Silvia Bosurgi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvia Bosurgi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 164 cm
Peso 59 kg
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirata 2017
Carriera
Giovanili
Messina
Squadre di club1
1995-1996 Messina
1996-2009Orizzonte CT
2014-2017Messina
Nazionale
1999-2009 Italia Italia 205
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Campionati mondiali 1 1 0
Coppa del Mondo 0 1 0
World league 0 1 1
Campionati europei 2 2 0
Per maggiori dettagli vedi qui
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 luglio 2011

Silvia Bosurgi (Messina, 17 aprile 1979) è un'ex pallanuotista italiana, ha vinto la medaglia d'oro ai giochi olimpici di Atene 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nella Polisportiva Messina di Gaetano D'Uva. Nel 1996 si trasferisce all'Orizzonte Catania, con cui ha vinto tutto in Italia (quattordici scudetti) e in Europa (sette Coppe dei Campioni ed una Supercoppa europea).

Pierluigi Formiconi l'ha fatta esordire nel setterosa nel 1999. Nello stesso anno ha preso parte al primo dei suoi cinque europei, a Prato, dove la nazionale ha conquistato l'oro. In seguito, ha ottenuto un argento a Budapest 2001, un altro oro a Lubiana 2003, nuovamente argento a Belgrado 2006 e il quarto posto a Malaga nel 2008. Ha partecipato anche a cinque edizioni dei campionati mondiali, da Fukuoka 2001, a Roma 2009; ha ottenuto il bronzo alla World league di Long Beach 2004 e l'argento a Cosenza 2006; infine, ha fatto parte delle spedizioni per la Coppa del Mondo di Perth nel 2002 e di Tianjin nel 2006. La vittoria più prestigiosa è quella delle Olimpiadi di Atene 2004, in finale contro la Grecia.

Nel 2008 il sindaco della sua città natale, Francantonio Genovese, l'ha inclusa nella giunta municipale con delega allo sport[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Italia: Atene 2004
Italia: Fukuoka 2001
Italia: Barcellona 2003
Italia: Tianjin 2006
Italia: Cosenza 2006
Italia: Long Beach 2004
Italia: Prato 1999, Lubiana 2003
Italia: Budapest 2001, Belgrado 2006

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 7 febbraio 2003. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[2]
Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presentazione della giunta, su francantoniogenovese.it. URL consultato il 24 luglio 2011.
  2. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Silvia Bosurgi, su quirinale.it. URL consultato il 4 aprile 2011.
  3. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Silvia Bosurgi, su quirinale.it. URL consultato il 4 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]