Piero Schiavo Campo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Piero Schiavo Campo (Palermo, 10 marzo 1951) è uno scrittore e blogger italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Palermo, ha vissuto in Lombardia e in particolare a Milano, dove si è laureato in astrofisica nel 1976. Dopo la laurea ha vinto una borsa di studio del CNR presso l'Istituto di Radioastronomia di Bologna. Nel 1981 ha lasciato la ricerca per occuparsi di software.

Dal 2004 è docente a contratto presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca, dove insegna Teoria e tecniche dei nuovi media, un corso del primo anno della laurea triennale in Comunicazione e psicologia.

Come scrittore ha esordito vincendo il premio Urania Mondadori con il romanzo L'uomo a un grado kelvin, pubblicato nella collana Urania nel 2013. Nel 2017 ha vinto il premio Robot con il racconto La rotta verso il margine del tempo, e di nuovo il premio Urania con il romanzo Il sigillo del serpente piumato. Sul suo blog personale (The Twittering Machine) pubblica racconti, brevi saggi scientifici e recensioni di libri.

Dal 2015 collabora con la rivista Robot, su cui ha pubblicato diversi articoli di divulgazione scientifica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

Racconti pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

  • Programma per scrivere (WRITING SOFTWARE ), Urania n° 1605, Mondadori.
  • Progetto intelligente, su Robot n° 74, primavera 2015.
  • La rotta verso il margine del tempo, su Robot n° 80 (2017)

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]