdotto nel 1986) è simile agli altri modelli, ma il modello 87 Target (introdotto nel 2000, e rappresentato nell'immagine del template principale, a fianco all'incipit) ha una canna e un carrello più lunghi, è dotata di contrappeso, di tacca di mira regolabile ed è solo ad azione singola. Tutti e due i modelli hanno un caricatore contenente 10 cartucce.

La 87 Target è una pistola da tiro dotata di una slitta superiore (sciina) che può alloggiare diversi sistemi di puntamento ottici (ottica a punto rosso, lungofocale, eccetera).

Galleria[modifica | modifica sorgente]

La Beretta Serie 81 nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Modern Firearms - Beretta 81 82 84 85 86 87 89
  2. ^ Fonte: Materiale tecnico Beretta SpA
  3. ^ Foto della 89, da world.guns.ru
  4. ^ http://www.imfdb.org/wiki/Scarface IMFDB: Scarface Weapons
  5. ^ http://www.imfdb.org/wiki/Bad_Boys IMFDB: Bad Boys
  6. ^ Matrix, The. URL consultato il 18 dicembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Armi Portale Armi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Armi