2-etilesanolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
2-etilesanolo
formula di struttura
Nome IUPAC
2-etilesanolo
Nomi alternativi
alcol isoottilico
isoottanolo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H18O
Massa molecolare (u) 130,23
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [104-76-7]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,832
Solubilità in acqua 1,1 g/l a 20 °C
Temperatura di fusione −76 °C (197 K)
Temperatura di ebollizione 184 °C (457 K)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 75 °C (348 K)
Limiti di esplosione 1,1 - 12,7% vol.
Temperatura di autoignizione 270 °C (443 K)
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 319
Consigli P 302+352 - 305+351+338 [1]

Il 2-etilesanolo (o alcol isoottilico) è un alcol a catena ramificata a otto atomi di carbonio.

A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall'odore caratteristico, poco solubile in acqua, molto solubile nei più comuni solventi organici.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il 2-etilesanolo viene prodotto a partire dalla n-butilaldeide, secondo il seguente schema:[2]

Aldolo.svg
2-etil-2-esenale.svg
2-etilesanolo.svg

Utilizzi[modifica | modifica sorgente]

Trova principalmente uso nella produzione dei suoi esteri, che vengono impiegati come plastificanti (ad esempio il di-2-etilesilftalato[3]).

Trova uso occasionale anche come solvente ad alto punto di ebollizione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda del 2-etilesanolo su IFA-GESTIS
  2. ^ Weissermel-Arpe, p.139
  3. ^ Weissermel-Arpe, p.140

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia