Make a Jazz Noise Here

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Make a Jazz Noise Here
Artista Frank Zappa
Tipo album Live
Pubblicazione Giugno 1991
2 maggio 1995
Durata 136 min : 44 s
Dischi 2
Tracce 25
Genere Rock and roll
Rock
Etichetta Barking Pumpkin Records
Rykodisc (ristampa del 1995)
Produttore Frank Zappa
Registrazione Febbraio - giugno 1988
Note Ristampato nel 1995
Frank Zappa - cronologia
Album successivo
(1991)

Make a Jazz Noise Here è un doppio album live di Frank Zappa, pubblicato nel 1991.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un album doppio dal vivo tratto dal tour del 1988, composto per la maggior parte di pezzi strumentali.

Oltre ai pezzi di Zappa, l'album contiene arrangiamenti del suo bassista, Scott Thunes, tratti da temi Igor Stravinsky e Béla Bartók. Suonano con Zappa anche Mike Keneally (chitarra e tastiere). Il batterista è Chad Wackerman, (proveniente dal mondo del jazz dove ha suonato con il chitarrista Allan Holdsworth). Notevole la sezione degli ottoni della band con Walt Fowler (tromba), Bruce Fowler (trombone) e i sassofonisti Paul Carman, Albert Wing and Kurt McGettrick. Ike Willis è alle chitarra e voce, con il tastierista Bobby Martin. Ed Mann è alle percussioni, complementando l'inserimento del Synclavier, che Zappa ha portato in tour per la prima ed unica volta (a metà del tour del 1988 Zappa licenziò l'intera band e cancellò le successive date, principalmente per i dissidi all'interno della band).

I brani sono di Frank Zappa, tranne dove indicato.

Disco uno[modifica | modifica wikitesto]

  1. Stinkfoot - 7:39
  2. When Yuppies Go to Hell - 13:28
  3. Fire and Chains - 5:04
  4. Let's Make the Water Turn Black - 1:36
  5. Harry, You're a Beast - 0:47
  6. The Orange County Lumber Truck - 0:41
  7. Oh No - 4:43
  8. Theme from Lumpy Gravy - 1:11
  9. Eat That Question - 1:54
  10. Black Napkins - 6:56
  11. Big Swifty - 11:12
  12. King Kong - 13:04
  13. Star Wars Won't Work - 3:40

Disco due[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Black Page (new age version) - 6:45
  2. T'Mershi Duween - 1:42
  3. Dupree's Paradise - 8:34
  4. City of Tiny Lights - 8:01
  5. Royal March from "L'Histoire du Soldat" - 0:59 - (Igor Stravinsky)
  6. Theme from the Bartok Piano Concerto #3 - 0:43 - (Béla Bartók)
  7. Sinister Footwear 2nd mvt. - 6:39
  8. Stevie's Spanking - 4:25
  9. Alien Orifice - 4:15
  10. Cruisin' for Burgers - 8:27
  11. Advance Romance - 7:43
  12. Strictly Genteel - 6:36
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock