Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Atossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Atossa
Iranian queen.jpg
Possibile busto di Atossa[1]
Regina consorte di Persia
In carica 522 a.C. –
475 a.C.
Predecessore Cassandane
Successore Amestris
Nascita Pasargadae, 550 a.C.
Morte 475 a.C.
Luogo di sepoltura Naqsh-e Rostam
Dinastia Achemenidi
Padre Ciro II
Madre Cassandane
Consorte di Smerdi
Dario I
Figli Serse I
Achemene
Masiste
Istaspe
Religione Zoroastrismo

Atossa (آتوسا in persiano moderno; 550 a.C.475 a.C.) è stata una nobile persiana, figlia di Ciro il Grande e regina consorte di Persia in quanto moglie di Smerdi e Dario I.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Atossa sposò Smerdi, che succedette al fratellastro Cambise II e, nel 522 a.C. sposò Dario I quando questi gli succedette. Da lui ebbe 4 figli: Serse, suo successore, Achemene, satrapo d'Egitto, Masiste, satrapo della Battria e Istaspe.

Atossa probabilmente morì prima che Serse salisse al potere, nonostante Erodoto credesse che fosse ancora viva durante il suo regno. Sempre secondo Erodoto ad Atossa fu diagnosticata una mastite, curata dal medico e schiavo Democede di Crotone.[2]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Il tragediografo ateniese Eschilo la incluse nella sua tragedia intitolata I Persiani con un ruolo di primaria importanza.

Un interessante ritratto di Atossa si trova nel libro Creazione di Gore Vidal, che racconta la storia di un ambasciatore alla corte di Dario il Grande.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cabeça em lápis lazuli, su bbc.com.
  2. ^ A. T. Sandison, THE FIRST RECORDED CASE OF INFLAMMATORY MASTITIS— QUEEN ATOSSA OF PERSIA AND THE PHYSICIAN DEMOCÊDES, in Medical History, vol. 3, nº 4, 1959-10, pp. 317–322. URL consultato il 28 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]