Dancin' Fool

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dancin' Fool
ArtistaFrank Zappa
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1979
Durata3:45
Album di provenienzaSheik Yerbouti
GenereDisco
Musica demenziale
Pop
EtichettaCBS Records
ProduttoreFrank Zappa

Dancin' Fool è un brano musicale composto ed interpretato dal musicista statunitense Frank Zappa. Il brano venne inserito nell'album Sheik Yerbouti (1979), e pubblicato come primo singolo estratto da esso.

Il singolo arrivò alla posizione numero 45 negli Stati Uniti, miglior risultato di sempre per Zappa dopo Valley Girl del 1982. La canzone ricevette una nomination ai Grammy Awards nella categoria "Best Male Vocal", ma non vinse il premio.[1]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Come nella traccia conclusiva dell'album Zoot Allures, Disco Boy, la tematica della canzone è la satira verso la cultura disco degli anni settanta, ma a differenza di Disco Boy, il brano si concentra nello specifico sui "patiti del ballo" in discoteca. Il protagonista della canzone, ammette consapevolmente di sapere di essere ridicolo ed orribile, ma ciononostante di non riuscire a smettere di ballare. Definisce la sua abitudine di danzare in disco un "suicidio sociale" ed afferma perentorio: «The beat goes on and I'm so wrong» ("Il ritmo sale, e io sono così sbagliato"). Menziona di avere una gamba più corta dell'altra («One of my legs is shorter than the other»), riferimento al serio infortunio patito da Zappa durante un concerto al Rainbow Theatre nel 1971, e di sentirsi totalmente inadeguato ma comunque "schiavo del ritmo".

Saturday Night Live[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 ottobre 1978, Frank Zappa era ospite del Saturday Night Live. Nel programma eseguì Dancin' Fool, Meek, e Rollo.[2][3]

Tracce singolo[modifica | modifica wikitesto]

7"[4]
  1. Dancin' Fool - 3:45
  2. Baby Snakes - 2:02
U.S. 12" (MK-83)[5]
  1. Dancin' Fool - 6:15
  2. Dancin' Fool - 6:15

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frank Zappa Biography (1940-1993), su Filmreference.com. URL consultato il 24 marzo 2016.
  2. ^ TV.com, Saturday Night Live: Frank Zappa, su TV.com. URL consultato il 24 marzo 2016.
  3. ^ (EN) Kelly Fisher Lowe, The Words and Music of Frank Zappa, U of Nebraska Press, 1º gennaio 2007, ISBN 0-8032-6005-9.
  4. ^ Frank Zappa - Dancin' Fool, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2016.
  5. ^ Frank Zappa - Dancin' Fool, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock