Terza Categoria 1910-1911

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Terza Categoria 1910-1911
Competizione Terza Categoria
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Comitati Regionali della FIGC e singoli dirigenti delegati.
Luogo Italia Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1909-1910 1911-1912 Right arrow.svg

I campionati di Terza Categoria della stagione 1910-1911 furono la settima edizione del campionato di calcio di tale categoria. Il campionato non aveva limiti di età.

Fu disputato e gestito dai Comitati Regionali in modo da evitare eccessive spese di trasporto alle squadre partecipanti.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato, giocato fra i mesi di marzo e maggio per motivi meteorologici (dopo il disgelo dei piccoli campi non cintati), veniva stilato dai Comitati Regionali a seconda del numero delle società iscritte e ripartite in uno o più gironi a seconda delle distanze chilometriche.

La vincitrice di ciascun girone accedeva a un girone finale in cui la prima classificata si aggiudicava il titolo. La competizione non ebbe una finale nazionale.

Il calendario non fu organizzato allo stesso modo da tutti i Comitati Regionali. Per poter arrivare ad un termine comune (la F.I.G.C. non imponeva un termine perentorio e comunque prima dell'arrivo della "canicola" di inizio maggio) si optava spesso per i "gironi di sola andata" perché il girone all'italiana detto all'epoca "a girone doppio" non era applicabile viste le ridotte domeniche utilizzabili.

Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Girone torinese[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Vigor 5 3 2 1 0 4 2 +2
2. Piemonte III 3 3 0 3 0 5 5 0
3. Juventus III 2 3 0 2 1 3 4 -1
3. Torino III 2 3 0 2 1 2 3 -1

Legenda:

      Qualificato alla finale piemontese.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario fu pubblicato su La Stampa Sportiva:[1]

Prima giornata Sola andata
Torino III-Vigor[2] 0-1 12 mar. 1911
Piemonte III-Juventus III[2] 2-2


Seconda giornata Sola andata
Vigor-Piemonte III[3] 1-1 19 mar. 1911
Juventus III-Torino III[3] 0-0


Terza giornata Sola andata
Juventus III-Vigor[4][5][6] 1-2 26 mar.
Torino III-Piemonte III[5] 2-2

Girone provinciale[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Pro Vercelli III 4 2 2 0 0 11 4 +7
2. Veloces Biella 2 2 1 0 2 8 5 +3
3. Casale II 0 2 0 0 2 2 12 -10

Legenda:

      Qualificato alla finale piemontese.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario fu pubblicato su La Stampa Sportiva:[1]

Prima giornata Sola andata
Pro Vercelli III-Veloces[2] 4-3 12 mar. 1911
Riposa: Casale II


Seconda giornata Sola andata
Casale II-Veloces[3][7][8] 1-5 19 mar. 1911
Riposa: Pro Vercelli III


Terza giornata Sola andata
Casale II-Pro Vercelli III 1-7 26 mar.
Riposa: Veloces

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Pro Vercelli III qualificata alla finale piemontese.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Pro Vercelli III 2 - 1 Vigor Vercelli, 2 aprile 1911[1]
Vigor 5 - 8 Pro Vercelli III Torino, 9 aprile 1911[9][10]

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Pro Vercelli III campione piemontese di Terza Categoria 1910-1911.

Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato fu organizzato ancora dai delegati nominati nell'assemblea federale perché il Comitato Regionale fu costituito solo dopo l'agosto 1911.[11]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

  • 19 marzo 1911: Ausonia II-Libertas II 5-1.[3]
  • 19 marzo 1911: Lombardia-Inter III 2-0 (forfait).[3]
  • 26 marzo 1911: FC Lombardia-US Milanese III 3-2 (3-1?).[4][5][12]
  • L'Inter III si ritirò dando forfait in tutte le partite che avrebbe dovuto disputare.[4][5]
  • 9 aprile 1911: Libertas II-Lombardia 0-2 (forfait).[10]
  • 30 aprile 1911: US Milanese III-FC Lombardia 2-1.

Veneto[modifica | modifica wikitesto]

  • 19 marzo 1911: Venezia III-Volontari 2-0.[3][7]
  • 26 marzo 1911: Venezia III-Vicenza III 4-0.[4]

Nota:

  • Secondo La Stampa Sportiva e La Gazzetta dello Sport, il Venezia III, vincendo la partita di ritorno contro il Volontari il 19 marzo 1911, vinse il campionato veneto di Terza Categoria.[3][7] Tuttavia La Stampa Sportiva della settimana successiva, riporta nel paragrafo "Terza Categoria" una partita tra Venezia e Vicenza.[4]

Emilia[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Semifinale bolognese

Risultati Luogo e data
Sempre Avanti 0 - 2 Bologna II Bologna, 19 marzo 1911[7]
Bologna II 2 - 2 Sempre Avanti Bologna, 26 marzo 1911[4][5]

Semifinale provinciale

Risultati Luogo e data
Ass.Stud.del Calcio 7 - 0 US Ferrarese Modena, 19 marzo 1911[13][14]
US Ferrarese 1 - 4 Ass.Stud.del Calcio Ferrara, 26 marzo 1911[13][14]

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Bologna II 6 - 0 Ass.Stud.del Calcio Bologna, 2 aprile 1911[13][14]
Ass.Stud.del Calcio 2 - 3 Bologna II Modena, 9 aprile 1911[13][14]

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Associazione Studentesca del Calcio (Modena) Campione emiliano di Terza Categoria 1910-1911.[15]

Toscana[modifica | modifica wikitesto]

Sezione est[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Firenze FBC 6 4 3 0 1 14 2 +12
1rightarrow.png 2. Itala Firenze 6 4 3 0 1 13 1 +12
3. non conosciuta Juventus 0 4 0 0 4 1 25 -24

Legenda:

      Va allo spareggio.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Spareggio d'ammissione alla finale[modifica | modifica wikitesto]

Lo spareggio si rese necessario perché le due squadre erano a pari punti.[16]

Risultato Luogo e data
Firenze FBC 1 - 0 Itala Firenze Firenze, 2 aprile 1911

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario fu pubblicato da La Gazzetta dello Sport.[17][18]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (4ª)
19 feb. 1911 1-7 Juventus-Firenze FBC 0-6 12 mar. 1911
Riposa: Itala


Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (5ª)
26 feb. 1911 1-0 Firenze FBC-Itala[19] 0-1 26 mar. 1911
Riposa: Juventus
Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (6ª)
5 mar. 1911 5-0 Itala-Juventus[20] 7-0 19 mar. 1911
Riposa: Firenze FBC

Sezione ovest[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. SPES Livorno 6 4 3 0 1 6 2 +4
2. Virtus Juventusque 6 4 3 0 1 6 2 +4
3. Pisa 0 4 0 0 4 0 8 -8

Legenda:

      Qualificato alla finale toscana.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Spareggio qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Avendo Virtus Juventusque e SPES terminato in testa a pari punti fu necessario uno spareggio.

Risultati Luogo e data
SPES 4 - 1 Virtus Juventusque Livorno, 2 aprile 1911[21]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario fu pubblicato da La Gazzetta dello Sport.[17][22]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (4ª)
19 feb. 1911 1-0 SPES-Virtus Juventusque 1-2 12 mar. 1911
Riposa: Pisa


Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (5ª)
26 feb. 1911 0-2 [23][24]Pisa-Virtus Juventusque[23][24] 0-2 19 mar. 1911
Riposa: SPES
Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (6ª)
5 mar. 1911 0-2 [23]Pisa-SPES[23] 0-2 26 mar. 1911
Riposa: Virtus Juventusque

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Firenze FBC 2 - 0 SPES Firenze, 23 aprile 1911[25][26]
SPES 2 - 2 Firenze FBC Livorno, 30 aprile 1911[27][28]

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Firenze FBC Campione toscano di Terza Categoria 1910-1911.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[29]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Lazio 8 4 4 0 0 9 0 +9
2. Juventus Roma 4 4 2 0 2 5 6 -1
3. Roman 0 4 0 0 4 2 10 -8

Legenda:

      Campione laziale di Terza Categoria 1910-1911.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

[30][31]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (4ª)
5 feb. 1911 2-4 Roman-Juventus 0-1 26 feb. 1911
Riposa: Lazio


Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (5ª)
12 feb. 1911 1-0 Lazio-Juventus 3-0 5 mar. 1911
Riposa: Roman
Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (6ª)
19 feb. 1911 0-3 Roman-Lazio[23] 0-2 12 mar. 1911
Riposa: Juventus

Campania[modifica | modifica wikitesto]

  • 19 marzo 1911: Naples B-SS Napoli 2-0.[7]
  • 26 marzo 1911: Juventus-Elios 3-3 (0-2 tav.).[5]
  • 2 aprile 1911: Naples B-Audace 7-2.
  • 9 aprile 1911: SS Napoli-Elios 2-1.
  • 7 maggio 1911: Juventus-Naples B.

Il campione napoletano, la S.S. Napoli, vinse la finale contro la Robur di Caserta (unica iscritta nel girone provinciale), aggiudicandosi il titolo di campione campano di Terza Categoria 1910-1911.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "La Stampa Sportiva", 12 marzo 1911
  2. ^ a b c "La Stampa Sportiva", 19 marzo 1911
  3. ^ a b c d e f g "La Stampa Sportiva", 26 marzo 1911
  4. ^ a b c d e f "La Stampa Sportiva", 2 aprile 1911
  5. ^ a b c d e f La Gazzetta dello Sport del 27 marzo 1911
  6. ^ Secondo La Stampa Sportiva finì 2-1 per il Vigor, secondo La Gazzetta dello Sport finì 2-2.
  7. ^ a b c d e La Gazzetta dello Sport del 20 marzo 1911
  8. ^ Secondo La Stampa Sportiva, fu disputata a Biella e terminò 2-1 per la Veloces, secondo La Gazzetta dello Sport fu disputata a Casale Monferrato e terminò 5-1 per la Veloces.
  9. ^ "La Stampa Sportiva", 16 aprile 1911
  10. ^ a b La Gazzetta dello Sport del 10 aprile 1911
  11. ^ "Lettura Sportiva" di Milano, settimanale conservato dalla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano, che pubblicò i primi comunicati nel novembre 1911 per la stagione 1911-1912.
  12. ^ Secondo La Gazzetta dello Sport finì 3-1, secondo La Stampa Sportiva finì 3-2.
  13. ^ a b c d Il primo decennio (1910-1919), p. 1.
  14. ^ a b c d Nell'articolo di giornale dell'epoca pubblicato come illustrazione in Il primo decennio (1910-1919), p. 1, la squadra di Modena viene chiamato "Modena". In realtà, come risulta evidente da Storia del Comitato Regionale Emiliano, p. 171 Archiviato il 13 novembre 2012 in Internet Archive., a partecipare non fu nessuna squadra chiamata "Modena", bensì l'Associazione Studentesca del Calcio di Modena che non conteneva affatto il nome della città nella propria denominazione.
  15. ^ Storia del Comitato Regionale Emiliano, p. 171. (PDF), su figc-dilettanti-er.it. URL consultato il 18 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2012).
  16. ^ La Nazione del 28 marzo 1911.
  17. ^ a b La Gazzetta dello Sport del 13 febbraio 1911
  18. ^ Fonti per i risultati: La Gazzetta dello Sport del 6 marzo 1911, La Gazzetta dello Sport del 13 marzo 1911, La Gazzetta dello Sport del 20 marzo 1911, La Gazzetta dello Sport del 27 marzo 1911, La Stampa Sportiva del 26 febbraio 1911, La Stampa Sportiva del 5 marzo 1911, La Nazione del 7 marzo 1911, La Nazione del 13 marzo 1911, La Nazione del 28 marzo 1911.
  19. ^ Secondo il calendario iniziale avrebbe dovuto essere disputata il 19 marzo ma fu rinviata al 26 marzo. Si segnala un errore de La Gazzetta dello Sport che riporta sotto il paragrafo "Terza Categoria" una prima partita Itala-Firenze FBC del 12 marzo 1911 finita 0-0 (cfr. La Gazzetta dello Sport del 13 marzo 1911), ma in realtà si trattava di una partita tra le seconde squadre (cfr. La Nazione del 13 marzo 1911) non valido per la Terza Categoria.
  20. ^ Secondo il calendario iniziale avrebbe dovuto essere disputata il 26 marzo.
  21. ^ "La Stampa", 2 aprile 1911, p. 5
  22. ^ Fonti per i risultati: La Gazzetta dello Sport del 13 marzo 1911, La Gazzetta dello Sport del 20 marzo 1911, La Gazzetta dello Sport del 27 marzo 1911, La Stampa Sportiva del 26 febbraio 1911, La Stampa Sportiva del 5 marzo 1911.
  23. ^ a b c d e Per forfait
  24. ^ a b Secondo il calendario iniziale avrebbe dovuto disputarsi a campi invertiti.
  25. ^ La Gazzetta dello Sport del 24 aprile 1911.
  26. ^ La Nazione del 24 aprile 1911.
  27. ^ La Gazzetta dello Sport del 1 maggio 1911.
  28. ^ La Nazione del 1 maggio 1911.
  29. ^ Fontanelli, pp. 24-31.
  30. ^ Fonti: La Gazzetta dello Sport del 6 febbraio 1911, del 13 febbraio 1911, del 6 marzo 1911, del 13 marzo 1911.
  31. ^ L'Italia Sportiva del 2 marzo 1911

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Fontanelli, I colori del calcio. Divise da gioco - curriculum - 173 squadre: 1898-1929, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l., 2000.
  • Alfredo Corinti, Storia del calcio - I campionati del 1910-11, lulu.com, 2016.