Incidenti aerei di voli commerciali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Questa voce è una lista di incidenti di aerei adibiti al trasporto pubblico passeggeri, raggruppata in base all'anno nel quale l'incidente è avvenuto. Per una graduatoria degli incidenti più gravi si consulti la lista di incidenti aerei per numero di vittime.

Indice
1919
1920 1921 1922 1923 1924 1925 1926 1927 1928 1929
1930 1931 1932 1933 1934 1935 1936 1937 1938 1939
1940 1941 1942 1943 1944 1945 1946 1947 1948 1949
1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959
1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969
1970 1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979
1980 1981 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989
1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999
2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
2020
NoteVoci correlateCollegamenti esterni


1919[modifica | modifica wikitesto]

1920[modifica | modifica wikitesto]

1922[modifica | modifica wikitesto]

1923[modifica | modifica wikitesto]

1924[modifica | modifica wikitesto]

1926[modifica | modifica wikitesto]

1927[modifica | modifica wikitesto]

  • 22 agosto – Un Fokker F.VIII di KLM precipita nel Kent, Regno Unito, dopo il cedimento strutturale del timone. In dieci sopravvivono all'impatto.

1928[modifica | modifica wikitesto]

1929[modifica | modifica wikitesto]

1930[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 febbraio – Un Farman F.63 Goliath di Air Union precipita nel Sud del Regno Unito, provocando la morte di due tra i sei a bordo.
  • 5 ottobre – Il dirigibile inglese R101 si schianta a nord di Parigi, uccidendo 48 persone.

1931[modifica | modifica wikitesto]

1933[modifica | modifica wikitesto]

  • 28 marzo – Un Armstrong Whitworth Argosy II di Imperial Airways subisce un incendio a bordo dovuto a un sospetto sabotaggio. 15 persone periscono nell'incidente.
  • 17 luglio – Il Lituanica precipita durante il volo Stati Uniti - Lituania per cause indeterminate. Due vittime.
  • 10 ottobre – Un Boeing 247 della United Airlines viene distrutto da una bomba mentre sorvola Chesterton, Indiana, nel primo caso di sabotaggio su un aereo commerciale; tutte le sette persone a bordo perdono la vita.
  • 30 dicembre – Un Avro Ten di Imperial Airways effettua un volo controllato contro il suolo a causa di errori dei pilota nel Nord del Belgio. Non ci sono sopravvissuti.

1934[modifica | modifica wikitesto]

1935[modifica | modifica wikitesto]

1936[modifica | modifica wikitesto]

1937[modifica | modifica wikitesto]

Lo Zeppelin Hindenburg al momento dello scoppio dell'incendio

1938[modifica | modifica wikitesto]

1939[modifica | modifica wikitesto]

1940[modifica | modifica wikitesto]

1941[modifica | modifica wikitesto]

1942[modifica | modifica wikitesto]

1943[modifica | modifica wikitesto]

1944[modifica | modifica wikitesto]

1945[modifica | modifica wikitesto]

1946[modifica | modifica wikitesto]

1947[modifica | modifica wikitesto]

  • 11 gennaio – Un Douglas C-47 di BOAC precipita causa del maltempo e di molteplici errori dei piloti. Nello schianto in otto perdono la vita, in otto rimangono feriti.
  • 12 gennaio – Il volo Eastern Air Lines 665, un Douglas DC-3, effettua un volo controllato contro il suolo. C'è solo un sopravvissuto.
  • 25 gennaio – Un Douglas C-47 di Spencer Airways si schianta contro un altro C-47 durante la corsa di decollo a causa di errori dei piloti che non riescono a farlo sollevare in aria. Il bilancio è di 12 vittime e 11 feriti.
  • 26 gennaio – Un Douglas DC-3 di KLM si schianta durante la corsa di decollo poiché i piloti non hanno preparato adeguatamente l'aereo. Non ci sono sopravvissuti.
  • 15 febbraio – Un Douglas DC-4 di Avianca precipita nei pressi di Bogotà, Colombia, a causa di errori dei piloti e di navigazione. Nessuno sopravvive dei 53 a bordo.
  • 29 maggio – Il volo United Airlines 521, un Douglas DC-4, si schianta all'aeroporto La Guardia di New York, Stati Uniti, provocando la morte di 43 dei 48 a bordo.
  • 30 maggio – Il volo Eastern Air Lines 605, un Douglas DC-4, precipita per cause sconosciute nel Maryland, Stati Uniti. Non ci sono sopravvissuti.
  • 13 giugno – Il volo Pennsylvania Central Airlines 410, un Douglas DC-4 in volo tra Chicago e Norfolk, si schianta al suolo dopo che i piloti scendono senza autorizzazione sotto l'altitudine minima di discesa. 50 vittime, nessun sopravvissuto.
  • 19 giugno – Il volo Pan Am 121, un Lockheed L-049 Constellation, precipita nel deserto siriano a causa di un incendio al motore che si propaga nella fusoliera. Il bilancio è di 15 vittime e 21 sopravvissuti.
  • 28 agosto – Uno Shorts S.25 di Det Norske Luftfartsselskap si schianta contro una montagna in territorio norvegese. Sono in 35 a perdere la vita, tutti i presenti a bordo.
  • 24 ottobre – Il volo United Airlines 608, un Douglas DC-6, si schianta nei pressi dell'aeroporto "Bryce Canyon", in Utah, a causa di un incendio provocato da un errore di progettazione. Tutte le 52 persone a bordo perdono la vita.
  • 26 ottobre – Il volo Pan Am 923, un Douglas DC-4 tra Seattle, Stati Uniti, e Juneau, Alaska, precipita per cause indeterminate. In 18 periscono nello schianto.
  • 27 dicembre – Un Douglas DC-3 di Air India precipita poco dopo il decollo da Koragi Creek, in Pakistan, a causa della scarsa visibilità ed errori dei piloti. Non ci sono sopravvissuti.

1948[modifica | modifica wikitesto]

1949[modifica | modifica wikitesto]

1950[modifica | modifica wikitesto]

1951[modifica | modifica wikitesto]

1952[modifica | modifica wikitesto]

1953[modifica | modifica wikitesto]

1954[modifica | modifica wikitesto]

1955[modifica | modifica wikitesto]

1956[modifica | modifica wikitesto]

1957[modifica | modifica wikitesto]

1958[modifica | modifica wikitesto]

1959[modifica | modifica wikitesto]

1960[modifica | modifica wikitesto]

1961[modifica | modifica wikitesto]

1962[modifica | modifica wikitesto]

1963[modifica | modifica wikitesto]

1964[modifica | modifica wikitesto]

1965[modifica | modifica wikitesto]

1966[modifica | modifica wikitesto]

1967[modifica | modifica wikitesto]

1968[modifica | modifica wikitesto]

1969[modifica | modifica wikitesto]

1970[modifica | modifica wikitesto]

1971[modifica | modifica wikitesto]

1972[modifica | modifica wikitesto]

1973[modifica | modifica wikitesto]

1974[modifica | modifica wikitesto]

1975[modifica | modifica wikitesto]

1976[modifica | modifica wikitesto]

1977[modifica | modifica wikitesto]

1978[modifica | modifica wikitesto]

1979[modifica | modifica wikitesto]

1980[modifica | modifica wikitesto]

1981[modifica | modifica wikitesto]

1982[modifica | modifica wikitesto]

1983[modifica | modifica wikitesto]

1984[modifica | modifica wikitesto]

1985[modifica | modifica wikitesto]

1986[modifica | modifica wikitesto]

1987[modifica | modifica wikitesto]

1988[modifica | modifica wikitesto]

1989[modifica | modifica wikitesto]

1990[modifica | modifica wikitesto]

1991[modifica | modifica wikitesto]

1992[modifica | modifica wikitesto]

1993[modifica | modifica wikitesto]

1994[modifica | modifica wikitesto]

1995[modifica | modifica wikitesto]

1996[modifica | modifica wikitesto]

1997[modifica | modifica wikitesto]

1998[modifica | modifica wikitesto]

1999[modifica | modifica wikitesto]

2000[modifica | modifica wikitesto]

2001[modifica | modifica wikitesto]

Il sito dello schianto del Volo American Airlines 587 a New York, avvenuto a due mesi di distanza dall'attacco terroristico al World Trade Center

2002[modifica | modifica wikitesto]

2003[modifica | modifica wikitesto]

2004[modifica | modifica wikitesto]

2005[modifica | modifica wikitesto]

Il Volo JetBlue Airways 292 durante l'atterraggio d'emergenza a Los Angeles

2006[modifica | modifica wikitesto]

I resti del Volo Gol 1907

2007[modifica | modifica wikitesto]

I resti del Volo TAM 3054

2008[modifica | modifica wikitesto]

2009[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

2012[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 febbraio – Il volo TransAsia Airways 235, un ATR-72, si schianta nel fiume Keelung in Taiwan. 42 delle 58 persone a bordo tra passeggeri e membri delle equipaggio rimangono uccise.
  • 5 marzo – Il volo Delta Air Lines 1086, un McDonnell Douglas MD-88, esce di pista durante l'atterraggio all'aeroporto La Guardia, New York, anche a causa del maltempo; non ci sono vittime tra i 132 a bordo, solo 24 feriti.
  • 24 marzo – Il volo Germanwings 9525, un Airbus A320, si schianta nel sud della Francia durante un volo da Barcellona, Spagna a Düsseldorf, Germania. Tutti i 144 passeggeri e i 6 membri dell'equipaggio a bordo del velivolo muoiono nello schianto. Il disastro è attribuito a un atto suicida del primo ufficiale.
  • 29 marzo – Il volo Air Canada 624, un Airbus A320, si schianta al suolo poco prima della pista, colpendo diverse strutture ad essa antecedenti. Ci sono 26 feriti, ma nessuna vittima tra i 138 occupanti.
  • 14 aprile – Il volo Asiana Airlines 162, un Airbus A320, impatta contro delle strutture a terra poco prima dell'atterraggio. Ci sono 27 feriti. A320,s
  • 25 aprile – Il volo Turkish Airlines 1878, un Airbus A320, effettua un atterraggio duro a Istanbul, Turchia, subendo danni al carrello di atterraggio e ai motori. Non ci sono né feriti né vittime.
  • 16 agosto – Il volo Trigana Air 267, un ATR 42-300, si schianta nell'est della Papua, Indonesia, durante un volo da Jayapura, a Oksibil. Tutti i 49 passeggeri e i 5 membri dell'equipaggio a bordo del velivolo muoiono nello schianto contro una montagna.
  • 5 settembre – Nella collisione aerea in Senegal del 2015, un Boeing 737-800 e un Hawker Siddeley HS-125-700A si scontrano a causa di un probabile malfunzionamento degli strumenti dell'aereo più piccolo. Sul Boeing non ci sono vittime, mentre non ci sono sopravvissuti tra i sette sull'altro velivolo.
  • 8 settembre – Il volo British Airways 2276, un Boeing 777, subisce un guasto incontrollato e un incendio al motore destro che lo costringono a interrompere la corsa di decollo all'aeroporto di Las Vegas; 20 persone rimangono ferite durante l'evacuazione ma nessuno muore.
  • 2 ottobre – Il volo Aviastar 7503, un de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter, precipita al suolo undici minuti dopo il decollo. Non ci sono sopravvissuti tra i 10 a bordo.
  • 29 ottobre – Il volo Dynamic Airways 405, un Boeing 767, subisce un incendio alla parte sinistra della fusoliera, al motore e all'ala di sinistra a causa di una perdita di carburante; 22 feriti, nessuna vittima.
  • 31 ottobre – Il volo Metrojet 9268, un Airbus A321 diretto a San Pietroburgo, precipita al suolo poco dopo il decollo dall'aeroporto Internazionale di Sharm el-Sheikh, verosimilmente per l'esplosione di una bomba in una valigia. L'attacco terroristico è stato rivendicato dall'ISIS. A bordo vi erano 217 passeggeri e 7 membri dell'equipaggio, tutti deceduti.
  • 22 novembre – Il volo Avia Traffic Company 768, un Boeing 737-300, effettua un atterraggio duro in un aeroporto del Kirghizistan. 14 persone rimangono ferite, 4 in modo grave.
  • 24 dicembre – Un Airbus A310 di Services Air esce di pista in un aeroporto nella Repubblica del Congo. Nessun ferito o vittima tra i 5 a bordo.

2016[modifica | modifica wikitesto]

2017[modifica | modifica wikitesto]

2018[modifica | modifica wikitesto]

2019[modifica | modifica wikitesto]

2020[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]