Achemene (satrapo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Achemene
Satrapo d'Egitto
In carica V secolo a.C.
Predecessore Ferendate
Successore Arsame
Morte Papremi o Xois, 460 a.C.
Padre Dario I
Madre Atossa

Achemene (dall'antico persiano Haχāmaniš "dall'animo amichevole", in greco antico: Ἀχαιμένες, Achaimènes, in latino Achaemenes; fine VI secolo a.C.Papremi o Xois, 460 a.C.) è stato un satrapo persiano, fratello di Serse I ed appartenente alla dinastia achemenide, vissuto tra il sesto e il quinto secolo a.C.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Combatté i Greci nella battaglia di Salamina (480 a.C.)[1], alla testa di circa 200 navi e, circa vent'anni dopo, morì a Papremi nel tentativo di domare una rivolta degli Egizi capeggiata da Inaros.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Achemene, Treccani Enciclopedie Online. URL consultato il 22 aprile 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonino Pagliaro, Achemene, Treccani Enciclopedia Italiana, 1929.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]