Paolo Aresi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo vescovo cattolico, vedi Paolo Arese.

Paolo Aresi (Bergamo, 11 giugno 1958) è un autore di fantascienza e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giornalista professionista, laureato in Lettere alla Statale di Milano, fino al 2016 è stato inviato presso il quotidiano L'Eco di Bergamo. Cominciò a scrivere racconti nel 1978. Il suo primo romanzo è stato pubblicato dall'editrice Nord nel 1987: Oberon, l'avamposto fra i ghiacci.

Con il romanzo Oltre il pianeta del vento (anche noto come La scala infinita) è stato vincitore del Premio Urania 2004[1][2]; per la collana Urania di Mondadori ha pubblicato anche Korolev (2011), romanzo che ha avuto un seguito, Korolev, la luce di Eris, pubblicato da Delos Digital, 2019. Accanto ai romanzi di fantascienza si pongono anche opere di narrativa realistica come Ho pedalato fino alle stelle edito da Mursia, Bergamo dell'altro ieri e La vita a pedali pubblicati da Bolis edizioni. Nella produzione dell'autore anche alcuni libri sulle montagne e sul territorio bergamasco e la storia dei quotidiani laici di Bergamo, dall'Ottocento a fine Novecento: Carta Canta, edito da Lubrina. Come giornalista, ha ideato la rivista Orobie, nel 1990, realizzata grazie all'editore Cesare Ferrari di Clusone, con l'apporto decisivo del fotografo Tito Terzi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Oberon, l'avamposto tra i ghiacci, Nord, Milano, 1987; Delos Digital 2018
  • Toshi si sveglia nel cuore della notte, Granata Press, Bologna, 1995
  • Il giorno della sfida, Nord, Milano, 1998; Delos Digital 2018
  • Oltre il pianeta del vento (anche noto come La scala infinita), Urania n° 1492, Mondadori, Milano, 2004; Delos Digital 2016. Vincitore del Premio Urania 2004.
  • Ho pedalato fino alle stelle, Mursia, Milano, 2008. ISBN 978-88-425-4085-4
  • L'amore al tempo dei treni perduti, Mursia, Milano, 2010. ISBN 978-88-425-4398-5
  • Korolev, Urania n° 1569, Mondadori, Milano, 2011; Delos Digital 2019
  • La vita a pedali, Bolis, Bergamo, 2014
  • Korolev la luce di Eris, Delos Digital, Milano, 2019
  • Bergamo dell'altro ieri, Bolis, Bergamo, 2019.

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • I famosi Ignoti, Bolis edizioni, 2013
  • Il villaggio di Marte, Delos Digital, 2013 e 2018
  • Bicentenario, Delos Digital, 2020

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Sentiero delle Orobie, (con Enzo Valenti), Roberto Gualdi editore, 1991
  • I Sentieri delle Erbe (con Enzo Valenti), Roberto Gualdi editore, 1993
  • I Sentieri dei laghi alpini delle Orobie (con Enzo Valenti), Roberto Gualdi editore, 1994
  • I 50 rifugi delle Orobie (con Enzo Valenti), Roberto Gualdi editore, 1995
  • Carta Canta, Lubrina Editore, 1996
  • Il Secolo di Spada, Sesaab editrice, 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN264976596 · ISNI (EN0000 0003 8253 5414 · SBN IT\ICCU\LO1V\189039 · LCCN (ENn95100518 · BNF (FRcb16977268v (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95100518