Atletica leggera ai Giochi della XXIV Olimpiade - 10000 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
10000 metri piani maschili
Seul 1988
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Seul
Periodo 23 e 26 settembre 1988
Partecipanti 48
Podio
Medaglia d'oro Brahim Boutayeb Marocco Marocco
Medaglia d'argento Salvatore Antibo Italia Italia
Medaglia di bronzo Kipkemboi Kimeli Kenya Kenya
Edizione precedente e successiva
Los Angeles 1984 Barcellona 1992
Atletica leggera ai
Giochi di Seul 1988
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
3000 metri donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 10000 metri piani hanno fatto parte del programma maschile di atletica leggera ai Giochi della XXIV Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 23 e 26 settembre 1988 allo Stadio olimpico di Seul.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campione olimpico uscente 27'47"54 Italia Alberto Cova Presente
Primatista mondiale 27'13"81 '84 Portogallo Fernando Mamede Ritir. 1986
Campione mondiale 1987 27'38"63 Kenya Paul Kipkoech Ritir. 1987
Primatista stagionale 27'23"06 Regno Unito Eamonn Martin Presente

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Brucia per i colori italiani l'eliminazione in semifinale di Alberto Cova, il campione uscente. A difendere l'Italia in finale però c'è Salvatore Antibo, che appare in buona forma.
In finale Salvatore Antibo detta il ritmo, molti non reggono il suo passo e rimangono indietro. Dopo un paio di chilometri Antibo è seguito da soli tre atleti: Kipkemboi Kimeli, Moses Tanui e Brahim Boutayeb. Al settimo chilometro Boutayeb dà uno strappo e si porta al comando; lo segue Kimeli, mentre Antibo e Tanui si staccano.
Il marocchino va verso la medaglia d'oro, mentre Kimeli è ripreso da Antibo, che ingaggia con il keniota uno sprint finale emozionante che gli vale la medaglia d'argento.
Il primatista mondiale stagionale, Eamonn Martin, si è ritirato durante la gara.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turni eliminatori[modifica | modifica wikitesto]

2 Batterie 23 settembre 48 partenti Si qualificano i primi 8
+ i 4 migliori tempi.
Finale 26 settembre 20 concorrenti

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Stadio Olimpico, lunedì 26 settembre.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Marocco Marocco Brahim Boutayeb 27’21”46 Record olimpico
Silver medal.svg Italia Italia Salvatore Antibo 27’23”55
Bronze medal.svg Kenya Kenya Kipkemboi Kimeli 27’25”16