Scoglio dell'Ulivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scoglio dell'Ulivo
Palmi scoglio dell'ulivo.jpg
Lo Scoglio dell'Ulivo
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Tirreno
Coordinate38°22′54″N 15°51′26″E / 38.381667°N 15.857222°E38.381667; 15.857222Coordinate: 38°22′54″N 15°51′26″E / 38.381667°N 15.857222°E38.381667; 15.857222
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneCalabria Calabria
ProvinciaReggio Calabria Reggio Calabria
ComunePalmi-Stemma.png Palmi
QuartiereLido di Palmi
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Calabria
Scoglio dell'Ulivo
Scoglio dell'Ulivo
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

«Quivi, presso il lido irto di scogli, sorge vagamente dal mare un grandissimo scoglio, sormontato da un alberetto di ulivo selvatico, pittoresco e molto bello a guardarsi.»

(Antonio De Salvo)

Lo Scoglio dell'Ulivo è situato presso Taureana, in un tratto di mare della Costa Viola. È uno scoglio-isoletta[1] che sorge a pochi metri dalla costa, ma non è legato ad essa, alla cui sommità è nata e cresciuta una pianta di olivo,[2] da cui ne deriva appunto il nome. In dialetto locale è conosciuto con il nome di Luvareddhra. Anche in un ulteriore scoglio vicino si è sviluppata una pianta di ulivo e questo gruppo di scogli sono chiamati nella cartografia IGM scogli Agliastro[3] (in dialetto Agghjastru, cioè «con oleastro»).

L'Olivo[modifica | modifica wikitesto]

Gli scogli Agliastro.

La pianta è un olivastro (Olea europea L.), classe Magnoliopsida, ordine Scrophularikales, famiglia delle Oleaceae, detto olivo selvatico, abbastanza diffuso nella zona. L'età della vecchia pianta può essere indicata ragionevolmente in più secoli.

Il tronco e la stessa pianta costituiscono una sorta di "monumento naturale" che, da sempre, ha connotato lo scoglio dandole pure il nome. La pianta è un naturale "unicum scultoreo", con giochi di vuoto e di pieno, di luci e di trasparenze, formati dal particolare intreccio dei suoi rami, dalle sue radici e dal medesimo tronco contorto e levigato dal tempo, impreziosito dalla materia plasmata dalla natura, incontrastata per secoli, fatta di vento, salsedine, sole e pioggia.[4]

Il 31 dicembre 1979 caddero alcuni massi dello scoglio, dalla sua sommità, spezzando alcune radici della pianta.[5]

Il 16 giugno 2012, l'associazione palmese Aura Loci ha provveduto alla messa in sicurezza della vecchia pianta e alla messa a dimora di un virgulto della stessa specie.[6]

Il secondo scoglio con olivo[modifica | modifica wikitesto]

Anche nello scoglio posto fra la terraferma ed il suddetto "Scoglio dell'Ulivo", nel corso del XX secolo, si è sviluppata sulla sommità una pianta di olivo. La giovinezza di questa pianta è dimostrata delle cartoline di inizio novecento, nelle quali non è presente. In questo periodo, la pianta ha formato un tronco con ceppaia di circa un sesto rispetto a quella più famosa e antica.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Francobollo emesso nel 1987.

Lo scoglio dell'Ulivo è il soggetto centrale del francobollo "Palmi", emesso dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato nel 1987 all'interno della serie "turismo" (14ª edizione). Il disegno è opera di Egidio Vangelli ed ebbe una tiratura di 5 milioni di copie.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Italian Islands Award (IIA) 1º gennaio 2006 Archiviato il 22 gennaio 2013 in Internet Archive., isola "Scoglio dell'Ulivo", gruppo "Calabria" codice IIA "RC-002"
  2. ^ Guida Touring 2003, pag. 56
  3. ^ Martinucci, 2007.
  4. ^ Relazione sulla pianta di olivo, a cura dell'Associazione Aura Loci.
  5. ^ OPERAZIONE OLIVARELLA SICURA
  6. ^ Primo Anniversario dell'Ulivo ripiantato sullo scoglio alla Tonnara di Palmi.[collegamento interrotto]
  7. ^ Dettaglio francobollo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]