Atletica leggera ai Giochi della XXIV Olimpiade - 800 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Atletica leggera
800 metri piani maschili
Seul 1988
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Seul
Periodo 23-26 settembre 1988
Partecipanti 70
Podio
Medaglia d'oro Paul Ereng Kenya Kenya
Medaglia d'argento Joaquim Cruz Brasile Brasile
Medaglia di bronzo Saïd Aouita Marocco Marocco
Edizione precedente e successiva
Los Angeles 1984 Barcellona 1992
Atletica leggera ai
Giochi di Seul 1988
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
3000 metri donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Gli 800 metri piani hanno fatto parte del programma maschile di atletica leggera ai Giochi della XXIV Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 23-26 settembre 1988 allo Stadio olimpico di Seul.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 1'41"73 1981 Regno Unito Sebastian Coe Non selezionato
Campione olimpico 1984 1'43"00 Brasile Joaquim Cruz Presente
Campione mondiale 1987 1'43"06 Kenya Billy Konchellah Assente
Vincitore dei Trials USA 1'43"96 Johnny Gray Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Saïd Aouita, primatista mondiale dei 1500 e dei 5000, sfida i mezzofondisti sulle loro distanze preferite. L'"invasione di campo" scatena una reazione decisa da parte degli avversari, che si coalizzano contro di lui.
In avvio di finale avviene che un keniota, Kiprotich, ed un brasiliano, Barbosa si mettano a condurre la gara ad un ritmo indiavolato. Il passaggio ai 400 metri è in 49"54, da record del mondo. È un ritmo che taglia le gambe al marocchino, abituato a fare una corsa di rimonta. Sul rettilineo finale l'ultimo atto di una strategia che era stata concordata: dietro i battistrada spuntano un altro brasiliano, Cruz (il favorito) ed un altro keniota, Ereng, che lanciano la volata finale. Ereng esce di prepotenza superando Cruz e va a vincere. Il marocchino riesce soltanto ad inseguirli.
Giunge quinto il vincitore dei Trials USA, Johnny Gray, in 1'44"80.

Paul Ereng viene dai 400 metri e si è dedicato agli 800 solo dal presente anno. Alle selezioni keniote era arrivato terzo. Prima dei Giochi il suo personale era 1'44"82.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

9 Batterie 23 settembre 70 partenti Si qualificano i primi 3
+ i 5 migliori tempi.
4 Quarti di finale 24 settembre 8 + 8 + 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
2 Semifinali 25 settembre 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
Finale 26 settembre 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio Olimpico, lunedì 26 settembre.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Kenya Kenya Paul Ereng 1’43”45
Silver medal.svg Brasile Brasile Joaquim Cruz 1’43”90
Bronze medal.svg Marocco Marocco Saïd Aouita 1’44”06