The First (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The First
PaeseStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2018
Formatoserie TV
Generefantascienza, drammatico
Stagioni1
Episodi8
Durata45-48 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreBeau Willimon
SceneggiaturaBeau Willimon, Francesca Sloane
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheColin Stetson
ScenografiaMonique Champagne
TruccoMia Goff, Adam Walls
Effetti specialiPaul Ferretti, Donnie Dean, Matt Kutcher, Matthew James Kutcher
ProduttoreJoe Incaprera, Peter Chomsky
Produttore esecutivoJordan Tappis, Beau Willimon
Casa di produzioneWestward Productions, AG Capital, AG Studios, Channel 4 Television Corporation, Hulu, IMG
Prima visione
Distribuzione originale
Data14 settembre 2018
DistributoreHulu
Distribuzione in italiano
Dal19 dicembre 2018
Al9 gennaio 2019
DistributoreTIMvision

The First è una serie televisiva statunitense e britannica di fantascienza del 2018 creata da Beau Willimon.[1]

La serie segue le vicende della prima missione umana su Marte, degli astronauti e delle loro famiglie.[1]

La serie è stata cancellata dopo la prima stagione.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

The First segue la prima missione umana su Marte, esplorando le sfide dietro i primi passi verso la colonizzazione interplanetaria. La storia si concentra non solo sugli astronauti coinvolti, ma anche sulle loro famiglie e le altre persone cui questi vogliono bene, nonché sulla squadra che li coordina dalla Terra. Tom Hagerty e i suoi compagni devono vedersela anche con i rispettivi drammi personali. Lui in particolare ha una figlia problematica che lo supplica di non andare, mentre il doloroso ricordo della defunta moglie continua a perseguitarlo.[3]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 8 2018 2018-2019

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2017, Hulu annuncia la serie televisiva, creata da Beau Willimon, che ne sarà anche lo sceneggiatore.

Il budget della serie è stato di 54,6 milioni di dollari.[4]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese della serie sono iniziate il 18 settembre 2017 a New Orleans e sono durate 85 giorni.[4] Successivamente altre riprese vengono effettuate fino al 9 marzo 2018.[5]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer della serie viene diffuso il 24 luglio 2018.[6]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata trasmessa a partire dal 14 settembre 2018 su Hulu negli Stati Uniti.[7] In Italia i primi due episodi verranno proiettati gratuitamente in 30 sale cinematografiche il 18 dicembre 2018 grazie a Nexo Digital, e il 19 dicembre su TIMvision.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Michael Ausiello, Sean Penn to Star in Hulu's Mars Drama Series The First, From House of Cards Creator Beau Willimon, tvline.com, 20 settembre 2017. URL consultato il 25 luglio 2018.
  2. ^ Chiara Caroli, Hulu ha abortito la missione di Sean Penn su Marte: The First è stata cancellata dopo una sola stagione., cinematographe.it, 19 gennaio 2019. URL consultato il 19 gennaio 2019.
  3. ^ The First, su ComingSoon, 17 Settembre, 2018. URL consultato il 17 Settembre, 2018.
  4. ^ a b (EN) Mike Scott, Hulu to shoot Mars-mission drama series 'The First' in New Orleans, nola.com, 16 giugno 2017. URL consultato il 25 luglio 2018.
  5. ^ (EN) Mike Scott, TNT gives 'Deadlier Than the Male' a season order; filming set for New Orleans, nola.com, 16 febbraio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  6. ^ Filmato audio Hulu, The First Teaser (Official) • A Hulu Original, su YouTube, 24 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  7. ^ (EN) Denise Petski, ‘The First’: Beau Willimon’s Hulu Series Gets Premiere Date, First Photos, deadline.com, 16 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  8. ^ Filmato audio Nexo Digital, THE FIRST: Al cinema solo il 18 dicembre, su YouTube, 30 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]