Salvator Rosa (metropolitana di Napoli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logo Metropolitane Italia.svg Salvator Rosa
SalvaorRosa1.JPG
l'interno della stazione
Stazione della metropolitana di Napoli
Gestore ANM
Inaugurazione 2001
Stato In uso
Linea linea 1
Localizzazione Via Salvator Rosa, Napoli
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio Autobus urbani
Mappa di localizzazione: Napoli
Salvator Rosa
Salvator Rosa
Metropolitane del mondo

Coordinate: 40°51′04.68″N 14°14′11.4″E / 40.8513°N 14.2365°E40.8513; 14.2365

Metropolitana di Napoli
Linea 1 
Napoli Centrale 
Linea 2  Logo linea 2 Napoli.svg  Circumvesuviana 
White dot.svg  Garibaldi
White dot.svg  Università
White dot.svg  Municipio
White dot.svg  Toledo
White dot.svg  Dante
Linea 2  Logo linea 2 Napoli.svg  White dot.svg  Museo
White dot.svg  Materdei
White dot.svg  Salvator Rosa
White dot.svg  Quattro Giornate
Funicolari Montesanto 
Chiaia 
Centrale
 
White dot.svg  Vanvitelli
White dot.svg  Medaglie d'Oro
White dot.svg  Montedonzelli
White dot.svg  Rione Alto
White dot.svg  Policlinico
White dot.svg  Colli Aminei
White dot.svg  Frullone
White dot.svg  Chiaiano
Linea Arcobaleno  White dot.svg  Piscinola

Salvator Rosa è una stazione della Linea 1 della Metropolitana di Napoli, in funzione dall'aprile 2001; è situata in via Salvator Rosa ed è stata progettata da Alessandro Mendini. Fa parte del circuito delle stazioni dell'arte.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'area circostante la stazione ha beneficiato di una profonda riqualificazione che ha riportato allo splendore i resti di un ponte romano e una graziosa cappella neoclassica e ha valorizzato i palazzi circostanti, trasformandoli in opere d'arte, grazie all'intervento di artisti come Mimmo Rotella, Ernesto Tatafiore, Mimmo Paladino, Renato Barisani e Gianni Pisani.[1]

I diversi livelli del parco sono collegati anche attraverso una lunga scala mobile esterna, che conduce al piazzale dei giochi, progettato da Salvatore Paladino e Mimmo Paladino. Sul pavimento, a intarsi in travertino su pietra lavica, sono stati realizzati tre giochi praticabili, il tris, la campana e il labirinto. Un richiamo al gioco, con i loro vivacissimi colori, sono anche le sculture ludiche di Salvatore Paladino. Nello stesso piazzale, ma in posizione più appartata, si trova la monumentale “mano” di Mimmo Paladino. L'intero percorso esterno è punteggiato dalle opere di alcuni tra i protagonisti dell'arte contemporanea: Renato Barisani, Augusto Perez, Lucio Del Pezzo, Nino Longobardi, Riccardo Dalisi, Alex Mocika, Ugo Marano.[1]. La suddetta scala mobile costituisce anche un'ulteriore uscita verso la soprastante via Vincenzo Romaniello (tristemente famosa in quanto nel 1985 fu ucciso dalla camorra, in un agguato sotto la sua abitazione, il giornalista de "il Mattino" Giancarlo Siani), che conduce dopo poche decine di metri a Piazza Leonardo.

All'interno della stazione è possibile ammirare le installazioni di Raffaella Nappo, Enzo Cucchi, LuCa, Santolo De Luca, Quintino Scolavino, Natalino Zullo, Perino&Vele, Anna Sargenti.[1]

La stazione è dotata anche di una seconda uscita a valle di via Salvator Rosa (aperta nel dicembre 2002), la cui presenza è segnalata da una guglia dell'Atelier Mendini, posta al centro di un piazzale. Il basamento della guglia è ricoperto dai rilievi in ceramica di Enzo Cucchi, raffiguranti alcune icone dell'immaginario partenopeo, mentre poco distante vi è un altro simbolo della città, il Pulcinella di Lello Esposito.[1]

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fermata autobus Fermata autobus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ITEN) Stazioni dell'arte - Salvator Rosa, MetroNapoli (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2013)..

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Capolinea Stazione precedente Linea 1 Stazione successiva Capolinea
Piscinola TriangleArrow-Left.svg Quattro Giornate Pfeil links.svg Salvator Rosa Pfeil rechts.svg Materdei TriangleArrow-Right.svg Garibaldi
Napoli Portale Napoli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Napoli