Prescinsêua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prescinsêua
Prescinsêua
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Liguria
Zona di produzione provincia di Genova provincia di Savona e provincia della Spezia
Dettagli
Categoria formaggio
Riconoscimento P.A.T.
Settore Formaggi
 

La prescinsêua (pre∫ĩ'søa, in italiano chiamata anche quagliata, o cagliata, genovese o ligure) è un prodotto tipico caseario della provincia di Genova.

La prescinsêua ha una consistenza a metà tra lo yogurt e la ricotta, ha un sapore acidulo e viene utilizzata per la preparazione dei pansoti, della torta pasqualina e di quasi tutte le torte salate tipiche liguri e dei barbagiuai (ravioli di zucca fritti).

I Pansoti tipici alla salsa di noci
I Barbagiuai, preparati con la prescinsêua
La Focaccia con il formaggio di Recco da antica ricetta con la prescinsêua

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Prescinseua prende nome dal caglio o presame (presù in genovese), estratto dall'abomaso dei vitelli da latte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si ha notizia per la prima volta nel 1383, dal 1413 una legge della Repubblica di Genova indicò la prescinsêua come unico omaggio che i genovesi potevano fare al Doge.

Si pensa sia un prodotto arrivato a Genova dall'Oriente[1].

Un tempo veniva principalmente utilizzata per realizzare la celebre focaccia di Recco ma data la scarsa produzione casearia, la prescinsêua nella focaccia di Recco è ormai generalmente sostituita con lo stracchino.[2]

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Si ottiene lasciando riposare in una pentola per 48 ore 2 litri di latte fresco. Trascorso il tempo previsto si prende un 1/4 del latte versato (mezzo litro) nella pentola e portato fino a 40-50 °C, aggiungendo 5 grammi di caglio e amalgamandolo con il latte. Poi si lascia riposare il tutto per 4 ore[3].

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

I Buio Pesto, gruppo dialettale genovese ha composto la canzone "Prescinsêua" in onore di questo prodotto tipico genovese nel 2009, poi inserita nell'album Pesto del 2010[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Prescinsêua
  2. ^ Luigi Cremona, Francesco Soletti, L'Italia dei formaggi, TCI - Touring Editore, Milano, 2002
  3. ^ La Prescinsêua su mangiarebene.com
  4. ^ La canzone Prescinsêua scaricabile in mp3 dal sito dei Buio Pesto

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formaggi italiani
Formaggi della Campania
Formaggi della Lombardia
Formaggi del Piemonte