Rumours

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rumor (disambigua).
Rumours
Artista Fleetwood Mac
Tipo album Studio
Pubblicazione 4 febbraio 1977
Durata 39 min : 41 s
Dischi 1 (1977)
2 (2004)
Tracce 11 (1977)
12 + 18 (2004)
Genere Rock
Soft rock
Pop
Etichetta Reprise
Registrazione 1976/1977
Certificazioni
Dischi d'oro Germania Germania (5)[1]
(vendite: 1 250 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[2]
(vendite: 50 000+)
Spagna Spagna[3]
(vendite: 50 000+)
Sudafrica Sudafrica[4]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platino Australia Australia (13)[5]
(vendite: 910 000+)
Francia Francia[6]
(vendite: 300 000+)
Hong Kong Hong Kong[7]
(vendite: 20 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (13)[8]
(vendite: 195 000+)
Regno Unito Regno Unito (11)[9]
(vendite: 3 437 677[10])
Stati Uniti Stati Uniti (20)[11]
(vendite: 20 000 000+)
Dischi di diamante Canada Canada (2)[12]
(vendite: 2 000 000+)
Fleetwood Mac - cronologia
Album precedente
(1975)
Album successivo
(1979)

Rumours è l'undicesimo album del gruppo rock dei Fleetwood Mac, pubblicato il 4 febbraio 1977. Fu registrato in un periodo di forte tensione all'interno del gruppo per motivi sentimentali: infatti le due coppie (Buckingham-Nicks non sposati e i coniugi McVie) si stavano lasciando e i testi rispecchiano proprio quel momento. Anche Mick Fleetwood stava divorziando, dopo aver scoperto la relazione di sua moglie con un amico di lui. Pur con queste premesse i cinque si concentrarono sul lavoro, lasciando i problemi fuori dalla sala di registrazione (situata nella città di Sausalito, in California). Il titolo, Rumours, si riferisce alle voci che riguardavano le coppie.

Fu l'opera di maggior successo del gruppo e uno degli album più venduti di tutti i tempi, occupando la prima posizione della Billboard 200 per 31 settimane non consecutive risultando il disco più venduto dell'anno, nella UK Albums Chart, in Australia, Canada, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e Sud Africa ed è stato certificato disco di diamante negli Stati Uniti, 11 dischi di platino nel Regno Unito, 2 dischi di diamante in Canada, 13 platino in Nuova Zelanda, platino in Francia e Hong Kong, 5 dischi d'oro in Germania ed oro in Spagna. La rivista Rolling Stone lo colloca al 25º posto nella classifica degli album più importanti della storia.

Nel 1978 ha vinto il Grammy Award come miglior album dell'anno.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 1977[modifica | modifica wikitesto]

  1. Second Hand News (Buckingham) – 2:43
  2. Dreams (Nicks) – 4:14
  3. Never Going Back Again (Buckingham) – 2:02
  4. Don't Stop (C. McVie) – 3:11
  5. Go Your Own Way (Buckingham) – 3:38
  6. You Make Loving Fun (C. McVie) – 3:31
  7. The Chain (Buckingham, Fleetwood, J. McVie, C. McVie, Nicks) – 4:28
  8. Songbird (C. McVie) – 3:20
  9. I Don't Want to Know (Nicks) – 3:11
  10. Oh Daddy (C. McVie) – 3:54
  11. Gold Dust Woman (Nicks) – 4:51

Edizione Deluxe 2004[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Second Hand News" (Buckingham) – 2:43
  2. "Dreams" (Nicks) – 4:14
  3. "Never Going Back Again" (Buckingham) – 2:02
  4. "Don't Stop" (C. McVie) – 3:11
  5. "Go Your Own Way" (Buckingham) – 3:38
  6. "Songbird" (C. McVie) – 3:20
  7. "Silver Springs" (Nicks) – 4:33
  8. "The Chain" (Buckingham, Fleetwood, J. McVie, C. McVie, Nicks) – 4:28
  9. "You Make Loving Fun" (C. McVie) – 3:31
  10. "I Don't Want to Know" (Nicks) – 3:11
  11. "Oh Daddy" (C. McVie) – 3:54
  12. "Gold Dust Woman" (Nicks) – 4:51
  • Il brano "Silver Springs" è il B-side del singolo "Go Your Own Way". La canzone, originariamente realizzata per far parte del disco, non venne inclusa per la sua lunghezza, e le fu preferita la più breve "I Don't Want to Know". La versione standard di Rumours ora include "Silver Springs".

Disco 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Second Hand News" (Buckingham) – 2:47
  2. "Dreams" (Nicks) – 4:21
  3. "Brushes (Never Going Back Again)" (instrumental) (Buckingham) – 2:50
  4. "Don't Stop" (C. McVie) – 3:33
  5. "Go Your Own Way" (Buckingham) – 3:06
  6. "Songbird" (C. McVie) – 3:11
  7. "Silver Springs" (Nicks) – 6:07
  8. "You Make Loving Fun" (C. McVie) – 4:56
  9. "Gold Dust Woman #1" (Nicks) – 5:02
  10. "Oh Daddy" (C. McVie) – 3:58
  11. "Think About It" (Nicks) – 2:55 (Inserita poi nel primo disco solista di Stevie Nicks Bella Donna)
  12. "Never Going Back Again" (Buckingham) – 1:56
  13. "Planets of the Universe" (Nicks) – 3:18 (Inserita poi nel disco solista di Stevie Nicks Trouble in Shangri-La)
  14. "Butter Cookie (Keep Me There)" (C. McVie) – 2:11
  15. "Gold Dust Woman" (Nicks) – 5:01
  16. "Doesn't Anything Last" (Buckingham) – 1:10
  17. "Mic the Screecher" (jam) (Fleetwood) – 0:59
  18. "For Duster (The Blues)" (jam) (Buckingham, J. McVie, C. McVie, Fleetwood) – 4:26

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'episodio 19 della seconda stagione di Glee, intitolato appunto Rumours, è dedicato all'album del Fleetwood Mac. Nell'episodio, infatti, vengono cantate solo canzoni tratte da questo album.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  2. ^ (NL) Fleetwood Mac "Rumours" Gold Record Award Holland 1977, NVPI. URL consultato il 15 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2015).
  3. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1996–1999, prima edizione, ISBN 84-8048-639-2.
  4. ^ (EN) Award for the sale of 25,000 copies in South Africa, RiSA. URL consultato il 15 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2015).
  5. ^ (EN) Accreditations - 2011 Albums, ARIA. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  6. ^ (FR) Les Certifications depuis 1973, Infodisc.fr. URL consultato il 14 febbraio 2016. Selezionare "FLEETWOODMAC " e premere "OK"
  7. ^ (EN) IFPIHK Gold Disc Award − 1979, IFPI Hong Kong. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  8. ^ (EN) NZ Top 40 Albums Chart - 16 September 2013, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 15 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2015).
  9. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "Fleetwood Mac" in "Keywords", dunque premere "Search".
  10. ^ (EN) Alan Jones, Official Charts Analysis: Biffy first Scottish band for 6 years to score No.1 album, Music Week, 4 febbraio 2013. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  11. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 15 febbraio 2016.
Controllo di autorità GND: (DE7653889-8
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock