Woody Johnson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johnson nel 2018

Robert Wood "Woody" Johnson IV (New Brunswick, 12 aprile 1947) è un ambasciatore, imprenditore e dirigente sportivo statunitense che dal 2017 svolge il ruolo di ambasciatore degli Stati Uniti nel Regno Unito[1][2] È il pronipote di Robert Wood Johnson I (co-fondatore della Johnson & Johnson). Assieme al fratello, Christopher, è il proprietario dei New York Jets della National Football League.[3][4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Johnson nacque a New Brunswick, New Jersey. È il figlio di Betty (Wold) e Robert Wood Johnson III, presidente della Johnson & Johnson per quattro anni. Johnson crebbe con quattro fratelli, Keith Johnson, Billy Johnson, Elizabeth "Libet" Johnson e Christopher Wold Johnson, a nord del New Jersey e frequentò la Millbrook School. Si laureò alla University of Arizona. Johnson in seguito svolse un umile lavoro estivo alla Johnson & Johnson con l'aspettativa di ascendere ai più alti incarichi dell'azienda di famiglia.[5]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 gennaio 2000, Johnson acquistò i Jets per 635 milioni di dollari, la terza cifra più alta pagata in uno sport professionistico e la più alta per una squadra di New York. Johnson, che corteggiò anche i New York Knicks, superò l'offerta di 612 milioni di dollari di Charles Dolan, proprietario di Cablevision, che possiede il Madison Square Garden, i Knicks e i Rangers. La squadra fu ceduta per 100 milioni di dollari in più di quello che gli analisti finanziari si attendevano. Forbes nel 2015 ha valutato la squadra 2,85 miliardi di dollari.[6]

Dopo avere acquistato i Jets, Johnson annunciò i piani di trasferirli al proposto West Side Stadium a Manhattan. Tuttavia, dopo che il progetto fallì nel 2005, Johnson annunciò che la franchigia si sarebbe spostata al MetLife Stadium come partner alla pari dei Giants. Il nuovo stadio aprì il 10 aprile 2010. Johnson fece anche parte del comitato per scegliere il successore di Paul Tagliabue come Commissioner della NFL da una lista di 185 candidati, la cui scelta ricadde infine su Roger Goodell.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Woody Johnson nominated as US ambassador to Britain, The Guardian, 22 giugno 2017. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) PN691 — Robert Wood Johnson IV — Department of State, su U.S. Congress. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  3. ^ (EN) Sale Johnson and Ahmad Rashad Get Married Monday, Transworldnews.com, 21 novembre 2007. URL consultato il 31 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 febbraio 2012).
  4. ^ (EN) Richard Sandomir, Philanthropist and Fan, in New York Times, 12 gennaio 2000. URL consultato il 31 gennaio 2020.
    «Robert Wood Johnson IV, whose great-grandfather founded Johnson & Johnson, won the right yesterday to buy the Jets for $635 million, the third-highest price for a professional sports team and the most for one in New York.».
  5. ^ (EN) Duff Wilson, Behind the Jets, a Private Man Pushes His Dream, in New York Times, 11 novembre 2004. URL consultato il 31 gennaio 2020.
    «He grew up in affluent areas of New Jersey, attended the elite Millbrook School in the Hudson Valley and worked menial summer jobs at Johnson & Johnson with the expectation of ascending to the top of the family business.».
  6. ^ (EN) New York Jets Team Value, su Forbes, Forbes. URL consultato il 31 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316388922 · GND (DE1071682156