The Grand Wazoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Grand Wazoo
Artista Frank Zappa
Tipo album Studio
Pubblicazione Novembre 1972
Durata 37 min : 05 s
Dischi 1
Tracce 5
Genere Fusion
Rock
Jazz
Big band
Etichetta Reprise Records
Bizarre Records
Rykodisc
Zappa Records
Produttore Frank Zappa
Registrazione Paramount Studios, Hollywood, aprile-maggio 1972
Frank Zappa - cronologia
Album precedente
(1972)
Album successivo
(1973)

The Grand Wazoo è il quindicesimo album del musicista e compositore statunitense Frank Zappa, pubblicato nel 1972 dalla Reprise Records.

Rappresenta l'ipotetico terzo capitolo della trilogia jazz-fusion che Zappa aveva iniziato con Hot Rats (1969) e proseguito poi con Waka/Jawaka (luglio 1972).

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'impianto strumentale di The Grand Wazoo è costituito in gran parte da una big band orchestrale. Si tratta del terzo disco pubblicato in un periodo nel quale Zappa era confinato su una sedia a rotelle a seguito dell'aggressione subita sul palco da un fan che lo aveva scaraventato nella buca dell'orchestra durante un concerto a Londra. Nonostante il suo infortunio, Zappa intraprese un nuovo progetto stilistico con The Grand Wazoo, e un secondo tour di otto date, con concerti da tenersi principalmente in Europa. Il gruppo venne denominato "The Grand Wazoo" traendo il nome dall'omonimo album pubblicato nello stesso anno, nel quale Zappa utilizzò una grande orchestra con molti musicisti, la maggior parte dei quali provenienti dalla scena jazz, come il sassofonista Ernie Watts, Anthony Ortega, e il trombonista Billy Byers. «Zappa scelse questo assetto di formazione da big band per le ampie possibilità di sfumature musicali che gli avrebbe permesso, infinitamente più sottili e sofisticate rispetto al gruppo limitato con cui di solito si esibiva», afferma il suo biografo Alain Dister.[1] Zappa stesso è il leader della band in un disco che, nonostante contenga pezzi quasi del tutto strumentali, narra attraverso le note interne la leggenda fittizia e bizzarra di Cletus Awreetus-Awrightus, Imperatore "funky" di qualche regime antico e decadente simile all'antica Roma, posto alla guida di un esercito musicale di 5000 strumenti d'ottone (l'aviazione), 5000 diversi percussionisti (l'artiglieria) , e 5000 musicisti che suonano svariati strumenti elettronici (armi psico-batteriologiche) impegnato in un'eterna lotta contro le forze della mediocrità rappresentate dall'esercito (sempre musicale) di Mediocrates De Pedestrium, in una rappresentazione surreale della realtà del mondo dello show business musicale, infarcito di muzak da istupidimento delle masse secondo Frank Zappa. Tutto questo mentre nelle catacombe sotto il palazzo imperiale si raduna un gruppo di fanatici asceti masochisti chiamati "Questions" ("Domande"). Il "grande Wazoo" del titolo è il rudimentale megafono con il quale l'Imperatore impartisce gli ordini al suo esercito. Con questo lavoro concettuale Zappa uniì insieme sue produzioni precedenti come Uncle Meat (1968) e 200 Motels (1971) che già risentivano di forti influenze jazzistiche. Questo esperimento, però, fu di breve durata, i musicisti che parteciparono alla registrazione di questo album, erano diversi da quelli del 1972 che andarono in tour, e Zappa avrebbe poi proseguito su altre strade stilistiche.

Totalmente avulso dal concept del resto del disco è l'unico brano a contenere una traccia vocale sull'album, For Calvin (and His Next Two Hitch-Hikers), che tratta dei dubbi di "Calvin" Schenkel circa due autostoppisti da lui caricati in auto. La musica accompagna questo stato d'animo che lentamente sconfina nella paranoia facendosi sempre più inquietante con il proseguire della traccia. Curiosamente nella versione originale in vinile dell'album pubblicata nel 1972, questa era la prima traccia del disco, poi spostata al secondo posto nelle successive ristampe CD invertendo la posizione con la title track, apparentemente senza spiegazione alcuna.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  • Tutti i brani sono opera di Frank Zappa.

Versione originale LP[modifica | modifica wikitesto]

Lato 1
  1. For Calvin (and His Next Two Hitch-Hikers) - 6:06
  2. The Grand Wazoo - 13:20
Lato 2
  1. Cletus Awreetus-Awrightus - 2:57
  2. Eat That Question - 6:42
  3. Blessed Relief - 8:00

Versione CD[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Grand Wazoo - 13:19
  2. For Calvin (and His Next Two Hitch-Hikers) - 6:06
  3. Cletus Awreetus-Awrightus - 2:57
  4. Eat That Question - 6:42
  5. Blessed Relief - 7:59

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il titolo dell'album è una storpiatura inglesizzata dal francese del termine le grand oiseau, in italiano "il grande uccello".[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dister, Alain. Frank Zappa - Der Rebell aus dem Untergrund. München, Heyne, 1980.
  2. ^ Porzioni, Epìsch. Delizie Freak, Arcana Edizioni, Roma, 2013, pag. 63, ISBN 978-88-6321-305-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Musicisti e testi dell'album sul sito (EN) The Grand Wazoo
  • Recensione dell'album sul sito (EN) [1]