Sofia di Brandeburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sofia di Brandeburgo
SophieBrandSachsen.jpg
Sofia di Brandeburgo, 1582.
Elettrice di Sassonia
In carica 1586-1591
Nascita Zechlin, Rheinsberg, 6 giugno 1568
Morte Colditz, 7 dicembre 1622
Casa reale Casa di Hohenzollern
Padre Giovanni Giorgio di Brandeburgo
Madre Sabina di Brandeburgo-Ansbach
Consorte Cristiano I di Sassonia
Principato di Brandeburgo
Hohenzollern
COA family de Markgrafen von Brandenburg (1417).svg

Federico I
Nipoti
Federico II
Alberto III
Giovanni I
Gioacchino I
Gioacchino II
Giovanni Giorgio
Figli
Gioacchino Federico
Figli
Giovanni Sigismondo
Giorgio Guglielmo
Federico I Guglielmo
Federico III
Modifica

Sofia di Brandeburgo (Zechlin, 6 giugno 1568Colditz, 7 dicembre 1622) è stata una principessa di Brandeburgo e per matrimonio elettrice di Sassonia. Dal 1591 era reggente di Sassonia durante la minore età del figlio Cristiano II.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Sofia nacque al Castello di Zechlin, Rheinsberg, figlia del principe elettore di Brandeburgo Giovanni Giorgio (1525-1598) e della sua seconda moglie Sabina di Brandeburgo-Ansbach (1548-1575), figlia del margravio Giorgio di Brandeburgo-Ansbach.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 aprile 1582 a Dresda, Sofia sposò Cristiano I di Sassonia (1560-1591). All'epoca del matrimonio Sofia aveva 14 anni e un anno dopo ebbe il suo primo figlio.

La coppia ebbe sette figli:

Sofia era una luterana e combatté contro il calvinismo in Sassonia. Dopo la morte di Cristiano I, nel 1591, fece imprigionare il calvinista cancelire Nikolaus Krell, un avversario della fede luterana, alla Fortezza Königstein, e nel 1601 lo fece giustiziare a Dresda.

Dopo la morte di suo marito, che è morto all'età di soli 31, Sofia, insieme con il duca Federico Guglielmo I di Sassonia-Weimar, divenne reggente del Elettorato per il figlio.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 7 dicembre 1622 al Castello di Colditz.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42576935 · GND (DE115841938 · CERL cnp00383546
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie