Parlamento di Nauru

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 0°32′50″S 166°55′00″E / 0.547222°S 166.916667°E-0.547222; 166.916667

Il palazzo del parlamento di Nauru

Il Parlamento di Nauru è il principale organo legislativo statale dell'omonimo piccolo stato insulare del Pacifico.

Storia e funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Il Parlamento nauruano è di tipo monocamerale[1] e fu fondato nel 1968, a seguito della dichiarazione d'indipendenza dell'isola. Il suo funzionamento è regolato dalla quarta sezione della costituzione di Nauru[2].

I deputati sono 19, eletti a suffragio universale diretto dai cittadini che hanno compiuto il ventesimo anno d'età. Ogni circoscrizione in cui è divisa l'isola elegge un certo numero di deputati[3].

Le sessioni della camera sono presiedute da uno dei deputati, eletto dai suoi colleghi alla carica di presidente del Parlamento (in inglese speaker), che non può essere al contempo ministro e/o presidente della Repubblica[4].

Le legislature durano in carica tre anni[5].

Al Parlamento spetta l'elezione del presidente della Repubblica (che è al contempo capo dello Stato e primo ministro), che nomina da quattro a cinque deputati come ministri[6]. L'esecutivo risponde delle sue azioni al parlamento (art.17 della Costituzione), che può destituirne uno o più membri mediante una mozione di sfiducia (art.24).

Il funzionamento del Parlamento nauruano si conforma a quello della Camera dei Comuni britannica, ma con alcune differenze: la principale è la presenza di una Costituzione scritta che limita i poteri dell'assemblea (formalmente assente nel Regno Unito). Inoltre, dato che i deputati si presentano tutti come indipendenti, il panorama di maggioranza e opposizione è estremamente volubile: frequenti sono i "cambi di casacca".

Sviluppi recenti[modifica | modifica wikitesto]

Nelle elezioni del 24 aprile 2010, indette a seguito dello scioglimento del parlamento deciso dal presidente Marcus Stephen, c'è stato un sostanziale pareggio tra le due fazioni principali (tra i 18 membri eletti, di cui 12 indipendenti e 6 di Nauru First, 9 si sono collocati all'opposizione e 9 col presidente Stephen)[7], risultato confermato nella nuova tornata elettorale tenutasi a giugno. Il parlamento è rimasto dunque bloccato, incapace di operare, fino a che le due parti si sono accordate per eleggere a presidente della Camera Ludwig Scotty, espressione dell'opposizione. A seguito di ciò, il presidente Stephen e il suo successore Sprent Dabwido (suo alleato) hanno promulgato un decreto per portare i seggi a 19, numero dispari per evitare nuovi stalli.[8] Tale decreto è stato approvato a fine 2012; pertanto dalle elezioni del 2013 il numero di seggi è salito da 18 a 19.[9][10]

Presidente della camera[modifica | modifica wikitesto]

Lo speaker è la seconda carica dello stato. Viene eletto dai membri del parlamento stesso, e non ha diritto di voto.

Dopo le elezioni di aprile 2010 era stato eletto speaker Godfrey Thoma.[8] Il suo mandato, complice la situazione di stallo della camera, terminò nel giugno 2010, allorché, a seguito di nuove elezioni, la nuova camera elesse Ludwig Scotty.

Lista dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Nome Durata in carica
Itubwa Amram 1968–1971
Kenas Aroi 1971-1977
David Peter Gadaroa ? - 1981
Reuben Kun 1981 - 1986 ?
René Harris 1986 - ?
Derog Gioura ? - ?
Maein Deireragea ? - ?
Kennan Adeang ? - ?
Ludwig Scotty 2000 - 2003 ?
Godfrey Thoma 6 maggio 2003 – 7 maggio 2003
Fabian Ribauw 29 maggio 2003 – 2003
Russell Kun 2003–2004
Vassal Gadoengin Ottobre 2004 – 15 dicembre 2004
Valdon Dowiyogo 27 dicembre 2004 – Dicembre 2007
Riddell Akua Dicembre 2007 – 18 marzo 2008
David Adeang 20 marzo 2008 – 2008
Riddell Akua 29 aprile 2008 – 2010
Godfrey Thoma 13 maggio 2010 – 18 maggio 2010
Dominic Tabuna 1º giugno 2010 – 4 giugno 2010
Aloysius Amwano 2 luglio, 2010 – 2010
Landon Deireragea 9 luglio 2010 - 2010
Ludwig Scotty 1º novembre 2010 - 18 aprile 2013
Landon Deireragea 18 aprile 2013 - 25 aprile 2013
Godfrey Thoma 25 aprile 2013 – 11 giugno 2013
Ludwig Scotty 11 giugno 2012 - 13 luglio 2016
Cyril Buraman 13 luglio 2016 - in carica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "About Parliament", Parlement de Nauru
  2. ^ (EN) Costituzione di Nauru
  3. ^ "About Parliament", Parliament of Nauru
  4. ^ art. 34 della Costituzione
  5. ^ art. 41.7 della Costituzione
  6. ^ art. 16 e 18 della Costituzione
  7. ^ Nauru election returns previous parliament unchanged, in Radio New Zealand International, 26 aprile 2010. URL consultato il 1º novembre 2011.
  8. ^ a b "Political standoff ends with speaker's election in Nauru", ABC Radio Australia, 13 May 2010
  9. ^ "Nauru country brief", Australian Department of Foreign Affairs and Trade. Retrieved 10 November 2012
  10. ^ "Nauru country brief", Australian Department of Foreign Affairs and Trade. Retrieved 10 November 2012

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]