Absolutely Free

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Absolutely Free
Artista Frank Zappa, & The Mothers of Invention
Tipo album Studio
Pubblicazione Maggio[1] 1967
Durata 38 min : 29 s
Dischi 1
Tracce 2 suite
Genere Rock sperimentale
Musica sperimentale
Rock progressivo
Art rock
Proto-punk
Etichetta Verve Records
Produttore Tom Wilson/Frank Zappa
Registrazione Novembre 1966 ai TTG Studios di Los Angeles[1]
Frank Zappa - cronologia
Album precedente
(1966)

Absolutely Free (1967) è il secondo album di Frank Zappa e The Mothers of Invention. È la continuazione della prima uscita, Freak Out!, e un nuovo affresco formato da complesse composizioni dadaiste contraddistinte da una viscerale satira politica e sociale.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Come nel debutto, l'opera propone un mosaico di generi, apparentemente sconnessi fra loro ma che il gruppo sa unire in maniera eccellente. Su questo disco l'enfasi sperimentale è più matura, e le composizioni sono maggiormente interconnesse fra loro, tanto che entrambi i lati dell'LP originale presentavano un'unica suite. Il disco contiene anche una delle canzoni più famose della prima parte della carriera di Zappa, Brown Shoes Don't Make It, che venne descritta come "l'intera musica compressa in soli 8 minuti".

Nel suo libro Necessity Is..., il cantante delle Mothers Ray Collins ha scritto che Absolutely Free è probabilmente il suo disco preferito tra i classici del gruppo.

Registrato nel novembre del 1966, l'album fu pubblicato nel maggio del 1967 dopo la censura a cui furono sottoposti i testi.[1] A partire dalla ristampa su CD del 1988, sono stati aggiunti, in mezzo alle due suite, due bonus track che erano stati pubblicati nel 1967 nel singolo Big Leg Emma.[2]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i testi, le musiche e gli arrangiamenti sono di Frank Zappa

Lato 1

Suite No. 1: Absolutely Free (1st in a Series of Underground Oratorios)

  1. Plastic People - 3:42
  2. The Duke of Prunes - 2:13
  3. Amnesia Vivace - 1:01
  4. The Duke Regains His Chops - 1:52
  5. Call Any Vegetable - 2:15
  6. Invocation and Ritual Dance of the Young Pumpkin - 7:00
  7. Soft-Sell Conclusion - 1:40
Lato 2

Suite No. 2: The M.O.I. American Pageant (2nd in a Series of Underground Oratorios)

  1. America Drinks - 1:52
  2. Status Back Baby - 2:54
  3. Uncle Bernie's Farm - 2:10
  4. Son of Suzy Creamcheese - 1:34
  5. Brown Shoes Don't Make It - 7:30
  6. America Drinks and Goes Home - 2:46

Bonus Tracks dall'edizione in CD del 1988[modifica | modifica wikitesto]

  • Big Leg Emma - 2:31
  • Why Don'tcha Do Me Right? - 2:37

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ospiti
  • Don Ellis - tromba su Brown Shoes Don't Make It
  • John Rotella - percussioni
  • Pamela Zarubica - voce
Staff
  • Herb Cohen
  • Lisa Cohen
  • Kurt Retar

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Mothers Of Invention, The* – Absolutely Free (Verve, 1967), Discogs. URL consultato il 12 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Frank Zappa / Mothers Of Invention, The* – Absolutely Free (Zappa Records, 1988), Discogs. URL consultato il 12 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo