Arcidiocesi di Cuzco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Cuzco
Archidioecesis Cuschensis
Chiesa latina
Cathedral at Cuszo Peru.jpg
Diocesi suffraganee
Abancay, Chuquibambilla, Sicuani
Arcivescovo metropolita Juan Antonio Ugarte Pérez
Sacerdoti 138 di cui 81 secolari e 57 regolari
10.289 battezzati per sacerdote
Religiosi 159 uomini, 127 donne
Abitanti 1.471.000
Battezzati 1.420.000 (96,5% del totale)
Superficie 23.807 km² in Perù
Parrocchie 76
Erezione 5 settembre 1536
Rito romano
Indirizzo Apartado 148, Hatun Rumiyoc s/n, Cuzco, Perù
Sito web www.arzobispadodelcusco.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Perù

L'arcidiocesi di Cuzco (in latino: Archidioecesis Cuschensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 1.420.000 battezzati su 1.471.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Juan Antonio Ugarte Pérez.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende otto province nella parte centrale della regione di Cuzco: Acomayo, Anta, Calca, Canas, Cusco, Paruro, Paucartambo, Quispicanchi e Urubamba.

Sede arcivescovile è la città di Cuzco, dove si trova la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine.

Il territorio è suddiviso in 76 parrocchie, raggruppate in 12 decanati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Cuzco fu eretta il 5 settembre 1536. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Siviglia.

Il 14 maggio 1541 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Lima (oggi arcidiocesi).

Il 12 febbraio 1546 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Lima.

Il 1º luglio 1547, il 27 giugno 1552 e il 20 luglio 1609 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi rispettivamente del Paraguay (oggi arcidiocesi di Asunción), di La Plata o Charcas (oggi arcidiocesi di Sucre) e di Huamanga (oggi arcidiocesi di Ayacucho).

Nel 1598 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a sant'Antonio abate.

Il 7 ottobre 1861 e il 5 gennaio 1900 cedette ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Puno e della prefettura apostolica di Santo Domingo de Urubamba (oggi vicariato apostolico di Puerto Maldonado).

Il 23 maggio 1943 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Inter praecipuas di papa Pio XII.

Il 28 aprile 1958 e il 10 gennaio 1959 ha ceduto ancora porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente della diocesi di Abancay e della prelatura territoriale di Sicuani.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Vicente Valverde Álvarez, O.P. † (8 gennaio 1537 - 31 ottobre 1541 deceduto)
    • Sede vacante (1541-1544)
  • Juan Solano, O.P. † (29 febbraio 1544 - 1562 dimesso)[1]
    • Francisco Ramírez † (6 luglio 1562 - 1564 deceduto) (vescovo eletto)
  • Mateo Pinello † (19 gennaio 1565 - 1569 deceduto)
  • Sebastián Lartaún † (4 settembre 1570 - 9 ottobre 1583 deceduto)
    • Sede vacante (1583-1587)
  • Gregorio de Montalvo Olivera, O.P. † (16 novembre 1587 - 11 dicembre 1592 deceduto)
  • Antonio de Raya Navarrete † (6 giugno 1594 - 28 luglio 1606 deceduto)
  • Fernando Mendoza González, S.J. † (12 gennaio 1609 - 1618 deceduto)
  • Lorenzo Pérez de Grado † (18 marzo 1619 - 4 settembre 1627 deceduto)
  • Fernando de Vera y Zuñiga † (16 luglio 1629 - 9 novembre 1638 deceduto)
    • Sede vacante (1638-1643)
    • Diego Montoyo Mendoza † (16 luglio 1640, ma 14 aprile 1640 deceduto) (vescovo eletto postumo)
  • Juan Alonso y Ocón † (31 agosto 1643 - 17 luglio 1651 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Pedro de Ortega Sotomayor † (27 novembre 1651 - 1658 deceduto)
  • Agustín Muñoz Sandoval † (17 novembre 1659 - aprile 1661 deceduto)
  • Bernardo de Izaguirre Reyes † (31 luglio 1662 - 15 luglio 1669 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Manuel de Molinedo Angulo † (15 dicembre 1670 - 12 dicembre 1699 deceduto)
    • Sede vacante (1699-1705)
  • Juan González Santiago † (9 febbraio 1705 - 12 dicembre 1707 deceduto)
    • Sede vacante (1707-1716)
    • Melchor de la Nava y Moreno † (7 maggio 1714, ma febbraio 1714 deceduto) (vescovo eletto postumo)
  • Gabriel de Arregui y Gutiérrez, O.F.M.Obs. † (13 gennaio 1716 - 9 ottobre 1724 deceduto)
  • Bernardo Serrada, O.Carm. † (19 dicembre 1725 - 2 marzo 1733 deceduto)
  • José Manuel de Sarricolea y Olea † (5 maggio 1734 - 2 ottobre 1740 deceduto)
  • Pedro Morcillo Rubio de Suñón † (18 aprile 1742 - 1º aprile 1747 deceduto)
  • Juan de Castañeda Velásquez y Salazar † (20 gennaio 1749 - 22 febbraio 1762 deceduto)
  • Juan Manuel Jerónimo de Romaní y Carrillo † (26 settembre 1763 - 15 settembre 1768 deceduto)
  • Agustín Gorrichátegui † (12 dicembre 1770 - 28 ottobre 1776 deceduto)
  • Juan Manuel Moscoso y Peralta † (28 settembre 1778 - 3 agosto 1789 nominato arcivescovo di Granada)
  • Bartolomé María de las Heras Navarro † (14 dicembre 1789 - 31 marzo 1806 nominato arcivescovo di Lima)
  • José Pérez Armendáriz † (31 marzo 1806 - 9 febbraio 1819 deceduto)
  • José Calixto de Orihuela, O.S.A † (27 giugno 1821 - 25 agosto 1838 dimesso)[2]
    • José Sebastian de Goyeneche y Barreda † (13 novembre 1832 - 17 settembre 1838) (vicario apostolico)
  • Eugenio Mendoza Jara † (17 settembre 1838 - 18 agosto 1854 deceduto)
    • Sede vacante (1854-1865)
  • Julián de Ochoa † (27 marzo 1865 - prima del 12 marzo 1875 dimesso)
  • Pedro José Tordayo † (17 settembre 1875 - 23 marzo 1880 dimesso)
    • Sede vacante (1880-1893)
  • Juan Antonio Falcón † (19 gennaio 1893 - 1º maggio 1909 deceduto)
  • José Gregorio Castro, O.F.M. † (28 marzo 1910 - 13 novembre 1917 dimesso)
  • Pedro Pascual Francesco Farfán † (19 aprile 1918 - 18 settembre 1933 nominato arcivescovo di Lima)
  • Felipe Santiago Hermosa y Sarmiento † (13 giugno 1935 - 17 dicembre 1956 dimesso)
  • Carlos María Jurgens Byrne, C.SS.R. † (17 dicembre 1956 - 6 dicembre 1965 nominato arcivescovo di Trujillo)
  • Ricardo Durand Flórez, S.J. † (14 febbraio 1966 - 14 gennaio 1975 nominato arcivescovo, titolo personale, di Callao)
  • Luis Vallejos Santoni † (14 gennaio 1975 - 8 giugno 1982 deceduto)
  • Alcides Mendoza Castro † (5 ottobre 1983 - 29 novembre 2003 ritirato)
  • Juan Antonio Ugarte Pérez, dal 29 novembre 2003

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.471.000 persone contava 1.420.000 battezzati, corrispondenti al 96,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 860.000 880.000 97,7 129 68 61 6.666 158 240 145
1966 610.630 678.478 90,0 98 40 58 6.230 58 85 53
1968 446.559 496.177 90,0 77 37 40 5.799 58 90 34
1976 516.710 900.000 57,4 53 38 15 9.749 1 45 99 68
1980 530.000 606.000 87,5 72 57 15 7.361 34 98 68
1990 890.000 915.000 97,3 110 52 58 8.090 5 105 261 94
1999 1.239.000 1.256.000 98,6 157 91 66 7.891 112 362 94
2000 1.249.000 1.269.000 98,4 142 90 52 8.795 114 366 94
2001 1.262.000 1.280.000 98,6 144 91 53 8.763 115 378 95
2002 1.284.000 1.300.000 98,8 187 112 75 6.866 171 471 111
2003 1.325.000 1.350.000 98,1 174 98 76 7.614 3 129 300 110
2004 1.350.000 1.400.000 96,4 132 72 60 10.227 90 205 89
2006 1.420.000 1.471.000 96,5 138 81 57 10.289 159 127 76

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morì il 14 gennaio 1580. Cfr. Eubel, vol. 3, p. 184.
  2. ^ Morì il 1º aprile 1841. Cfr. Eubel, vol. 7, p. 170.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi