Steve Ovett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steve Ovett
SteveOvett-2.jpg
Steve Ovett a Toronto nel 1986.
Nome Stephen Michael John Ovett
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 183 cm
Peso 70 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Mezzofondo
Record
800 m 1'44"09 (1978)
1 000 m 2'15"91 (1979)
1 500 m 3'30"77 (1983)
Miglio 3'48"40 (1981)
5 000 m 13'20"06 (1986)
Società Brighton & Hove AC
Carriera
Nazionale
1974-1987 Regno Unito Regno Unito
Palmarès
Regno Unito Regno Unito
Giochi olimpici 1 0 1
Europei 1 2 0
Europei juniores 1 0 0
Inghilterra Inghilterra
Giochi del Commonwealth 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Stephen Michael John Ovett, detto Steve (Brighton, 9 ottobre 1955), è un ex atleta britannico, specializzato nel mezzofondo e campione olimpico degli 800 metri piani ai Giochi di Mosca 1980.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brighton, Steve Ovett da adolescente fu un atleta eccezionalmente talentuoso. Il suo primo titolo importante arrivò nel 1973, quando vinse gli 800 m piani agli Europei juniores, cui seguì l'anno successivo a Roma, un argento ai Campionati europei. Vinse il titolo AAA negli 800 m piani dal 1974 al 1976, sui 1500 m piani nel 1979 e sul miglio nel 1980.

Ovett acquisì esperienza ai Giochi olimpici del 1976 quando corse nella finale degli 800 m piani, terminando quinto. Ai Campionati europei del 1978, vinse l'oro nei 1500 m e l'argento negli 800 m piani.

Ovett arrivò alle Olimpiadi di Mosca del 1980 come favorito da molti per il titolo dei 1500 m piani. All'inizio del mese aveva stabilito un nuovo record mondiale sul miglio con il tempo di 3'48"8 e due settimane dopo uguagliò quello di Sebastian Coe sui 1500 m in 3'32"1. Era imbattuto sui 1500 m piani e sul miglio da tre anni. La sua partecipazione agli 800 m doveva servire da test per i 1500 m.

Nella finale degli 800 m era solo in sesta posizione a metà gara, ma si fece largo in mezzo al gruppo fino ad arrivare al secondo posto. A settanta metri dall'arrivo si portò in testa tenendosi dietro Coe e successivamente staccandolo di tre metri. Nei 1500 m piani, disputati sei giorni dopo, fu Coe che lo rimontò partendo da dietro e andando a vincere, mentre Ovett dovette accontentarsi del terzo posto.

Dopo i Giochi olimpici Ovett abbassò il record mondiale dei 1500 m piani a 3'31"36. Nel 1983 lo ritoccò ulteriormente portandolo a 3'30"77. In questa stessa specialità ai Mondiali di quell'anno giunse quarto.

Ovett tentò di difendere il titolo olimpico degli 800 m piani ai Giochi olimpici del 1984. Combattendo contro una bronchite, si qualificò a malapena per la finale, dove finì ottavo. Dopo l'arrivo collassò e trascorse due notti in ospedale. Ritornò per competere nei 1500 m piani. Correndo in quarta posizione all'inizio dell'ultimo giro, Ovett collassò nuovamente, con forti dolori al petto e venne portato via in barella.

Nel 1986 vinse i 5000 metri piani ai Giochi del Commonwealth di Edimburgo. Non riuscì a partecipare ai Giochi olimpici di Seul del 1988 e decise di ritirarsi poco dopo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
In rappresentanza del Regno Unito Regno Unito
1973 Europei juniores Germania Ovest Duisburg 800 m piani Oro Oro 1'47"53
1974 Europei Italia Roma 800 m piani Argento Argento 1'45"8
1976 Giochi olimpici Canada Montréal 800 m piani 1'45"44
1 500 m piani Semifinale 3'40"34
1978 Europei Cecoslovacchia Praga 800 m piani Argento Argento 1'44"1
1 500 m piani Oro Oro 3'35"6 Record dei Campionati
1980 Giochi olimpici URSS Mosca 800 m piani Oro Oro 1'45"40
1 500 m piani Bronzo Bronzo 3'38"99
1983 Mondiali Finlandia Helsinki 1 500 m piani 3'42"34
1984 Giochi olimpici Stati Uniti Los Angeles 800 m piani 1'52"28
1 500 m piani Finale nf
1987 Mondiali Italia Roma 5 000 m piani 10º 13'33"49
In rappresentanza dell' Inghilterra Inghilterra
1986 Giochi del
Commonwealth
Regno Unito Edimburgo 5 000 m piani Oro Oro 13'24"11

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1977
1981

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN92248748