Vatersay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scozia: veduta panoramica dell'isola di Vatersay
Vatersay
(EN) Vatersay/(GD) Bhatarsaigh
Vatersay Fae056.jpg
Geografia fisica
LocalizzazioneOceano Atlantico
Coordinate56°55′50″N 7°32′22″W / 56.930556°N 7.539444°W56.930556; -7.539444Coordinate: 56°55′50″N 7°32′22″W / 56.930556°N 7.539444°W56.930556; -7.539444
ArcipelagoEbridi Esterne
Superficie9.6 km²
Altitudine massima190 m s.l.m.
Geografia politica
StatoRegno Unito Regno Unito
NazioneScozia Scozia
Area amministrativaComhairle nan Eilean Siar
Centro principaleVatersay
Fuso orarioURC
Demografia
Abitanti72 (1991)
Cartografia
Vatersay OH.svg
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Vatersay
Vatersay

[1]

voci di isole del Regno Unito presenti su Wikipedia
Spiaggia di Vatersay

Vatersay (in gaelico scozzese: Bhatarsaigh[1] ; 9,6 km²) è un'isola sull'Oceano Atlantico della Scozia nord-occidentale, facente parte dell'arcipelago delle isole Ebridi Esterne e del gruppo delle Western Islands ("Isole Occidentali")[1][2]. È la più meridionale tra le isole abitate delle Western Islands[2] e conta una popolazione di circa 70 abitanti.[1]

Unico centro abitato di Vatersay è il villaggio omonimo.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Vatersay si trova a sud-ovest dell'isola di Barra, da cui e separata dal Vatersay Sound, e a nord dell'isola di Sandray.[1][2]

Immagine satellitare dell'isola

Il suo punto più elevato è rappresentato dallo Heishival Mòr, che raggiunge un'altitudine di 190 metri.[1]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento del 1991, Vatersay contava una popolazione pari a 72 abitanti.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 settembre 1853, Vatersay fu teatro di uno spaventoso naufragio, che causò la morte di 350 persone, compresi donne e bambini.[2]

Tra la fine del XIX secolo e gli inizi del XX secolo, l'isola divenne di proprietà di Lady Gordon Cathcart.[1][2]

Nel corso del XX secolo, l'isola divenne fiorente nelle attività di allevamento di carni da macello e di pesca delle aragoste.[2]

Divenne l'isola abitata più meridionale delle Western Islands nel 1912, quando l'isola di Mingulay fu abbandonata.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Vatersay, Scottish Places Info. URL consultato l'11 giugno 2016.
  2. ^ a b c d e f g (EN) Vatersay, Undiscovered Scotland. URL consultato il 10 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]