Under Lock and Key

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Under Lock and Key
ArtistaDokken
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 novembre 1985
Durata42:26
Dischi1
Tracce10
GenereHeavy metal
Pop metal
Hair metal
Hard rock
EtichettaElektra
ProduttoreNeil Kernon, Michael Wagener
Registrazione1985 - Amigo Studios, North Hollywood, Los Angeles e Total Access Recording, Redondo Beach, California
FormatiLP, CD, MC
Certificazioni
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[1]
(vendite: 1 000 000+)
Dokken - cronologia
Album precedente
(1984)
Album successivo
(1987)
Singoli
  1. The Hunter
    Pubblicato: 1985
  2. In My Dreams
    Pubblicato: 1986
  3. It's Not Love
    Pubblicato: 1986
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[2] 4.5/5 stelle

Under Lock and Key è il terzo album in studio del gruppo musicale statunitense Dokken, pubblicato il 22 novembre 1985 dalla Elektra Records.

Viene considerato come l'album più completo della band e ha ricevuto grande accoglienza da parte della critica specializzata, che ha messo in luce l'abilità tecnica del chitarrista George Lynch.[2]

L'album ha venduto oltre un milione di copie nei soli Stati Uniti e ha raggiunto la 32ª posizione nella Billboard 200.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni sono state composte da Don Dokken, George Lynch, Jeff Pilson e Mick Brown.

  1. Unchain the Night – 5:19
  2. The Hunter – 4:07
  3. In My Dreams – 4:20
  4. Slippin' Away – 3:48
  5. Lightnin' Strikes Again – 3:48
  6. It's Not Love – 5:01
  7. Jaded Heart – 4:16
  8. Don't Lie to Me – 3:37
  9. Will the Sun Rise – 4:10
  10. Til the Livin' End – 4:00

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima traccia dell'album darà il nome alla VHS Unchain the Night nel 1986, contenente alcuni videoclip della band.
  • La quinta traccia darà invece il nome all'album Lightning Strikes Again pubblicato nel 2008.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Under Lock and Key – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  2. ^ a b (EN) Eduardo Rivadavia, Under Lock and Key, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  3. ^ (EN) Under Lock and Key Awards, AllMusic. URL consultato il 28 settembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]