Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Serse II di Persia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serse II
Gran Re di Persia;
Re dell'Alto e Basso Egitto
Incoronazione 424 a.C.
Predecessore Artaserse I
Successore Sogdiano
Morte 424 a.C.
Dinastia Dinastia achemenide;
XXVII dinastia egizia
Padre Artaserse I
Madre Damaspia

Serse II (Xšayāršā in antico persiano; V secolo a.C.424 a.C.) è stato un re persiano della dinastia degli Achemenidi.

Re di Persia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Artaserse I e della regina Damaspia fu ucciso dopo soli 45 giorni di regno dal fratellastro Sogdiano, al termine di un festino.

La conoscenza di questo sovrano ci viene dagli scritti di Ctesia. Salito al trono alla morte del padre come unico erede legittimo, la sua posizione venne subito contestata da Sogdiano, figlio di Artaserse I e della concubina Alogyne, e dall'altro fratellastro Oco, figlio anch'esso di una concubina reale, Cosmartidene.

Serse venne riconosciuto come re solamente dalla Persia, mentre Sogdiano fondava il suo potere sull'Elam e Oco sulle satrapie dell'Ircania, della Babilonia e delle Media.

Re d'Egitto[modifica | modifica wikitesto]

Nei pochi mesi di regno Serse II fu anche formalmente, pur non assumendo la titolatura dei sovrani egizi, re dell'Egitto ed infatti Manetone lo colloca nella XVII dinastia.

Predecessore Re dei Re Successore
Artaserse I 424 a.C. Sogdiano
Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Artaserse I 424 a.C. Sogdiano