Consiglio generale (Andorra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Consiglio generale d'Andorra
(CA) Consell General d'Andorra
La nuova sede del parlamento
StatoBandiera di Andorra Andorra
TipoParlamento monocamerale
Istituito1993
Sindaco generaleCarles Enseñat Reig (AD)

(dal 26 aprile 2023)

Sottosindaco generaleSandra Codina Tort (AD)

(dal 26 aprile 2023)

Ultima elezione2 aprile 2023
Prossima elezione2027
Numero di membri28
Gruppi politiciMaggioranza (16)

Appoggio esterno (1)

Opposizione (11)

  •      C (5)
  •      PS (3)
  •      AE (3)
SedeAndorra La Vella
IndirizzoCarrer de la Vall s/n
Sito webwww.consellgeneral.ad

Il Consiglio generale di Andorra (in catalano: Consell General d'Andorra), talvolta chiamato con l'antico nome di Consell General de les Valls (in italiano "Consiglio generale delle Valli"), è il parlamento unicamerale di Andorra e tiene le sue sedute nella Casa de la Vall.

Elezione[modifica | modifica wikitesto]

È formato da ventotto membri eletti per quattro anni. Quattordici di questi sono eletti in modo proporzionale in una circoscrizione nazionale, e gli altri quattordici sono eletti nelle sette parrocchie che formano il Paese. Questo modo di elezione risale a prima del 1997 quando ogni parrocchia eleggeva 4 deputati, quando poi è stata istituita la circoscrizione nazionale.

Il Consell, che è soggetto ai coprincipi, elegge il capo del governo. Questi poi designa il governo, che sarà formato da un minimo di sette ministri. Il Consell General d'Andorra è presieduto dal síndic general (sindaco generale) e dal subsíndic general (vicesindaco generale). In assenza di questi, la presidenza viene assunta dal consigliere della Parrocchia di Canillo.

Note storiche[modifica | modifica wikitesto]

È da ricordare che l'attuale Parlamento andorrano trae le sue origini dal Consiglio della Terra (Consell de la Terra)[2], istituito l'11 febbraio 1419.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comprende:
    •      DA (14);
    •      CC (2).
  2. ^ Copia archiviata, su visitandorra.com. URL consultato il 1º marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN125998507 · ISNI (EN0000 0001 0845 3109 · LCCN (ENn97020387 · GND (DE16130134-4 · J9U (ENHE987007257727905171 · WorldCat Identities (ENlccn-n97020387