Acetilacetone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acetilacetone
formula di struttura
Nome IUPAC
2,4-pentandione
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CH3COCH2COCH3
Massa molecolare (u) 100,12 g/mol
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [123-54-6]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,97 (20 °C)
Solubilità in acqua 200 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione −23 °C (250 K)
Temperatura di ebollizione 140 °C (413 K) (1013 hPa)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 35 °C (308 K) (c,c,)
Limiti di esplosione 2,4 - 11,6 Vol%
Temperatura di autoignizione 335 °C (608 K)
Simboli di rischio chimico
infiammabile irritante

attenzione

Frasi H 226 - 302
Consigli P 210 [1]

L'acetilacetone è un dichetone.

A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall'odore sgradevole. È un composto infiammabile e nocivo.

Per azione di una base perde facilmente l'idrogeno in α tra i due carbonili (può essere eliminato anche il successivo) dando il carbanione acetilacetonato, importante intermedio sfruttato in sintesi organica. L'acetilacetonato si lega ad una vasta varietà di metalli , formando i metalli acetilacetonati definiti anche M(acac)3.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'acetilacetone su IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia