Volo EgyptAir 804

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Volo EgyptAir 804
EgyptAir Airbus A320 (SU-GCC) on finals at Ataturk Airport.jpg
Il velivolo coinvolto nell'incidente in una fotografia del 2011
Tipo di eventoIncidente
Data19 maggio 2016
Ora02:45 UTC+2
TipoSotto investigazione, possibile incendio a bordo
LuogoMar di Levante
Coordinate33°40′32.52″N 28°47′32.64″E / 33.6757°N 28.7924°E33.6757; 28.7924Coordinate: 33°40′32.52″N 28°47′32.64″E / 33.6757°N 28.7924°E33.6757; 28.7924
OperatoreEgyptair
Numero di registrazioneSU-GCC
PartenzaAeroporto di Parigi Charles de Gaulle
DestinazioneAeroporto Internazionale del Cairo
Passeggeri56
Equipaggio10
Vittime66
Sopravvissuti0
Mappa di localizzazione
[1]
voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo EgyptAir 804 (MS804/MSR804) era un volo di linea di EgyptAir dall'aeroporto di Parigi Charles de Gaulle all'Aeroporto Internazionale del Cairo operato da un Airbus A320-232 che il 19 maggio 2016, alle 02:45 locali (UTC+2), si è inabissato nel mar Mediterraneo.[2][3][4][5][6]

Prima che l'aereo scomparisse dai radar, l'ACARS del velivolo ha trasmesso in automatico la presenza di fumo nelle toilette e nell'alloggiamento dell'avionica, ma i controllori di volo non hanno ricevuto nessun mayday dai piloti.[7]

A bordo vi erano 56 passeggeri, 7 membri dell'equipaggio e 3 agenti di sicurezza. Il 20 maggio alcuni rottami della fusoliera sono stati rinvenuti a circa 290 chilometri a nord di Alessandria d'Egitto.[7] Circa quattro settimane dopo l'incidente, sul fondale marino, sono state individuate le sezioni principali del relitto, comprese entrambe le scatole nere.[8]

Il 15 dicembre 2016 è stato reso noto dall'inchiesta di investigazione egiziana che sono state trovate tracce di esplosivo sui corpi dei passeggeri. Ciò potrebbe confermare l'ipotesi dell'attacco terroristico.[9] La notizia è stata tuttavia smentita da fonti francesi 5 mesi dopo, spingendo le indagini verso l'ipotesi più plausibile dell'incendio accidentale.[10]

L'aereo[modifica | modifica wikitesto]

Il velivolo era un Airbus A320-232,[11] avente numero di registrazione SU-GCC e MSN 2088.[12] Ha effettuato il primo volo il 25 luglio 2003 ed è stato consegnato alla compagnia il 3 novembre dello stesso anno. L'aeromobile stava effettuando il suo quinto volo della giornata, avendo volato da Asmara (Eritrea) al Cairo; dal Cairo all'Aeroporto di Tunisi-Cartagine (Tunisia) e ritorno, e dal Cairo verso Parigi.[13]

Il volo[modifica | modifica wikitesto]

La rotta del volo 804. La stella rossa indica il punto in cui è scomparso dai radar

L'aereo è decollato da Parigi con destinazione Il Cairo il 18 maggio alle 23:09 (tutti gli orari sono UTC + 2, essendo questo fuso orario utilizzato sia in Francia che in Egitto).[3] Il 19 maggio alle 02:30 è scomparso dai radar; secondo l'ultimo rilevamento disponibile stava volando alla quota di 37.000 piedi e si trovava 280 km a nord della costa egiziana e circa 280 km a sud-est da Kastellorizo, l'isola più orientale della Grecia.[3] L'aereo sarebbe dovuto atterrare alle 3:05.

Inizialmente si era diffusa la voce secondo la quale alle 04:26 i dispositivi in dotazione all'esercito egiziano avevano captato un segnale di emergenza trasmesso dal volo 804, ma ciò è stato subito smentito da Sherif Fathy, l'amministratore delegato di Egyptair.[14]

Il 19 maggio Pános Kamménos, il Ministro della Difesa della Grecia, ha dichiarato che l'aereo ha prima virato di 90 gradi a sinistra, poi ha virato di 360 gradi (ah ah ah!) verso destra scendendo da FL 370 a 15.000 piedi di altitudine;[15] affermazione respinta il 23 maggio da un funzionario del National Air Navigation Services Company, l'ente che si occupa della navigazione aerea in Egitto, il quale ha dichiarato che l'aereo non aveva effettuato nessun cambiamento di rotta e di altitudine,[16] in realtà è possibile che i radar egiziani, essendo più lontani dall'aereo, avessero tracciato la rotta del velivolo con minor accuratezza.[17] Il 14 giugno le autorità egiziane hanno convenuto che quanto dichiarato dal Ministero della Difesa Greco era veritiero.[18]

Passeggeri ed equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

Nazionalità dei passeggeri a bordo
Nazionalità No. Note
Egitto Egitto 40 [19][20]
Francia Francia 12 [19]
Algeria Algeria/Francia Francia 4 [21]
Iraq Iraq 2 [22]
Canada Canada 2 [23]
Belgio Belgio 1 [22]
Ciad Ciad 1 [20]
Kuwait Kuwait 1 [24]
Portogallo Portogallo 1 [22]
Arabia Saudita Arabia Saudita 1 [22]
Sudan Sudan 1 [22]
Regno Unito Regno Unito/Australia Australia 1 [19][25]
Totale 66 [22]

A bordo vi erano 56 passeggeri di 12 nazionalità diverse;[26] tra essi vi erano due neonati ed un bambino.[27] Il numero dei passeggeri era inizialmente superiore in quanto alcuni di essi avevano doppia nazionalità.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Tra i 10 membri dell'equipaggio vi erano due piloti, cinque assistenti di volo e tre addetti alla sicurezza.[28] Secondo quanto dichiarato da Egyptair, il comandante, Mohammed Shokeir, aveva 6.275 ore di esperienza di volo (incluse 2.101 ore su un A320), mentre il primo ufficiale, Mohamed Assem, ne aveva 2.766.[29]

Ricerca e recupero[modifica | modifica wikitesto]

Attività iniziali[modifica | modifica wikitesto]

Il Lockheed P-3 Orion utilizzato per le ricerche dell'A320 EgyptAir

Una volta appurato che l'aereo era precipitato in mare, diverse nazioni hanno inviato mezzi sia navali che aerei nella zona delle ricerche. Dalla Grecia sono giunti un Lockheed C-130 Hercules, un Embraer R-99 ed una fregata della Classe Elli;[30] dalla Francia una Falcon 50 Surmar,[31] dal Regno Unito una nave da sbarco Classe Bay della Royal Fleet Auxiliary,[32] mentre dagli Stati Uniti è giunto un Lockheed P-3 Orion.[33]

Area di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 maggio mezzi della Marina e dell'Aeronautica egiziana hanno ritrovato parti della fusoliera, sedili, bagagli ed effetti personali dei passeggeri 290 km al largo della costa di Alessandria d'Egitto. Tra la sera del 20 maggio e l'alba del 23 maggio sono state avvistate due zone cosparse di detriti, la più vasta delle quali misurava 5,6 km di raggio.[34] Complessivamente l'area di ricerca misurava quasi 14.000 km², in questa zona la profondità del mare variava tra i 2.440 ed i 3.050 metri.[34]

Sempre il 20 maggio, l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha annunciato di aver scoperto, grazie alle immagini catturate dal satellite Sentinel 1A, una scia di carburante lunga 2 km alle coordinate 33°19′12″N 29°07′48″E / 33.32°N 29.13°E33.32; 29.13; tale posizione è ubicata a 40 km sud-est dall'ultima posizione nota del volo 804.[35]

Il 26 maggio Airbus ha dichiarato che i satelliti avevano captato i segnali emessi dal trasmettitore di localizzazione d'emergenza, ciò ha permesso di delimitare un'aerea di 10 km di diametro nella quale era molto probabile si trovasse il relitto dell'A320. Il trasmettitore di localizzazione d'emergenza di solito si attiva automaticamente al momento dell'impatto per inviare un segnale di soccorso.[36][37] La National Oceanic and Atmospheric Administration ha confermato che il segnale è stato ricevuto dai satelliti pochi minuti dopo che l'aereo era scomparso dal radar.[38]

Le scatole nere[modifica | modifica wikitesto]

Il primo giugno la nave Laplace della Marine nationale ha intercettato il segnale di emergenza emesso da una delle scatole nere,[39] ciò ha permesso di restringere ulteriormente la zona di ricerca fino ad un'area di circa 12 km².[39][40] Per recuperare i registratori di volo è stato richiesto alla Deep Ocean Search, una società privata esperta in ricerche sottomarine, l'invio della John Lethbridge, nave dotata di uno speciale robot attrezzato per l'utilizzo subacqueo.[39] Il 15 giugno le autorità egiziane hanno annunciato che la John Lethbridge aveva localizzato diverse sezioni del relitto adagiate sul fondo del mare ed era riuscita a rintracciare le scatole nere.[41][42]

Il 16 giugno la John Lethbridge ha recuperato il cockpit voice recorder (CVR);[43] l'apparecchio è risultato gravemente danneggiato ed è stato inviato a Il Cairo per le riparazioni. Un funzionario dell'aviazione civile, rimasto anonimo, ha dichiarato che se i tecnici locali non fossero riusciti a recuperare i dati del CVR, questo sarebbe stato inviato a laboratori specializzati all'estero.[44] Il 17 giugno è stato recuperato anche il flight data recorder (FDR); anche questa unità necessitava di essere riparata prima di essere analizzata.[45]

Il 19 giugno il Comitato investigativo sugli incidenti aeronautici egiziano ha annunciato che i tecnici specializzati delle Forze armate egiziane avevano completato la procedura di asciugatura dei moduli di memoria ed avevano iniziato i test elettrici, ultimo passo prima di tentare il recupero dei dati.[46] Il 21 giugno i tecnici egiziani hanno rivelato che i chip di memoria di entrambi i registratori erano danneggiati ed era impossibile per loro recuperarne i dati;[47] pertanto sarebbero stati inviati a Parigi presso i laboratori del Bureau d'Enquêtes et d'Analyses pour la sécurité de l'aviation civile (BEA) che dopo averli riparati li avrebbe reinviati in Egitto.[48]

Il 27 giugno i tecnici del BEA hanno annunciato che il FDR era stato riparato e rispedito al Cairo per l'analisi dei dati.[49]

Le indagini[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati radar in possesso dall'aviazione greca, il volo 804 ha deviato dalla propria rotta poco dopo essere entrato nella regione di informazioni di volo di competenza dell'Egitto. A livello di volo 370 (circa 37.000 piedi, 11.300 m di altitudine), l'aereo ha virato prima a sinistra di 90 gradi, subito dopo a destra di 360 gradi ed infine ha cominciato a scendere velocemente di quota; il contatto radar è stato perso ad un'altitudine di circa 10.000 piedi (3.000 m).[50][51] Il 19 maggio un funzionario del Ministero della difesa greco ha riferito che si stava verificando quanto detto dal comandante di una nave mercantile, il quale aveva dichiarato di aver visto "una palla di fuoco nel cielo" circa 240 km a sud dell'isola di Karpathos.[52]

Messaggi ACARS[53]
  • 00:26Z 3044 ANTI ICE R WINDOW (guasto nel sistema di riscaldamento del vetro destro della cabina di pilotaggio)
  • 00:26Z 561200 R SLIDING WINDOW SENSOR (guasto del sensore che verifica la chiusura del vetro destro della cabina di pilotaggio)
  • 00:26Z 2600 SMOKE LAVATORY SMOKE (fumo nella toilette)
  • 00:27Z 2600 AVIONICS SMOKE (fumo nell'alloggiamento dell'avionica)
  • 00:28Z 561100 R FIXED WINDOW SENSOR (guasto di un sensore di un altro vetro destro della cabina di pilotaggio)
  • 00:29Z 2200 AUTO FLT FCU 2 FAULT (guasto della funzione Autopilota nel Flight Management System)
  • 00:29Z 2700 F/CTL SEC 3 FAULT (guasto nel sistema di controllo degli spoiler)

Tutti gli orari sono UTC (in campo aeronautico chiamato anche Zulu)

Fonti indipendenti hanno rivelato che quattro minuti prima di scomparire dai radar,[54] il volo 804 ha inviato 7 messaggi tramite il sistema ACARS;[54][55] questa notizia è stata confermata dal Bureau d'Enquêtes et d'Analyses pour la sécurité de l'aviation civile (BEA)[56] che ha spiegato che del fumo potrebbe essere stato rilevato nella parte anteriore dell'aereo e più precisamente nella toilette e nell'alloggiamento dell'avionica,[55] ma i rilevatori di fumo installati sul velivolo avrebbero anche potuto essere stati attivati dalla condensazione del vapore acqueo prodotto da una decompressione improvvisa avvenuta all'interno della cabina stessa; inoltre sebbene i rilevatori ottici di fumo installati sul velivolo siano ritenuti più affidabili rispetto ai vecchi modelli precedentemente montati sugli Airbus in quanto producono un minor numero di falsi allarmi, sono comunque sensibili alla polvere e ad alcuni aerosol.[57]

Due piloti, uno intervistato da The Daily Telegraph, l'altro collaboratore di The Australian, hanno convenuto che l'esplosione di una bomba a bordo potrebbe essere coerente con i messaggi ACARS.[53] L'esperto di aviazione David Learmount di Flight International ha suggerito che un corto circuito avrebbe potuto scatenare un incendio nell'alloggiamento dell'avionica del velivolo[58] e che i piloti potrebbero non averlo individuato per tempo.[59]

Il 22 maggio l'emittente televisiva francese M6 ha riferito che, contrariamente alle dichiarazioni ufficiali, uno dei piloti ha informato il controllo del traffico aereo del Cairo in merito alla presenza di fumo in cabina e che avrebbero perciò effettuato una discesa di emergenza per poi depressurizzare la cabina nel tentativo di eliminare il fumo presente.[60] Nello stesso giorno, il Ministero dell'Aviazione civile egiziano ha etichettato come "falsa" questa notizia.[61]

Il 1º giugno, sia France 3 che Le Parisien hanno diffuso la notizia che nelle 24 ore precedenti l'incidente l'A320 di EgyptAir aveva effettuato tre atterraggi di emergenza, seguiti da verifiche tecniche, dopo che alcuni messaggi ACARS avevano segnalato anomalie subito dopo il decollo.[62][63] Il 2 giugno, Safwat Musallam, presidente di EgyptAir, ha smentito la notizia.[64]

Il 29 giugno funzionari egiziani hanno dichiarato che sia i dati recuperati dal flight data recorder che l'analisi dei rottami del velivolo confermavano la presenza di fumo a bordo, così come indicato dalle trasmissioni ACARS. Alcuni esperti del Ministero dell'Aviazione Civile egiziano hanno evidenziato che i resti della sezione frontale del relitto mostravano segni di combustione ad alta temperatura;[65][66] inoltre, l'analisi dei dati ha mostrato contemporaneità tra le anomalie trasmesse dall'ACARS e gli allarmi registrati dal flight data recorder, e che quest'ultimo aveva smesso di funzionare ad una quota di 37.000 piedi (11.300 m) sopra il livello del mare.[65][67] I media hanno riferito che secondo quanto registrato dal cockpit voice recorder uno dei piloti avrebbe tentato di spegnere l'incendio nella cabina di pilotaggio prima che l'aereo si schiantasse.[68][69]

Il 17 settembre Reuters ha rilanciato una notizia apparsa su Le Figaro che rivelava che gli investigatori francesi impegnati nelle indagini avevano trovato tracce di TNT su alcuni resti dell'aereo, ma che sarebbe stato impedito loro di effettuare analisi più accurate per stabilire l'origine di queste tracce.[70]

Il 15 dicembre la commissione d'inchiesta egiziana ha rivelato di aver trovato tracce di esplosivo sui resti dei passeggeri,[71] ma un portavoce del BEA ha espresso dubbi sulle procedure utilizzate nelle indagini dagli investigatori egiziani.[72]

Il 13 gennaio 2017, il quotidiano francese Le Parisien ha pubblicato un articolo in cui si affermava che autorità francesi non specificate ritenevano che l'aereo potesse essere precipitato in seguito ad un incendio in cabina di pilotaggio causato da una batteria del telefono surriscaldata; sono state notate analogie tra la posizione in cui il copilota aveva riposto il suo iPad e iPhone 6S (immagini fornite dalle telecamere dell'Aeroporto Charles de Gaulle di Parigi) e i dati forniti dai messaggi ACARS che suggerivano un incendio accidentale sul lato destro della cabina di pilotaggio, proprio accanto alla posizione del copilota.[73]

Il 6 maggio 2017, il quotidiano francese Le Figaro ha diffuso la notizia che funzionari francesi hanno confermato che non erano state trovate tracce di esplosivo sui corpi delle vittime.[10]

Il 6 luglio 2018, il BEA ha indicato come ipotesi più plausibile dell'incidente un incendio propagatosi molto rapidamente a bordo.[74]

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

EgyptAir ha rinominato in MS802 (invece che MS804) i voli da Parigi al Cairo, mentre il volo di andata tra il Cairo e Parigi è stato rinominato in MS801 (invece che MS803).[75]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Crash: Egypt A320 over Mediterranean on May 19th 2016, su avherald.com. URL consultato il 4 luglio 2016.
  2. ^ EgyptAir says plane carrying 69 has disappeared from radar [collegamento interrotto], su Chron.com, 18 maggio 2016. URL consultato il 18 maggio 2016.
  3. ^ a b c EgyptAir flight MS804 disappears from radar between Paris and Cairo – live updates, The Guardian, 18 maggio 2016. URL consultato il 18 maggio 2016.
  4. ^ EgyptAir flight from Paris to Cairo missing with 66 on board, Reuters, 18 maggio 2016. URL consultato il 18 maggio 2016.
  5. ^ EgyptAir flight MS804 crash: Military searching for wreckage in Mediterranean Sea, officials say, independent.co.uk, 18 maggio 2016. URL consultato il 18 maggio 2016.
  6. ^ Ultim’ora Aereo Scomparso MS804 EgytpAir – Tv Egiziana: Ritrovato, su TopicNews.it, 20 maggio 2016. URL consultato il 20 maggio 2016.
  7. ^ a b (EN) EgyptAir crash: Debris found from flight MS804, su bbc.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  8. ^ (EN) Volo EgyptAir, trovate le scatole nere, su adnkronos.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  9. ^ (EN) HAMZA HENDAWI, Associated Press, Egypt: Traces of explosives found on victims of Paris flight, in KRNV. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  10. ^ a b (EN) French investigators say no trace of explosives on EgyptAir victims: Le Figaro, su egyptindependent.com, 6 maggio 2017. URL consultato il 15 luglio 2018.
  11. ^ L'aereo era un Airbus A320-232, anche noto come A320ceo per distinguerlo dal più recente A320neo; il numero 32 finale indica che montava motori IAE V2500.
  12. ^ SU-GCC Accident description, su aviation-safety.net, 19 maggio 2016. URL consultato il 19 maggio 2016.
  13. ^ Flight history for aircraft – SU-GCC, su Flightradar24. URL consultato il 19 maggio 2016.
  14. ^ (EN) EgyptAir flight MS804 crash – as it happened, su theguardian.com, 19 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  15. ^ Aereo Egyptair Parigi-Cairo precipitato in mare, la compagnia ha ritrattato il ritrovamento del relitto, su lastampa.it, 19 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  16. ^ (EN) EgyptAir: Crashed flight MS804 'not seen to swerve', 24 maggio 2016.
  17. ^ (EN) EgyptAir 804: U of T forensic expert explains what we know so far, su utoronto.ca. URL consultato il 4 luglio 2016.
  18. ^ (EN) New EgyptAir 804 Findings Suggest No Sudden Midair Explosion, su wsj.com, 14 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  19. ^ a b c EgyptAir Flight MS804 latest updates, BBC News Online, 19 maggio 2016. URL consultato il 19 maggio 2016.
  20. ^ a b EgyptAir crash: Who are the victims of flight MS804?, in The Telegraph. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  21. ^ liberte-algerie.com, Un couple algérien et ses 2 enfants parmi les victimes: Toute l'actualité sur liberte-algerie.com, in http://www.liberte-algerie.com/. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  22. ^ a b c d e f (EN) Peter Beaumont, Traces of explosives found on EgyptAir crash victims, say authorities, in The Guardian, 15 dicembre 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  23. ^ (FR) Zone International - ICI.Radio-Canada.ca, Deux Canadiens parmi les passagers du vol d'EgyptAir, su Radio-Canada.ca. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  24. ^ ‘I would have been on that flight’, in NewsComAu. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  25. ^ (EN) EgyptAir flight MS804: Australian dual national on missing aircraft, in The Sydney Morning Herald, 20 maggio 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  26. ^ (EN) Egyptair Flight MS804: Terrorism likely cause of downed jet, officials say, su globalnews.ca, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  27. ^ (EN) EgyptAir Flight 804: 5 questions you asked and we answered, su edition.cnn.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  28. ^ (EN) EgyptAir Flight Believed to Have Crashed at Sea; Egypt Cites Possible Terrorism, su nytimes.com, 19 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  29. ^ EgyptAir says flight from Paris to Cairo missing with 66 on board, in Reuters, 19 maggio 2016. URL consultato il 19 maggio 2016.
  30. ^ (EN) Terrorists may have brought down EgyptAir flight, officials say, su latimes.com, 19 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  31. ^ (EN) LA MARINE NATIONALE DÉPLOIE UN DE SES FALCON 50M AU LARGE DE KARPATHOS, su avionslegendaires.net, 19 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  32. ^ (EN) 'Debris' Found In Sea Not From Missing Jet, su news.sky.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  33. ^ (EN) EgyptAir missing plane MS804: Live updates, su edition.cnn.com, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  34. ^ a b (EN) EgyptAir 804 Black Boxes Remain Unrecovered: What We Know About the Hunt for Answers, su abcnews.go.com, 23 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  35. ^ (EN) Sentinel-1A spots potential oil slick from missing EgyptAir plane, su esa.int, 20 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  36. ^ (EN) Report: Signals detected from EgyptAir Flight 804 in Mediterranean, su edition.cnn.com, 26 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  37. ^ (EN) Aereo Egyptair caduto, captato segnale. Ristretta area delle ricerche, su repubblica.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  38. ^ (EN) Distress signal from EgyptAir flight 804 confirmed by authorities in Cairo and US, su theguardian.com, 31 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  39. ^ a b c Aereo Egyptair caduto, nave militare francese capta segnale: "È una scatola nera, su repubblica.it, 1º giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  40. ^ (EN) EgyptAir black box search zone narrows after signal detected, su in.reuters.com, 2 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  41. ^ Disastro Egyptair: trovata scatola nera, su ilgiornale.it, 16 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  42. ^ (EN) Disastro EgyptAir, trovata una delle due scatole nere, su ilsole24ore.com, 16 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  43. ^ (EN) EgyptAir crash: Black box cockpit voice recorder from flight MS804 'found in Mediterranean Sea', su independent.co.uk, 16 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  44. ^ (EN) EgyptAir Black Boxes Badly Damaged, Likely to Prolong Probe, su nytimes.com, 17 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2016).
  45. ^ (EN) EgyptAir crash: Second flight recorder recovered, su bbc.com, 17 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  46. ^ (EN) Investigators Begin Examining EgyptAir Flight MS804 Black Boxes, su nbcnews.com, 19 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  47. ^ (EN) EgyptAir Flight 804: Crucial memory chips damaged, su edition.cnn.com, 21 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  48. ^ (EN) EgyptAir Flight MS804 recorders to go to Paris for repairs, su bbc.com, 23 giugno 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  49. ^ (EN) EgyptAir Flight 804 Cockpit Recorder Successfully Repaired, su wsj.com, 2 luglio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016.
  50. ^ Filmato audio Π. Καμμένος: Στα 10.000 πόδια χάθηκε η εικόνα του airbus - Συνεχίζονται οι έρευνες, su YouTube, 19 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  51. ^ (EN) EgyptAir flight MS804 crash: Plane 'swerved' suddenly before dropping off radar over Mediterranean Sea, su independent.co.uk, 19 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  52. ^ (EN) EgyptAir flight from Paris to Cairo missing with 66 on board, su af.reuters.com, 19 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  53. ^ a b (EN) Smoke in the cabin: what does the data from EgyptAir MS804's sensors mean?, su telegraph.co.uk, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  54. ^ a b (EN) Crash: Egypt A320 over Mediterranean on May 19th 2016, fire on board, su avherald.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  55. ^ a b (EN) EgyptAir: Smoke detected inside cabin before crash, su bbc.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  56. ^ (EN) EgyptAir MS804 crash still a mystery after body part and seats found, su theguardian.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  57. ^ (EN) Smoke Alerts Like That on Flight 804 Have Raised Questions in the Past, su wsj.com, 27 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  58. ^ (EN) Possibility of fire aboard EgyptAir flight raised as body parts, debris found in Mediterranean, su foxnews.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  59. ^ (EN) Smoke Detected on EgyptAir MS804 Before Crash: French Investigators, su nbcnews.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  60. ^ (EN) EgyptAir pilot spoke to air traffic control 'minutes before flight MS804 crash', su independent.co.uk, 22 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  61. ^ (EN) Urgent statement from the National Air Navigation Services Company, su civilaviation.gov.eg, 22 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2016).
  62. ^ (EN) EgyptAir Flight MS804 Made ‘Three Emergency Landings’ In 24 Hours Before Crashing Into The Mediterranean Sea, su huffingtonpost.co.uk, 3 giugno 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  63. ^ Egyptair caduto, i dubbi: 3 atterraggi d’emergenza prima della tragedia? Il Cairo e Parigi smentiscono. Captati segnali delle scatole nere, su corriere.it, 1º giugno 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  64. ^ (EN) EgyptAir black box search zone narrows after signal detected, su in.reuters.com, 2 giugno 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  65. ^ a b (EN) EgyptAir voice recorder indicates fire on doomed plane, su edition.cnn.com, 6 luglio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  66. ^ Volo EgyptAir, prime rivelazioni della scatola nera, su repubblica.it, 29 giugno 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  67. ^ (EN) EgyptAir crash: Flight MS804 black box 'confirms smoke', su bbc.com, 29 giugno 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  68. ^ (EN) EgyptAir pilot tried to put out fire on board plane, black box shows, su independent.co.uk, 5 luglio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  69. ^ Egypt Air, uno dei piloti cercò di spegnere un incendio a bordo, su corriere.it, 5 luglio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  70. ^ Filomena Fotia, Disastro aereo EgyptAir, inquirenti francesi: tracce di TNT sui detriti, su meteoweb.eu, 17 settembre 2016. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  71. ^ Egyptair Parigi-Cairo precipitato il 19 maggio: tracce di esplosivo sui corpi dei passeggeri, su repubblica.it, 15 dicembre 2016. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  72. ^ Guido olimpio, Aereo Egyptair, svolta nell’inchiesta: tracce di esplosivo sui reperti, su corriere.it, 17 settembre 2016. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  73. ^ (EN) Speculation over whether overheating phone caused fire that brought down EgyptAir flight MS804, su ibtimes.co.uk, 16 gennaio 2017. URL consultato il 15 luglio 2018.
  74. ^ (EN) EgyptAir flight MS804: French investigators says fire likely cause, su bbc.co.uk, 7 luglio 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.
  75. ^ (EN) EgyptAir Retires Flight Number MS804 Following Crash of Paris-Cairo Flight, su sputniknews.com, 21 maggio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]