Camera dei comuni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Camera dei Comuni)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Camera dei comuni (disambigua).

La Camera dei comuni (in inglese: House of Commons) è una delle due assemblee parlamentari che costituiscono alcuni dei Parlamenti di derivazione anglosassone.

Corpi specifici[modifica | modifica wikitesto]

La Camera dei comuni irlandese
La prima Camera mai costruita appositamente per le assemblee. Dipinto c.1780.

Benché il titolo di Camera dei comuni sia solitamente associato al sistema Westminster, in pratica sono oggigiorno solo due Paesi ad utilizzarlo:

È presieduta, in ambedue i casi, dallo speaker.

Nel Regno Unito, come in Canada, la Camera dei comuni ha in genere un potere maggiore rispetto alla camera alta (rispettivamente la Camera dei lord e il Senato). Il capo del partito di maggioranza ai Comuni diviene, in genere, primo ministro.

Nella koiné parlamentare anglosassone[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto ai bicameralismi che si diffusero tra i Paesi del Commonwealth alla fine dell'Ottocento ed all'inizio del Novecento, sono rimasti solo il Parlamento britannico ed il Parlamento canadese, ad avere una camera bassa che assume la denominazione di House of Commons.

In Irlanda il titolo è stato storicamente usato da tre corpi:

Alla fine del XIX secolo il termine aveva già una reputazione di elemento datato e classista. Conseguenza di ciò fu il cambio di nome in Camera dei rappresentanti in molte colonie britanniche con autonomia governativa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine, "i comuni" erano uno degli stati del regno. Nella politica europea pre-illuminismo il parlamento tipicamente divideva il governo tra i diversi "stati" della società.

I comuni rappresentavano i cittadini delle città e dei villaggi non feudalizzati, ad esempio gli appartenenti alle corporazioni artigianali, i borghesi e i piccoli proprietari, in contrapposizione con i proprietari terrieri e la classe dirigente. Altri stati includevano i prelati, i nobili, i mercanti e i cavalieri. La Camera dei comuni venne creata per servire da sbocco politico per la classe dei "comuni", mentre le classi dell'élite erano rappresentate nella Camera dei lord. La Camera dei comuni era perciò eletta dal popolo, mentre i membri della Camera dei lord erano nominati sulle basi di varie forme di merito, come la linea dinastica o i servigi forniti al Regno.

La parola commons (comuni) è stata a volte confusa con commoner (cittadino comune), ma esse sono in realtà molto diverse in questo contesto. Solitamente si pensa che "Comuni" sia un'abbreviazione di "cittadini comuni", mentre in realtà il termine deriva dalla parola "comune", nel senso di "villaggio, paese".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Politica