Ponte romano (via Salvator Rosa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ponte romano di via Salvator Rosa
Resti di un ponte sulla via Antiniana
Ponte romano1.jpg
CiviltàRomana
UtilizzoPonte
EpocaRomana
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneNapoli
Scavi
Data scoperta2000
Date scavi2000
Amministrazione
Patrimoniovia Antiniana
Visitabile
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°51′04.38″N 14°14′12.49″E / 40.851217°N 14.236802°E40.851217; 14.236802

Il ponte romano è uno dei siti archeologici di Napoli, situato in zona Salvator Rosa, precisamente in via Conte della Cerra, ai margini del centro storico della città.

L'antica struttura, lasciata per molto tempo in assoluto abbandono, è stata rinvenuta nel 2000 in occasione della realizzazione della stazione di Salvator Rosa e in seguito restaurata.[1] Essa corrispondeva all'antica via Antiniana per colles: la prima strada costruita nel 470 a.C. che collegava Neapolis e Puteoli, attraversando la collina del Vomero.[2]

Nel XVIII secolo le rovine del ponte-viadotto furono inglobate in un palazzo e varie parti vennero riutilizzate per diversi scopi: ad esempio, dal viadotto furono ricavati nicchie e mangiatoie.

Oggi la struttura è parte del parco adiacente alla stazione metropolitana; nei suoi pressi si trova anche una chiesa neoclassica della prima metà del XIX secolo, che custodisce periodicamente varie opere d'arte contemporanea.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ITEN) Stazioni dell'arte - Salvator Rosa, MetroNapoli (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2013)..
  2. ^ Busana, p. 235.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mariastella Busana, Patrizia Basso, Via per montes excisa: strade in galleria e passaggi sotterranei nell'Italia, L'erma di Bretschneider, 1997, ISBN 88-8265-005-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]