Artistone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Artistone (in greco: Ἀρτυστώνη, Artistun; in persiano antico: *Artastūnā; in elamita: Ir-taš-du-na[1]; VI secolo a.C. – ...), era una principessa persiana, figlia del re di Persia Ciro II[2] e moglie di Dario I[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Artistone era una delle figlie del re di Persia Ciro il Grande. Era dunque sorella di Atossa, Cambise II e Bardiya.[3] Quando Dario I salì al trono, volle sposarla per legittimare la sua ascesa al potere, rafforzando dunque la sua parentela con la famiglia di Ciro.[2] Per la stessa ragione Dario sposò anche la sorella di Artistone, Atossa.[2][3] Artistone tuttavia fu la moglie che Dario amò di più,[4] al punto che per lei fece costruire una statua d'oro.[2]

Negli archivi del tesoro di Persepoli sono presenti informazioni che testimoniano come Artistone possedesse molti palazzi in tutta la Persia[2][3] ed esercitasse una grande influenza sulla vita di corte.[2][3]

Secondo le fonti, Artistone diede tre figli a Dario: Arsame,[4] Gobria[5] e Artozostra, che andò in sposa al generale persiano Mardonio.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Behind the name-Artystone, behindthename.com. URL consultato il 1 marzo 2017.
  2. ^ a b c d e f g Artystone, livius.org. URL consultato il 27 febbraio 2017.
  3. ^ a b c d ARTYSTONE, iranicaonline.org. URL consultato il 1 marzo 2017.
  4. ^ a b Erodoto, VII, 69
  5. ^ Erodoto, VII, 72
  6. ^ Erodoto, VI, 43

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondiarie[modifica | modifica wikitesto]