Adolfo di Lussemburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adolfo
Adolfo di Lussemburgo
Adolfo di Lussemburgo
Granduca di Lussemburgo
Stemma
In carica 23 novembre 1890 - 17 novembre 1905
Predecessore Guglielmo III dei Paesi Bassi
Successore Guglielmo IV di Lussemburgo
Nome completo Adolfo Guglielmo Augusto Carlo Federico di Nassau-Weilburg
Altri titoli Duca di Nassau
Nascita Biebrich, 24 giugno 1817
Morte Lenggries, 17 novembre 1905
Sepoltura Chiesa del Castello di Weilburg
Casa reale Nassau-Weilburg
Padre Guglielmo di Nassau
Madre Carlotta Luisa Federica di Sassonia-Altenburg
Coniugi Elizaveta Michajlovna Romanova
Adelaide Maria di Anhalt-Dessau
Figli Guglielmo IV di Lussemburgo
Hilda di Nassau

Adolfo di Lussemburgo (in tedesco: Adolf Wilhelm August Karl Friedrich von Nassau-Weilburg) (Biebrich, 24 giugno 1817Lenggries, 17 novembre 1905) fu l'ultimo duca di Nassau e il quarto granduca del Lussemburgo dal 1890 fino alla sua morte nel 1905.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni ed il governo del ducato di Nassau[modifica | modifica wikitesto]

Adolfo, duca di Nassau, in una foto del 1860 circa

Adolfo era figlio del duca Guglielmo di Nassau e della sua prima moglie, Luisa di Sassonia-Hildburghausen. Sofia di Nassau, sorellastra di Adolfo, sarà poi moglie di re Oscar II di Svezia.

Adolfo divenne duca di Nassau il 20 agosto 1839, dopo la morte del padre e tra i suoi primi atti vi fu la proclamazione della nuova capitale nella città di Wiesbaden e lo stesso Adolfo, per rimarcare questa nuova scelta, prese residenza nel locale Stadtschloss dal 1841. Il 20 aprile 1842, l'Adelsverein, Società per la protezione dei migranti tedeschi in Texas, venne fondata nel castello del duca a Biebrich sul Reno. Adolfo venne nominato protettore dell'organizzazione che fu responsabile dell'emigrazione di un gran numero di tedeschi in Texas durante il XIX secolo. Lo stesso Adolfo si prodigò per fondare il 9 gennaio 1843 una tenuta di 4.428 acri detta Nassau Plantation presso la Contea di Fayette.[1][2]

Nell'ambito della politica internazionale, Adolfo supportò l'Impero Austriaco nella Guerra Austro-Prussiana del 1866. Dopo la sconfitta dell'Austria, il ducato di Nassau venne annesso al Regno di Prussia ed il 20 settembre 1866 Adolfo venne dichiarato decaduto dal suo trono.

L'ascesa al granducato di Lussemburgo[modifica | modifica wikitesto]

Seppur grande aristocratico europeo, Adolfo era rimasto senza trono e quando ormai tutto sembrava perduto, giunse per lui un colpo di fortuna che fu provvidenziale per la sua casata. Nel 1879, una nipote di Adolfo, Emma di Waldeck e Pyrmont (figlia di un'altra sua sorellastra), sposò Guglielmo III dei Paesi Bassi che era anche granduca di Lussemburgo. Nel 1890, l'unica figlia della coppia succedette alla morte del padre al trono olandese dal momento che non aveva avuto fratelli maschi sopravvissutigli. Se la legge salica riuscì ad essere abolita nei Paesi Bassi, essa rimaneva comunque in vigore in Lussemburgo dove gli organi di governo si opposero ad accogliere Guglielmina quale loro reggente. Pertanto la regina olandese dovette rinuciare cedendo la reggenza del granducato allo zio Adolfo, sulla base di un accordo noto come Patto di Famiglia di Nassau. Adolfo, oltre alla parentela con la regina che avrebbe dovuto ottenere la successione al granducato di Lussemburgo, era anche cugino di 17º grado col re-granduca Guglielmo III e come tale aveva anche le ragioni dinastiche per succedergli, oltre al fatto che non si trovava legato ad alcun altro stato e poteva costituire una dinastia regnante autonoma da altre influenze esterne.

Sebbene anziano, Adolfo ascese dunque al trono di Lussemburgo e si trovò per la seconda volta al governo di uno stato. Tra i suoi primi provvedimenti, vi fu quello di garantire il titolo nobiliare di conte di Wisborg nel 1892 al nipote Oscar Bernadotte, il quale aveva perso i propri titoli nobiliari in Svezia a causa di un matrimonio da lui contratto senza l'approvazione del padre, il re di Svezia. Il giovane venne quindi incluso nella nobiltà del Lussemburgo e rimase pertanto sempre legato allo zio per avergli consentito una giusta nobilitazione come prevedeva il suo rango.

Adolfo morì nel 1905 e venne succeduto al trono del Lussemburgo dall'unico figlio maschio avuto dal suo secondo matrimonio, Guglielmo IV.

Matrimoni ed eredi[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 1844, Adolfo si sposò a San Pietroburgo con Elizaveta Michajlovna Romanova, granduchessa di Russia e nipote dello zar Nicola I di Russia, che però morì dopo poco più di un anno nel tentativo di dare alla luce una bambina nata morta. Adolfo, in occasione della morte della giovane granduchessa, fece costruire per lei la chiesa ortodossa di Sant'Elisabetta tra il 1847 ed il 1855, ove la salma della giovane venne poi tumulata.

Adolfo di Lussemburgo e la seconda moglie Adelaide

Il 23 aprile 1851, si risposò con Adelaide Maria di Anhalt-Dessau, figlia di Federico di Anhalt-Dessau. Ebbero cinque figli, di cui solo due sopravvissero, diventando principe e principessa di Lussemburgo:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Adolfo di Lussemburgo Padre:
Guglielmo di Nassau
Nonno paterno:
Federico Guglielmo di Nassau-Weilburg
Bisnonno paterno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonno paterno:
Carlo Augusto di Nassau-Weilburg
Trisnonna paterna:
Augusta Federica Guglielmina di Nassau-Idstein
Bisnonna paterna:
Carolina d'Orange-Nassau
Trisnonno paterno:
Guglielmo IV di Orange-Nassau
Trisnonna paterna:
Anna di Hannover
Nonna paterna:
Luisa Isabella di Kirchberg
Bisnonno paterno:
Giorgio di Sayn-Hachenburg-Kirchberg
Trisnonno paterno:
Guglielmo Luigi di Sayn-Hachenburg-Kirchberg
Trisnonna paterna:
Luisa di Salm-Dhaun
Bisnonna paterna:
Isabella Augusta di Reuss-Greiz
Trisnonno paterno:
Enrico XI di Reuss-Greiz
Trisnonna paterna:
Corradina di Reuss-Köstritz
Madre:
Luisa di Sassonia-Hildburghausen
Nonno materno:
Federico di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonno materno:
Ernesto Federico III di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno materno:
Ernesto Federico II di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonna materna:
Carolina di Erbach-Fürstenau
Bisnonna materna:
Ernestina Augusta di Sassonia-Weimar
Trisnonno materno:
Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimar
Trisnonna materna:
Sofia Carlotta di Brandeburgo-Bayreuth
Nonna materna:
Carlotta Giorgina di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonno materno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno materno:
Carlo Ludovico Federico di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna materna:
Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonna materna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze lussemburghesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau
Gran Maestro dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau
Gran Maestro dell'Ordine della Corona di Quercia - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Corona di Quercia

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 1º febbraio 1840
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia (Granducato d'Assia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero Austro-Ungarico) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero Austro-Ungarico)
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 10 ottobre 1856

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Irene Marschall King, John O.Meusebach, University of Texas Press, 1967, p. 33, ISBN 978-0-292-73656-6.
  2. ^ Daphne Dalton Garrett, Nassau Farm in Handbook of Texas Online, Texas State Historical Association. URL consultato il 29 dicembre 2010 (archiviato il 30 novembre 2010).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Granduca del Lussemburgo Successore Standard of the Grand Duke of Luxembourg.svg
Guglielmo III dei Paesi Bassi 23 novembre 1890 - 17 novembre 1905 Guglielmo IV
Predecessore Duca di Nassau Successore Flagge Herzogtum Nassau (1806-1866).svg
Guglielmo 1839 - 1866 Annesso alla Prussia
Predecessore Pretendente al trono del ducato di Nassau Successore Flagge Herzogtum Nassau (1806-1866).svg
Titolo inesistente 1866 - 1905 Guglielmo IV
Predecessore Erede al trono di Nassau Successore Flagge Herzogtum Nassau (1806-1866).svg
Guglielmo di Nassau Duca ereditario
1817-1839
Guglielmo di Nassau

Controllo di autorità VIAF: 262283873 LCCN: n94048373